TiPress
CANTONE / SVIZZERA
27.07.2017 - 09:310
Aggiornamento : 10:50

Fuochi d’artificio, metà degli infortuni avviene il 1° di agosto

In Svizzera ogni anno si registrano 280 casi. Le 5 raccomandazioni dell’upi per evitare incidenti

Fuochi del 1° agosto

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Impossibile pensare ai festeggiamenti del 1° agosto senza considerare i tradizionali fuochi d’artificio. Un divertimento irrinunciabile per la maggioranza degli svizzeri, che però non manca mai di creare pericoli.

Ogni anno in Svizzera sono infatti almeno 280 gli infortuni causati dall’utilizzo di giochi pirotecnici, metà dei quali si verifica proprio a ridosso delle celebrazioni per la festa nazionale. Una cifra ben superiore a quelli registrati a San Silvestro, che rappresenta “solamente” un quinto dei casi.

Chi rischia maggiormente quando si tratta di razzi e botti di vario tipo? Le cifre fornite dall’upi non lasciano dubbi: nell’85% dei casi sono gli uomini a farsi male. E bisogna considerare che nelle statistiche non rientrano i casi riguardanti i bambini.

L’entità degli infortuni è variabile e può avere conseguenze funeste. Tra il 2011 e il 2015 due persone hanno perso la vita e tre sono rimaste permanentemente invalide. Incidenti gravi causati da imprudenza e negligenza, spesso evitabili seguendo alcune poche raccomandazioni.

  • Chiedere al personale di vendita come utilizzare i giochi pirotecnici e leggere attentamente le istruzioni.
  • Posare il fuoco d'artificio su una superficie stabile e rispettare le distanze di sicurezza da persone, animali e stabili prescritte.
  • Tenere i bambini lontani dai fuochi d'artificio. Permettere agli adolescenti di accendere i giochi pirotecnici idonei alla loro età e solo in presenza di un adulto.
  • Aspettare almeno dieci minuti prima di avvicinarsi ai razzi inesplosi e non cercare di accenderli di nuovo.
  • Tenere sempre dispositivi di estinzione a portata di mano (ad es. estintore, coperta antincendio o un secchio d'acqua).
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-01 17:42:35 | 91.208.130.86