ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
4 ore
Coronavirus e Gran Consiglio: è un grattacapo
Nonostante il protocollo e le rigide misure sanitarie, si valuta nuovamente un cambiamento di sede
CANTONE
5 ore
Ecco l'ora solare: stanotte "si dorme di più"
Le lancette vanno riportate indietro di un'ora
CANTONE
10 ore
Una parentesi di sole prima di pioggia e neve
Al weekend di bel tempo farà seguito un inizio di settimana contraddistinto dalle precipitazioni.
LUGANO
10 ore
Permessi al Planet: scatta l'interpellanza
Giovanni Albertini e Sara Beretta Piccoli interrogano il Municipio in merito all'apertura della struttura di Pazzallo.
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
12 ore
Cede il terreno sotto i binari: disagi, ma danni limitati
Dopo qualche ora, le FFS hanno ripristinato la linea ferroviaria tra Cadenazzo e Locarno.
CONFINE
15 ore
Troppi dipendenti positivi, chiude l'hospice di Como
Gli otto degenti della struttura sono stati trasferiti altrove
CANTONE
15 ore
Frana sui binari, linea interrotta fra Cadenazzo e Locarno
La durata dell'interruzione non è al momento nota. Predisposti dei bus sostitutivi
CANTONE
16 ore
Dieci ricoveri, un decesso e altri 257 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 62 persone positive al coronavirus.
FOTO
RIVIERA
17 ore
Esce di strada e finisce contro i ripari fonici della ferrovia
L'incidente della circolazione ha avuto luogo questa notte all'incrocio fra via Traversa e via Cantonale.
FOTO
CANTONE
1 gior
Comitato rinnovato in casa GLRBV
Kevin Pelli è stato nominato quale nuovo presidente
CANTONE
1 gior
Un deputato positivo, ma il Gran Consiglio non va in quarantena
Il rispetto delle misure anti-contagio non rende necessario il provvedimento
CANTONE
1 gior
«Il mini lockdown non serve»
L'esperto in malattie infettive Christian Garzoni si appella per l'ennesima volta alla responsabilità dei cittadini
CANTONE
1 gior
Una classe in quarantena alla Scuola Media di Viganello
Lo comunicano il DSS e il DECS in un comunicato congiunto
CANTONE
1 gior
Cambiamento ai vertici per l’Associazione Giuristi Praticanti
Aleksandra Mikavica è la nuova presidente
CANTONE
1 gior
Condonate ai club sportivi le spese d’ordine pubblico
La decisione presa oggi da Governo e Comuni interessati riguarda la stagione 2019/20
CANTONE
1 gior
Ecco i radar di settimana prossima
La polizia ha diffuso la lista delle località che saranno interessate dai controlli, a partire da lunedì
CAMIGNOLO
1 gior
Studi d'ingegneria e architettura: un comitato in rosa
Il rinnovo al vertice dell'Associazione vede l’ingresso delle architette Giuditta Botta e Federica Corso Talento
ASCONA
1 gior
Il passaporto risveglia vecchi scheletri
Vive qui da 58 anni e vuole diventare svizzero, ma qualcuno gli rinfaccia la vecchia vicenda degli "immobili SUVA"
BELLINZONA
1 gior
Spacciatore in manette
L'uomo è stato arrestato a Sementina. Presso il suo domicilio c'erano diverse centinaia di grammi di sostanza da taglio
CANTONE
1 gior
Coronavirus: un decesso in casa per anziani
Si tratta di una donna che era residente al Don Guanella di Maggia
CONFINE
1 gior
Un cervo è finito nel bus degli studenti
L'incidente in Valganna, l'animale ha sfondato il parabrezza. Illesi i ragazzi, ferito il conducente
CANTONE
1 gior
«Il Ticino spenga l'interruttore per due settimane»
È la proposta dell'MPS indirizzata al Cantone, con l'aiuto finanziario della Confederazione
LUGANO
1 gior
157 neodiplomati allo IUFFP
«Accompagnare i e le giovani che muovono i loro primi passi nella vita lavorativa è uno dei compiti più belli»
CANTONE
1 gior
Autunno, tempo di furti in casa. 5 consigli per evitare il peggio
A partire da settembre si presenta il fenomeno dei "furti al crepuscolo" nelle abitazioni. Attenzione ai ladri
CANTONE
1 gior
Coronavirus in Ticino: altri 295 casi, 16 nuovi ricoveri e un decesso
Aumentano i pazienti in terapia intensiva, che ora sono 7, di cui 4 intubati
CANTONE
1 gior
Allievi alla scoperta delle professioni: tutto annullato
Niente da fare per la Giornata Nuovo Futuro. L'aumento dei casi di Covid-19 impone prudenza
CANTONE
02.10.2017 - 08:350
Aggiornamento : 11:13

Come vedono il Ticino i giovani d'oltralpe? «Pizza e palme»

Abbiamo chiesto ad alcuni ragazzi giurassiani giunti in Ticino come vedono la Svizzera italiana, e se l'elezione di Ignazio Cassis possa aiutare la situazione dell'italiano in Svizzera

BELLINZONA - Qual è la situazione dell’italiano in Svizzera? È questa la domanda principale che abbiamo rivolto ai ragazzi del liceo di Porrentruy, nel Canton Giura, giunti in Ticino per partecipare al progetto “+identità: Settimana della Svizzera italiana” dell’USI. La stessa domanda l’abbiamo posta anche agli allievi della 3aL della Scuola Cantonale di Commercio di Bellinzona, che a gennaio verranno ospitati a loro volta Porrentruy per presentare e rappresentare, come veri e propri ambasciatori, la regione italofona della Svizzera. Questo scambio linguistico, ma non solo, è stato reso possibile grazie alla collaborazione del DECS.  

«Il Ticino a è proprio come i turisti si immaginano la Svizzera: laghi, montagne, ecc. È la prima volta che mi fermo in questo cantone, solitamente ci passo solo per raggiungere l’Italia» racconta Léo, studente giurassiano. «È bello che anche noi nel Giura abbiamo la possibilità di imparare l’italiano, che è una bellissima lingua».

Ma quanto è conosciuta la Svizzera italiana oltralpe? «Lo ammetto, personalmente non la conoscevo molto prima di venire qui, anche perché se ne parla poco, ed è una regione isolata geograficamente e linguisticamente». Ma per quel che riguarda gli stereotipi, la Svizzera italiana ha ancora molta strada da fare: «Sono gli stessi che abbiamo nei confronti dell’Italia, come la pizza» racconta ancora Léo. «Quello che mi ha colpito è che qui ci sono gli stessi negozi che ci sono da noi, ma di fianco ci sono le palme. È strano, non sembra di essere in Svizzera» racconta un altro studente giurassiano.

Consiglio federale - E un Consigliere federale ticinese darà una mano alla Svizzera italiana a farsi conoscere maggiormente, sotto tutti gli aspetti. O almeno è quello che crede la maggior parte dei ragazzi: «Serve anche per ricordare a Berna che il Ticino esiste. Ogni tanto ce ne scordiamo...» ammette Léo. «È una grande possibilità per la Svizzera italiana. Però non penso sia giusto rendere “obbligatoria” la presenza di un consigliere federale italofono. La lingua non dovrebbe essere un fattore determinante per la scelta di chi ci rappresenta» replica invece Dafne, studentessa della SCC di Bellinzona. «L’italiano non è ben rappresentato in Svizzera, basti pensare alle etichette degli alimenti che si trovano nei negozi: quasi sempre manca l’italiano» prosegue Dafne.

Italiano in pericolo - «Purtroppo c’è sempre il timore che l’italiano possa scomparire dall’insegnamento, perché gli iscritti ai corsi non sono mai molti. Sarebbero utili alcune misure di incoraggiamento, come ad esempio iniziare già alle scuole medie con un po’ di italiano, e aumentare i contatti tra le varie regioni linguistiche» racconta la professoressa di italiano giurassiana che accompagna gli studenti. «Lo scambio è un’ottima idea, e si potrebbe anche incentivare gli altri cantoni a proporre corsi bilingue, oppure costruire un programma tv apposito, per migliorare la conoscenza della Svizzera italiana e della lingua» aggiunge Dafne.

«Tra la Svizzera italiana e la Svizzera francese o tedesca ci sono tante differenze, ma questo progetto di scambio ci ricorda che facciamo parte tutti dello stesso Paese, e che abbiamo molte cose in comune, pur parlando lingue diverse» prosegue la docente.

Ma cosa spinge allora gli adolescenti a cimentarsi con l’apprendimento dell’italiano? «Sicuramente la cultura ha ruolo fondamentale. L’arte e la letteratura italiana affascina sempre, così come il suono stesso della lingua, che è molto musicale».

Teatro - Una parte dei ragazzi giurassiani, che frequentano l’unico liceo in Svizzera che offre come opzione specifica il teatro, hanno potuto approfondire il territorio della Svizzera italiana anche dal punto di vista artistico, con un occhio di riguardo ovviamente rivolto al teatro. Da Verscio a Mendrisio gli studenti hanno percorso il Ticino svolgendo, tra le attività proposte, anche un workshop con la Compagnia Paravento a Locarno.   

«Qui in Ticino abbiamo potuto esplorare e sperimentare nuove aspetti del teatro, come la Commedia dell’Arte, visitando l'Accademia Teatro Dimitri e collaborando con la Compagnia Paravento.» racconta Mylène, studentessa giurassiana.

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Michelina Scalabrini 3 anni fa su fb
È strano, non sembra di essere in Svizzera»" grazie per avercelo ricordato...
Giancarlo Baffa 3 anni fa su fb
Per la pizza soprattutto si prega di scendere ancora di almeno 100km.
Mi Pa 3 anni fa su fb
hahaha! Avessero detto almeno "merlot, polenta e luganighetta", no invece "pizza e palme"?. Che bigoli neanche a stereotipare correttamente sono capaci ?
Marta Dalessi 3 anni fa su fb
Nicola Dalessi Gaël Della Santa ?
Carlo Crivelli 3 anni fa su fb
Che studenti siamo messi bene ????
Daniele Coroneo 3 anni fa su fb
Giorgio meglio i rösti pucciati nel latte a colazione
Giorgio Buzzi Di Marco 3 anni fa su fb
“È strano perché ci sono gli stessi negozi che ci sono da noi ma ci sono anche le palme”...
Daniele Coroneo 3 anni fa su fb
"Non sembra quasi di essere in Svizzera" quanto odio quando loro si considerano più autentici di noi
Foxdilollo78 3 anni fa su tio
...per questo motivo lodo il Servizio Militare! Grazie al SM ho potuto visitare gran parte della Svizzera e conoscere meglio il territorio ed i suoi abitanti! Se i ragazzi possono farlo prima con la scuola è meglio! Un programma da ampliare! Se si spendesse un po' di più per questi programmi scolastici e meno per il SM sarebbe anche meglio!
Bluechips 3 anni fa su tio
Per completare la mia sorpresa iniziale, direi che da degli studenti liceali mi sarei atteso argomentazioni un po' più elaborate. Lasciando perdere la pizza e le palme (livello scuola dell'infanzia), agli studenti dell'unico liceo svizzero con opzione specifica in teatro, che affermano di avere scoperto in Ticino" nuovi aspetti del teatro come la Commedia dell'Arte", consiglierei di rivedere la storia, dove questa forma di produzione teatrale risale al 16mo secolo e terminò nel 18mo!
Ar07 3 anni fa su tio
"Quello che mi ha colpito è che qui ci sono gli stessi negozi che ci sono da noi, ma di fianco ci sono le palme". Boh. BOH!
Francesco Sergio 3 anni fa su fb
E i cannoli?
Equalizer 3 anni fa su tio
Da un lato comprensibile: Ma quanto è conosciuta la Svizzera italiana oltralpe? «Lo ammetto, personalmente non la conoscevo molto prima di venire qui, anche perché se ne parla poco, ed è una regione isolata geograficamente e linguisticamente» D'altronde provate a chiedere a degli studenti Ticinesi cosa ne sanno del canton Vaud, se vi va bene sanno qual'è la capitale, ma tutto il resto buio pesto.
pillola rossa 3 anni fa su tio
Scusi, cosa intende per Ticino?
Davide Motta 3 anni fa su fb
Io invece vedo "l'oltralpe" freddo e nuvole.
Georgij Karavaev 3 anni fa su fb
Non è là che c’è freddo, è qua che ci sono le palme e caldo ??
Thomas Robbiani 3 anni fa su fb
La colpa è anche di chi persevera nell'errata equazione Ticino=Svizzera italiana e di chi continua a volgere lo sguardo a Sud nonostante il resto del Paese sia altrove. Proviamo a fare un sondaggio per vedere quanto i ticinesi conoscono Romandia e Svizzera interna.
Stefano Casalinuovo 3 anni fa su fb
Hanno confuso il Ticino con Napoli, pizza e palme
Maurizio Zanta 3 anni fa su fb
Sempre a sud
Ilaria Piraneo Giuliano 3 anni fa su fb
«Serve anche per ricordare a Berna che il Ticino esiste. Ogni tanto ce ne scordiamo...» Ogni tanto.
Marzio Fontebasso 3 anni fa su fb
Forse non è proprio Berna che si dimentica di noi, abbiamo troppi ladri in casa , questo è il problema
Anto Ferrari 3 anni fa su fb
Pensando a come è il Ticino adesso, che non è quello dei ricordi, non potrei rispondere diversamente da questi ragazzi
Telassim Alberti 3 anni fa su fb
E se chiedessimo ai giovani ticinesi cosa gli fa pensare il canton Giura (o altri cantoni romandi) ? ?
Bluechips 3 anni fa su tio
Studenti liceali? Mamma mia come siamo messi!
Massimo Enzo Grandi 3 anni fa su fb
Anch'io l'altro giorno ho conosciuto una famiglia di texani e la prima cosa che ho notato è che non indossavano stivaletti o cappello da cow-boy. Ma anche un'altra volta ad un ospite inatteso dalla Polonia chiesi subito se dovevamo fare attenzione alle auto...
Biasca Samuele 3 anni fa su fb
Spaghetti, baffi neri, pizza e mandolino. Taac.
Mariantonietta Lettieri 3 anni fa su fb
Ivan hahah che ne pensi?
Moreno Rubbi 3 anni fa su fb
Ve lo dico io come è il Ticino..a Berna i comanda e num a subisom i conseguenz!!!

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-25 02:16:47 | 91.208.130.86