TiPress
LOCARNO
19.10.2017 - 16:250

Compodino Sa, il Municipio si difende dalle accuse

Il municipale di Gordola René Grossi accusa l’esecutivo cittadino di non essere intervenuto «drasticamente» nel mese di marzo, quando erano apparsi nuovi container sul terreno

LOCARNO - La sentenza del Tribunale federale che ha revocato alla Compodino Sa l'appalto concessogli per il ritiro e lo smaltimento degli scarti vegetali di Locarno continua a fare discutere. Il Municipio di Locarno si difende dalle accuse che gli sono state mosse da René Grossi, capodicastero Sicurezza pubblica e Salute pubblica di Gordola.

Grossi - dalle pagine de la Regione - punta il dito contro l’esecutivo cittadino a cui il Municipio di Gordola aveva segnalato nel mese di marzo la posa di «maestosi nuovi container sul sedime della Compodino», zona agricola. Alla ditta la Città aveva «intimato un rapporto di contravvenzione», ma «i container - lamenta Grossi - sono sempre sul terreno». Il Municipio di Locarno viene quindi accusato di non essere intervenuto in modo «chiaro e drastico su tale modo di operare nella più palese illegalità».

Il Municipio di Locarno rispedisce le accuse al mittente, ricordando a René Grossi che «i servizi tecnici sono subito intervenuti per le verifiche», «è stata avviata nei confronti della ditta una procedura contravvenzionale poi sfociata in una sanzione amministrativa» ed è stato pure «intimato l’ordine di allontanamento dei manufatti oggetto dell’abuso».

Se i container si trovano ancora sul sedime della Compodino Sa è perché - «come dovrebbe essere chiaro a qualunque amministratore comunale» puntualizza il Municipio - «la ditta ha interposto ricorso al Consiglio di Stato» e «questo tipo di ricorso determina automaticamente la sospensione della decisione impugnata, fino a quando tale decisione non cresce definitivamente in giudicato».

In conclusione il Municipio di Locarno sottolinea di avere «agito correttamente e con la dovuta tempestività».

3 mesi fa Non solo puzza: il Tribunale federale revoca l’appalto alla Compodino
3 mesi fa Rifiuti vegetali, Rino Bassi: «Finalmente si fa rispettare la legge»
3 mesi fa Rifiuti vegetali e puzza: «Chi controlla l’idoneità dei funzionari?»
Commenti
 
occhiaperti 3 mesi fa su tio
Ecco, ciò che succede con l'aggregazione dei comuni - gli interessi degli nuovi piccole frazioni non trovano l'ascolto alla "centrale" - Bravo sindaco o forse si stava mangiando d'entro...?Uma Uma???
pardo54 3 mesi fa su tio
Il Municipio ha sbagliato, sapendo di sbagliare, a dare l'appalto per lo smaltimento del verde a questa ditta che opera da anni nell'illegalità. Troppo comodo, ora, scaricare le responsabilità al Cantone. E, a quanto mi consta, socialisti e Verdi in Consiglio Comunale si erano dichiarati assolutamente contrari a quest'appalto! Che dire di più? Che abbiamo un Municipio Cip e Ciop?
Equalizer 3 mesi fa su tio
Vorrei vedere come si sarebbe comportato il municipio di Locarno se Compodino fosse stato sulla sponda destra della Maggia a lasciare odori. Sti bifolchi hanno sempre considerato i cittadini di Gordola di terza scelta.
Potrebbe interessarti anche
Tags
locarno
municipio
grossi
container
sa
municipio locarno
accuse
compodino sa
rené
rené grossi
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-23 00:58:10 | 91.208.130.87