CANTONE
12.07.2017 - 08:590

11.7 milioni per due funivie nelle Centovalli

Gli impianti collegano il fondovalle alle località di Rasa e Pila Costa. Queste non sono raggiungibili con altri mezzi di trasporti. «Rinnovo indispensabile per i residenti e il turismo»

BELLINZONA - «Un investimento di 11.7 milioni di franchi per il rinnovo completo delle funivie Verdasio-Rasa e Intragna-Pila-Costa nel Comune di Centovalli, le cui autorizzazioni d’esercizio scadono con la fine dell'anno». Lo ha licenziato negli scorsi giorni il Consiglio di Stato il quale chiede al Parlamento lo stanziamento del credito.

Per residenti e turisti - «Gli impianti - ricorda il Governo - sono stati costruiti negli anni ’50 del secolo scorso per dare un collegamento con Pila, Costa e Rasa, località non servite da un’infrastruttura stradale». Anche oggi i due paesini montani non sono raggiungibili con altri mezzi di trasporto e le due funivie svolgono una funzione a favore dei residenti, dei proprietari di case secondarie e dei turisti che visitano la regione. «Il progetto di rinnovo e i provvedimenti per aumentare l’utenza trasportata - spiega il Consiglio di Stato - rientrano nella strategia per lo sviluppo economico e sociale della regione oltre che in quella per il rilancio turistico».

Valore aggiunto per la Regione - Il progetto rappresenta pure un valore aggiunto nella prospettiva della possibile futura costituzione del Parco nazionale del Locarnese, che favorirebbe un maggiore afflusso di visitatori nella regione. «Le due funivie potranno contribuire a completare l’offerta di mobilità e a gestirla, in collaborazione con la ferrovia Centovallina e il trasporto pubblico su gomma, in modo più sostenibile», sottolinea ancora il Governo. «Dagli anni ‘60 lo Stato ha coperto annualmente il disavanzo di esercizio dei due impianti. Sulla base di una convenzione stipulata tra Consiglio di Stato, Comune di Centovalli e FART, il Cantone finanzierà l’investimento per il rinnovo completo degli impianti».

Proprietà comunale - La proprietà sarà invece assunta dal Comune così come il finanziamento dell’esercizio, da cui il Cantone sarà di conseguenza liberato. Le FART svolgeranno la gestione operativa su mandato del Comune. In base ad un nuovo tariffario, il “business plan” allestito dal Comune con le FART potrà permettere un esercizio finanziario sostenibile. La capacità degli impianti prevede per la Intragna-Pila-Costa quattro posti per cabina, il doppio, invece, per la Verdasio-Rasa.

Dopo l’approvazione del Gran Consiglio, il Comune e le FART provvederanno a far allestire il progetto e a realizzare i due nuovi impianti.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-12 19:28:07 | 91.208.130.89