L’alfiere Gion Schmid, il responsabile regionale Eduard Gabathuler, Diego Giovanoli, Kevin Darlis e il comandante Walter Schlegel (da sinistra)
SAN BERNARDINO
14.03.2017 - 14:180
Aggiornamento : 15:35

Giurano due poliziotti, sono i primi grigionesi formati in Ticino

Operando in un ambiente trilingue, la Polizia cantonale dei Grigioni vuole promuovere la competenza linguistica

SAN BERNARDINO - Da sabato la Polizia cantonale dei Grigioni può contare su due nuovi agenti. Per la prima volta, dei poliziotti grigionesi di lingua madre italiana hanno svolto la propria formazione presso la Scuola di polizia del Cantone Ticino.

Nel suo intervento, il comandante della Polizia cantonale dei Grigioni Walter Schlegel ha fatto riferimento alla formazione dei due poliziotti di lingua madre italiana, che per la prima volta si è svolta nel Cantone Ticino. «Potete essere orgogliosi di essere stati i primi a poter usufruire della formazione nel nostro Cantone limitrofo e di aver quindi posto una prima pietra in tal senso», ha osservato. Schlegel ha tuttavia affrontato nel suo discorso anche il futuro dei due poliziotti in chiave personale, illustrando loro cosa significhi prestare giuramento alla bandiera della Polizia cantonale dei Grigioni. In quanto rappresentanti del potere dello Stato si incarna il monopolio dell’uso della forza di quest’ultimo: «ciò richiede un grande senso di responsabilità e un’elevata sensibilità», ha sottolineato Schlegel in merito.

Promozione della competenza linguistica - Operando in un ambiente trilingue, la Polizia cantonale dei Grigioni promuove e coltiva la competenza linguistica. Da un lato vengono offerti nelle regioni corsi di lingue che godono di un’intensa partecipazione da parte delle e degli agenti. Dall’altro, uno degli obiettivi della fase di reclutamento è l’individuazione di persone adatte alle diverse regioni linguistiche. Grazie a tali competenze queste ultime potranno infatti essere impiegate in maniera ideale a beneficio della popolazione grigionese e dei suoi ospiti. Con la possibilità di formazione presso la Scuola cantonale di polizia (SCP) di Giubiasco si sfrutta l’area di lingua italiana oltre i confini del Cantone, ponendo la prima pietra per l’offerta formativa del futuro. I due poliziotti Diego Giovanoli e Kevin Darlis saranno assegnati al Centro della polizia stradale di San Bernardino. Darlis ha completato la scuola come il migliore della sua classe.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 16:17:48 | 91.208.130.87