Immobili
Veicoli

CANTONEClub Pescatori a mosca Ticino: sono 40 anni d’attività

24.04.17 - 10:51
Club Pescatori a mosca Ticino: sono 40 anni d’attività

CAMORINO - Sabato 22 aprile 2017, presso il Ristorante-grotto “Ponte Vecchio” di Camorino, si è tenuta la 40esima Assemblea generale del Club Pescatori a Mosca Ticino, una Federazione di pescatori riconosciuta partner del Cantone a partire dal 2012.

Nel corso dell’assemblea si è voluto festeggiare i 40 anni di attività del “Club” davanti ad un notevole numero di soci. Dopo aver illustrato le numerose attività intraprese nel corso dell’anno, ed aver sottolineato le interessanti collaborazioni sviluppatesi con alcune società storiche del cantone (Ceresiana, Verzaschese, ecc ecc), tra le varie trattande all’ordine del giorno hanno avuto spazio le proposte che ancora una volta il CPMT porterà sul tavolo delle discussioni del Cantone per apportare le dovute modifiche ad un regolamento d’applicazione definito «vetusto e che andrebbe rivisto nel suo insieme».

Esse sono:
1) La riduzione del numero di catture giornaliere per tutti i corsi d’acqua del Cantone, da 10 a 6.
2) Abrogazione della moratoria per la pesca del Temolo. E’ appurato che nel fiume Ticino il temolo è ben presente in tutte le sue classi d’età. Lo stesso discorso non vale per la trota purtroppo.
3) Si richiede al Cantone di introdurre un metodo “online” come già presente in altri Cantoni (es. Uri e Svitto) per poter staccare le patenti di pesca.

«Il ragionamento di fondo che tutti dovrebbero fare - sottolinea il Club in una nota - è che abbiamo la fortuna di vivere dove ancora ci sono posti speciali, i fiumi, torrenti e ruscelli delle nostre valli non dico che siano incontaminati ma ancora abbastanza selvatici e naturali sì».

«Noi - proseguono - dobbiamo impegnarci a preservarli e salvare il salvabile. Proposte come quelle avanzate ultimamente da altre categorie di voler reintrodurre l’ardiglione o voler immettere pesci di pronta cattura sono errori dettati dall’ingordigia e da una visione distorta della pesca, al solo beneficio del pescatore e del suo ego. La nostra uscita di pesca ci dovrebbe gratificare per gli ambienti, i colori, gli odori e non solo per i pesci che riusciamo a catturare. Sono convinto che il mondo della pesca stia cambiando, le nuove leve (molto presenti alla nostra assemblea) che si affacciano al nostro hobby sembrano più portate al rispetto della natura e a una pesca sostenibile. Sta ad ognuno di noi vivere, pescare e divertirsi nel rispetto della natura. L’appuntamento per tutti è fissato per sabato 23 settembre 2017 presso il Museo della Pesca a Caslano per i festeggiamenti ufficiali».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO