MERIDE
12.09.2017 - 17:160

La Corea del Sud in visita al Monte San Giorgio

Un delegazione dello Stato asiatico ha visitato il sito patrimonio UNESCO del Mendrisiotto

 

MERIDE - Settimana scorsa presso il Museo dei fossili del Monte San Giorgio a Meride s’è tenuta la visita ufficiale di una delegazione di rappresentanti del Dipartimento dell’amministrazione del patrimonio culturale (Department of Culture Heritage Administration) della Repubblica di Corea.

Durante la riunione con la delegazione sud coreana, in visita ai siti UNESCO del Monte San Giorgio e Jungfrau-Aletsch, sono stati approfonditi numerosi temi legati alla gestione dei siti UNESCO in Svizzera tra cui i compiti degli enti gestori, l’organizzazione transnazionale del sito, gli enti pubblici federali e cantonali, i piani di gestione, gli accordi programmatici e le convenzioni che regolano le competenze di progetto e i finanziamenti.

In Repubblica di Corea vi sono due siti UNESCO a carattere naturalistico e una situazione caratterizzata dall’amministrazione pubblica nazionale, che intende proteggere l’integrità dei siti e le amministrazioni regionali che vorrebbero invece promuovere progetti infrastrutturali. Questi interessi contrapposti sono a volte fonte di conflitto. I rappresentanti del sito UNESCO del Monte san Giorgio hanno spiegato la situazione in Svizzera. L’area interna del sito del Monte San Giorgio, interessata dai beni di valore eccezionale universale iscritti nella lista del patrimonio mondiale (i fossili marini del Triassico Medio), è circondata e quindi protetta da una zona tampone. Sono stati inoltre discussi temi legati alla conservazione dei beni, alle campagne di scavo e alla preparazione dei fossili, condotte dal Museo cantonale di storia naturale. La visita guidata al Museo dei fossili del Monte San Giorgio ha permesso alla delegazione di apprezzare il moderno allestimento museale della struttura di Meride e di informarsi sui numerosi progetti in corso di realizzazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-14 19:53:38 | 91.208.130.89