MENDRISIO
27.04.2017 - 11:110

Il SAM: «Chi paga l’altra metà della fattura?»

Il Servizio Autoambulanza Mendrisiotto lancia la nuova campagna di raccolta fondi

MENDRISIO - Con il messaggio “Solo la metà, una volta all’anno”, il nuovo volantino di raccolta fondi del SAM-Servizio Autoambulanza Mendrisiotto richiama l’attenzione su un tema di attualità, quello del rimborso delle spese pre-ospedaliere.

«Chiamare un’ambulanza è già di per sé un motivo di angoscia - sottolinea oggi il SAM in una nota stampa -. Se poi, al termine dell’intervento, il cittadino “scopre” di dover pagare la metà delle prestazioni di soccorso, ci si può ben immaginare il suo smarrimento». Eppure, così vuole la nostra attuale normativa. La LAMal, infatti, rimborsa solo la metà delle spese sostenute: l’altra metà è a carico del paziente. E se questi non ha sottoscritto un’assicurazione complementare deve pagare diverse centinaia di franchi.

«Come conseguenza - sottolinea il SAM -, capita sempre più spesso che le persone meno abbienti rinuncino a usufruire di un servizio che dovrebbe essere sotto ogni punto di vista un diritto civile». Da qui la ricerca di donatori dell’Ente (la quota annuale è di 40 franchi per i single e 70 franchi per le famiglie), per ottenere agevolazioni sulle spese in caso di richiesta di un’ambulanza.

«In alcuni tipi di patologie - prosegue il SAM -, questo rapido intervento “sul posto” può consentire di salvare diverse vite umane. È quindi evidente che i veicoli di soccorso, con il loro team, rappresentino un anello imprescindibile della catena di salvataggio».


Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.sam-mend.ch.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 21:42:24 | 91.208.130.85