Fotolia
CANTONE
06.07.2017 - 06:020

«Non abbiate paura di dare la paghetta ai vostri bambini»

Secondo gli esperti, è l'unico modo per evitare che diventino adulti indebitati: in arrivo in Ticino workshop dedicati e un libro destinato a chi ha appena 4 anni.

LUGANO - Diventano grandi e cominciano a vivere al di sopra delle proprie possibilità. Un destino che accomuna il 4% degli svizzeri; una percenutale che si alza con l'abbassarsi dell'età. 

Competenze finanziarie inadeguate - Non c'è da girarci intorno, il motivo è uno: i giovani di oggi hanno competenze finanziarie inadeguate. O, per essere più precisi, non hanno saputo acquisire quelle sufficienti e giuste. «Il rischio d'indebitamento è alto, più alto, fra loro – dice a tio.ch Dominik Weber, settore Finanze e previdenza di comparis.ch, che in uno studio ha messo in luce come un quinto della popolazione elvetica faccia fatica a gestire il proprio budget. «Sono esposti alle influenze dei coetanei, non cambiano abitudini di consumo e risparmio quando crescono – riflette – Ormai è tardi. Ecco perché preghiamo gli adulti di iniziare a istruirli al più presto».

Una bella storia di "Soldi in vendita" - Ancora in tenera età, «sotto la guida dei genitori». Un monito e un auspicio che il Ticino non ha da farsi insegnare. Pro Juventute da tempo è al lavoro per avvicinare i più piccoli al denaro, da guardare sotto forma di risorsa invece del solito pericolo e problema. Ma adesso ha abbassato la soglia d'età. E finalmente ha tradotto e messo in commercio "Soldi in vendita": storia illustrata di due bambini che hanno bisogno di una scala di corda per le loro casette sull'albero e si ingegnano per acquistarla, imparando così piano piano il senso e l'uso dei soldi.

Puntare ai piccoli per arrivare ai grandi - Già diffuso in Svizzera tedesca, adatto a chi ha appena 4 anni, sarà presentato al pubblico al Lac in autunno e vuole diventare premessa e supporto alle lezioni che già si tengono, su invito, nelle scuole elementari e medie e che hanno finora coinvolto «3.500-4.000 ragazzi», dice Ilario Lodi di Pro Juventute Ticino. «Perché ora abbiamo deciso di rivolgerci a bambini così piccoli? Perché a quell'età sono in più stretta relazione con i genitori. Ed è a loro che vogliamo arrivare, offrendo un mezzo concreto per fare educazione prima che la situazione sfugga di mano. Il denaro è peraltro un mezzo eccellente per fare educazione a 360 gradi: può essere sfruttato per parlare di argomenti come il sacrificio e la relazione con gli altri».

Si parte da un franco a settimana - Puntare ai piccoli per raggiungere i grandi, destinatari di un'altra iniziativa prossima a venire. Quando si parla di soldi e di bambini, non si può non pensare alla paghetta. Giusta? Sbagliata? Un'usanza da temere? O da sfruttare come un'opportunità? «Non è utile: è utilissima», risponde Lodi. «Mette in gioco come genitori. Non deve servire a mettere a tacere i figli, ma per porre il tema sul tavolo. Negarla è un'occasione mancata. Poi, certo, un percorso può essere fatto anche di "no"».

E per finire... consigli per gli acquisti - Finora, però, a parte qualche indicazione di massima scritta sugli opuscoli, come importi precisi e differenziati secondo gli anni scolastici - a partire da un franco a settimana il primo anno fino a 4 il quarto, per passare a 25-30 franchi al mese il quinto e sesto e salire a 50-80 dall'undicesimo in poi - i genitori venivano lasciati soli a decidere sul come, il quanto, il se. Presto non sarà più così: in cantiere l'introduzione in Ticino di workshop sulla paghetta. «Verranno promosse attività pratiche per insegnare a fare educazione anche attraverso di essa». Una nuova "lettera speciale" indirizzata alle famiglie si concentrerà infine su consumi e consumismo: inevitabile e doveroso, davanti ai modi di una pubblicità aggressiva di cui i bambini, anello debole, stanno diventando sempre più target.

Commenti
 
Arthur Meraviglia 10 mesi fa su fb
Mio padre mi dava 20 fr per la settimana, è mi diceva portami il resto😂
Don Ødyo 10 mesi fa su fb
Bimbi viziati di merda
Lorena Quadri 10 mesi fa su fb
Gia.... meglio rubare vero?
Nunzia Conte Iorio 10 mesi fa su fb
Io davo 5frsa settima .pero'dovevano.guadagnarselo apparechiare bene la tavola .e ordine in cameretta
Selma Caselli Verga 10 mesi fa su fb
Serter Lorelay versa pure
Serter Lorelay 10 mesi fa su fb
Quanto 🎶🎼🎵💸😍😘
Selma Caselli Verga 10 mesi fa su fb
Serter Lorelay 10000
Patrick Pieri 10 mesi fa su fb
Tutti psicologi navigati qua 😂😂😂
Boris Felice 10 mesi fa su fb
Ma va... esperti? Tutti noi siamo cresciuti senza paghetta e non siamo indebitati, ma avevamo valori sani e solidi! Se i genitori iniziano gia con il leasing, cosa volete che facciano i figli? Un po' come il fumo...
Alessandro Kom 10 mesi fa su fb
Mi auguro che questa notizia venga letta in Somalia, Nigeria, Sudan, Chad ecc. ecc.
Sabrina Balest Tamburini 10 mesi fa su fb
Difficile dare ai piccoli quando già mancano ai grandi...
Ira Hernandez Soldini 10 mesi fa su fb
Alex Moscatelli
Eleonora Belli 10 mesi fa su fb
l ho sperimentata sui miei figli , ora io ho 71 anni e i miei figli 39 e 43 . non sono avidi ma non buttano neanche dalla finestra il denaro , e si sono fatta una buona posizione , naturalmente bisogna non esagerare e cercare di sapere cosa ne fanno della ( paghetta ) in oltre la pagetta desve sempre essere una ricompensa per una cosa ben fatta . questa è stata la mia idea ...ben riuscita
bananajoe 10 mesi fa su tio
Tutti soldi che poi vanno spesi in "ciugnate"!!!! ...e poi siamo qui a chiederci perché la nuova generazione è in sovrappeso e molti ragazzini sono già obesi all'età di 10 anni. Ma per favore....
Frankeat 10 mesi fa su tio
@bananajoe i ragazzini obesi a 10 anni sono sempre esistiti e sempre esiteranno. Non mi sembra che guardando i compagni dei miei figli ci siano bambini sovrappeso, più di quanto non ce ne siano stati 10-20-30-40 anni fa. anchele ciugnate sono sempre esistite e se ne abbiamo fatto uso noi e siamo arrivati fino a qui, non vedo perché togliergli questo piacere (sempre senza esagerare ovviamente).
Nicklugano 10 mesi fa su tio
@Frankeat Ciao Frankeat... esattamente della tua opinione
Reddy Red 10 mesi fa su fb
Ma che paghetta di mmmm quando non c'è lavoro per i ticinesi 😂🤣😂
Nicklugano 10 mesi fa su tio
È mai possibile che ci servono gli esperti di Pro Juventute anche per dirci come gestire la paghetta dei nostri figli? Se lo avessi detto a mio padre 55 anni addietro, penso che una ben assestata pedata sarebbe arrivata a stretto giro di posta... al signor Lodi, per ringraziarlo di non essersi fatto i fatti suoi. Possibile che questo gentile esperto venga pagato per spiegarci come educare i figli? Siamo messi sempre meglio.
Marco Edoardo Dozio 10 mesi fa su fb
Mia figlia ha gia la sua visa prepagata a 12 anni e la usa con grande rispetto e parsimonia. Capisce il valore dei soldi
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Visa a 12 anni....mah!
Lorena Quadri 10 mesi fa su fb
Mi Pa potrebbe essere la VISA OK che prendi in kiosk... e viene ricaricata man mano
Liana Alberti 10 mesi fa su fb
Ciao io da piccola negli hanni 70 i miei genitori mi davano 5 fr. A settimana! Però dovevo aiutare in casa con i lavori domestici. Fare i compiti e poi potevo giocare. Sono cresciuta con questo concetto.poi a 6 anni ho ricevuto il mio primo cane,mio papà mi disse che dovevo occuparmi della mia cagnolina,portarla fuori x i bisogni dargli da mangiare e tenerla bene! Così è stato e sono cresciuta con questi concetti!
Ismy Tiz Petrocchi 10 mesi fa su fb
Concordo, sono del tuo stesso periodo...comunque i compiti per mia figlia del 2009 sono il suo compito! Come io ho il mio di mamma casalinga il papà ha il suo lei deve fare i compiti senza paghetta! Quando mi aiuta a pulire magari le scale con paletta e scopina piuttosto che fare la polvere in camera sua, le do 5.--! Visto che capita raramente o solo quando vuole qualcosa che non compriamo perché non serve allora si attiva😉😉 non è facile già a 8 anni far capire le cose...ma ci si prova, cerco di fare un po' quello che hanno fatto i miei genitori😉😊
Liana Alberti 10 mesi fa su fb
Ciao si non è facile x i bimbi !io dovevo ubbidire! Devo dire che i miei sono stati dei bravi genitori! Mia mamma è ancora una donna severa! Mio papà purtroppo è morto 20 anni fa e ha lasciato un grande vuoto! Mi ha lasciato la ricchezza dei suoi principi!
Bruna Bralla 10 mesi fa su fb
La paghetta bisogna guadagnarsela solo così impareranno a gestire i soldi , se viene regalata impareranno invece che basta allungare la mano per ricevere e se non potranno più farlo con i genitori lo faranno con lo Stato , quanti casi di aiuto sociale hanno radici proprio nell' avere sempre ricevuto senza dare niente in cambio e continuano a farlo .
Rosella Zwyssig 10 mesi fa su fb
Brava Bruna , questa e' la risposta piu'sensata..nella vita le cose bisogna guadagnarsele e far credere ai figli, che a loro e' tutto dovuto e gratis , e un cattivo insegnamento di vita..E gia'oggi ,vediamo i disastrosi risultati..
Ismy Tiz Petrocchi 10 mesi fa su fb
La paghetta ci può anche stare, ma bisogna guadagnarsela
Fabio Ambrosini 10 mesi fa su fb
Ai bimbi di 4 anni? Ma vi drogate? 🤣🤣🤣 e questi esperti vorrebbero insegnarci a stare al mondo..ma andate a lavorare seriamente..barboni 🤣🤣
Fabio Ambrosini 10 mesi fa su fb
Questi vogliono gia' istruirli al baratto e al consumismo...
Fabio Ambrosini 10 mesi fa su fb
In arrivo workshop da foffalandia 😂😂 sara' qualche sedicente supermasterizzato infilato alla supsi o usi?
Giulia Marianne Cavadini 10 mesi fa su fb
Utilissimo crescere una generazione di nullafacenti che al posto di essere sensibilizzati sul denaro, capendone il valore, lo ricevono gratis da mamma e papà non facendo NIENTE. La paghetta è una delle cose più inutili che esistono, e complimenti agli esperti che la appoggiano. Solo una domanda : come è possibile dare valore ai soldi se vengono regalati? Non è possibile. Sarebbe da insegnare ai figli a fare qualcosa per guadagnarli, e non a 4 anni, ma dai 10 via.. aiuti a raccogliere le foglie in giardino? Aiuti in casa? Lavoro = soldi. Visto che dopo il primo datore di lavoro si auspica che il ragazzo lavori per guadagnare, sarebbe utile insegnarlo già da piccoli... e in questo modo non si indebiterebbero comprando cose che non possono permettersi, perché conoscono il valore del denaro e se lo sono guadagnato. Sono veramente contraria a questa pratica. Io non ho ricevuto la paghetta e ne sono contenta, non sono indebitata e ho iniziato presto a fare i salvadanai dove mettere da parte i soldini guadagnati.
Rosy Bariffi 10 mesi fa su fb
Comunque piccole ricompense da saper gestire, e' un 'insegnamento o no?
Andy Da Silva 10 mesi fa su fb
La paghetta che io sappia la si da in cambio di alcune mansioni svolte. Come ricompensa. Viziate pure i vostri figli dando soldi a minchia.
Giulia Marianne Cavadini 10 mesi fa su fb
Io avevo compagni di scuola alle elementari che ricevevano la paghetta della settimana o del giorno così perché respiravano, e infatti nell'articolo non viene citato il fatto paghetta=ricompensa per un lavoro.. ma piuttosto se ne parla come uno stipendio che ricevi senza fare niente di particolare...
Moira Mella 10 mesi fa su fb
Io ricevevo la paghetta settimanale, non era molto ma almeno ho cominciato a "gestirmi" da sola i miei soldini.. Non sono ne viziata, ne indebitata, ne nulla facente anzi..
Ismy Tiz Petrocchi 10 mesi fa su fb
Moira Mella a 4 anni???? Moira io il discorso di Giulia lo appoggio appieno. La paghetta io non la ricevevo, ma se aiutavo con lavori straordinari allora mi davano 5 o 10.--
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Vero Giulia! Vero Andy! Una volta giravano paghette da 2.- 5.- o 10.- franchi massimo per aver aiutato i genitori nelle faccende domestiche. Oggi ci sono adolescenti con il conto bancario a 10-20MILA franchi e non fanno un c***o in più sempre attaccati a iphone e sigarette in bocca. Molti giovani d'oggi nonostante ricevono tutto senza muovere un dito sono la generazione di indebitati e viziati per eccellenza. Gli esperti della "mutua"... si devo ancora sentirne di caxxate...ma per favore!
Moira Mella 10 mesi fa su fb
No in effetti nn a 4 anni, verso i 6, ma io ho sempre aiutato in casa dai 4-5 anni.. e si la paghetta non superava i 10.- 😅
Giulia Marianne Cavadini 10 mesi fa su fb
Moira Mella giustissimo allora se aiutavi in casa!
Timuçin Beşken Pawiński 10 mesi fa su fb
E tutto questo ragionamento viene fuori dopo aver concluso una formazione in psicologia pediatrica o sono solo parole scritte così ad cazzum?
Giulia Marianne Cavadini 10 mesi fa su fb
Visto che per essere genitori non è ancora in vigore un esame di stato mi reputo abbastanza adulta per criticare determinate scelte educative che eludono il mio campo professionale universitario, che in altre parole : basta la semplice analisi dei fatti e un po' di mera logica per arrivare alla mia conclusione, senza scomodare psicologi e filosofi. E sí, benché non fosse psicologia infantile un corso di psicologia l'ho seguito anche io all'università, se proprio interessa, ma dal mio punto di vista, in questo contesto, è irrilevante.
Mi Pa 10 mesi fa su fb
Dovrebbero introdurre una patente per fare i genitori....io l'ho sempre detto che fare figli è facile, crescerli ed educarli (bene) non tutti sanno farlo, ci sono genitori ("moderni") che sono più immaturi e irresponsabili dei loro figli...
Timuçin Beşken Pawiński 10 mesi fa su fb
Irrilevante? Mera logica?! Come fai ad affermare cose senza fonti e senza dati, mai sentito parlare di metodo scientifico? Un corso di psicologia ed essere adulti non equivalgono ad una laurea.
Lorena Quadri 10 mesi fa su fb
E perché a 4 anni non sono in grado di dare una mano in casa e giardino??? La più piccola, ora, ha 8 anni e mezzo e da lavare ed asciugare i piatti, e questo é solo un esempio!
Potrebbe interessarti anche
Tags
bambini
ticino
soldi
genitori
paghetta
educazione
fare educazione
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-05-25 08:54:05 | 91.208.130.87