LUGANO
25.09.2017 - 15:570

Lugano ambasciatore del Gusto 2018

Dall’aprile dell’anno prossimo verranno organizzati eventi che spazieranno dal cibo, alla cultura, all’arte, alla fotografia, al cinema

 

LUGANO - In una cerimonia tenutasi ieri sera a Neuchâtel, la Città di Lugano è stata dichiarata Città del Gusto 2018. Lugano si trasformerà così dal 13 al 23 settembre 2018, nella capitale dell’enogastronomia svizzera diventando la nuova Città del Gusto. Questo label consentirà di diffondere le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio a livello nazionale e internazionale, attraverso l’organizzazione di eventi a tema e la valorizzazione delle filiere agroalimentari.

Il dossier di candidatura della Città di Lugano è stato allestito da Dany Stauffacher, presidente del comitato organizzativo Città del Gusto, in collaborazione con i servizi cittadini e le associazioni di categoria interessate a partecipare alla manifestazione. Il progetto mira, in particolare, a rilanciare il settore agroalimentare, della ristorazione e dell’ospitalità attraverso la promozione di eventi mirati e di elevata qualità; saranno coinvolte anche le scuole.

Lugano si appresta così a organizzare questa prestigiosa kermesse, la più grande e importante che si svolge in Svizzera.

Cosa succederà a Lugano? - A partire dal mese di aprile 2018, inizieranno le prime tappe d’avvicinamento alla manifestazione, che trasformeranno Lugano nella capitale dell’enogastronomia svizzera con eventi che spazieranno dal cibo, alla cultura, all’arte, alla fotografia, al cinema e tante altre iniziative.

Un ricco programma vedrà, dal 13 al 23 settembre 2018, l’intero territorio della città e del suo distretto protagonista del mondo enogastronomico rossocrociato. Il padiglione Conza ospiterà il quartier generale della manifestazione, il Villaggio del Gusto, dove ogni giorno, oltre a gustare tante specialità locali, si terranno incontri, degustazioni, workshop e molto altro.

Il piatto simbolo della manifestazione sarà la polpetta, scelta per rispettare uno degli obiettivi della Settimana del Gusto, ossia la lotta allo spreco alimentare. Sono previste collaborazioni con: l’Università della Svizzera Italiana e l’Accademia di Architettura di Mendrisio, GastroLugano, Slow Food Ticino e Svizzera, Bio Ticino e Bio Suisse, gli artigiani della Glati, TIOR, Ticinowine e molti altri.

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-20 07:47:59 | 91.208.130.87