Stefano Santinelli, Christa Rigozzi, Luca Albertoni e Stefano Rizzi
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
LUGANO
1 ora
Godersi la foce con la distanza sociale
Per il lungo weekend di Pentecoste sono entrate in vigore le nuove misure per favorire il distanziamento sociale.
MELIDE
2 ore
Swissminiatur riapre un po' di più, ed è a senso unico
Al via la stagione 2020 con novità post Covid
PONTE TRESA
2 ore
Il nuovo serbatoio dell'acqua potabile arriverà in elicottero
Il luogo di posa non è raggiungibile con gli autocarri
LUGANO
5 ore
Svizzeri all'estero: sul Ceresio ma un anno dopo
Slitta all'anno prossimo il congresso previsto per il mese di agosto
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Un ticinese ha percorso più di 100 km in due giorni
One Million Run: il muro del milione di chilometri da percorrere in due giorni è stato abbattuto.
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Mascherine sull'autopostale: in Ticino la indossa uno su 5
E oltre il San Gottardo va anche peggio, come dimostrano le cifre della Svizzera tedesca e della Romandia
BELLINZONA
8 ore
Colonie estive nella capitale: «Qual è la situazione attuale?»
Angelica Lepori e Monica Soldini interpellano il Municipio.
CANTONE
8 ore
Una settimana senza decessi in Ticino
Dall'inizio dell'emergenza, nel nostro Cantone ci sono stati 3'315 contagi accertati e 348 decessi.
CANTONE
10 ore
Un po' di pioggia è caduta, ma non basta
Nel mese di maggio le precipitazioni (nella media) non hanno compensato il deficit idrico registrato da inizio 2020.
CANTONE
10 ore
«Riduciamo i trasporti inutili e pericolosi degli inerti»
Iniziativa parlamentare elaborata presentata dai due deputati del Partito Comunista in Gran Consiglio
FOTO E VIDEO
VOGORNO
21 ore
Cade con la moto in curva, due i feriti
Sul posto la Polizia e i soccorritori del Salva
BLENIO
1 gior
"Catturato" un nibbio reale, l'immagine è bucolica
La suggestiva foto di un lettore, scattata in Valle di Blenio
LUGANO
13.10.2016 - 16:180

Al LAC di Lugano un viaggio nel futuro digitale

Si è tenuta ieri la seconda Swisscom Dialogarena Ticino, una piattaforma di discussione e ispirazione, dedicata al mondo economico ticinese

LUGANO - Si è tenuta ieri la seconda Swisscom Dialogarena Ticino, una piattaforma di discussione e ispirazione, dedicata al mondo economico ticinese. I pionieri della digitalizzazione si sono dati appuntamento al LAC di Lugano per confrontarsi, condividere le esperienze e trovare risposte alla domanda che oggi molte aziende si pongono: come avere successo nell’economia del futuro?

La Svizzera è campione del mondo per la digitalizzazione della società: l’infrastruttura è eccellente, il numero dei dispositivi mobili utilizzati è in costante crescita, esistono regole che tutelano la privacy, l’energia ha un prezzo conveniente e si può contare sulla stabilità del contesto politico ed economico.
In questo scenario le opportunità che la digitalizzazione offre ad aziende piccole e grandi sono innumerevoli, e l’evento di Lugano ha offerto altrettanti spunti di riflessione grazie agli interventi di importanti ospiti che hanno accompagnato gli oltre 130 CEO, CIO e direttori d’azienda in un affascinante viaggio nel futuro digitale.

Stefano Santinelli - delegato del CEO di Swisscom per il Ticino – ha accolto i partecipanti e scaldato i motori con un avvincente intervento sull’intelligenza artificiale e i risvolti delle nuove tecnologie sul mondo del lavoro e non solo. Se da un lato infatti le applicazioni offerte dalle reti neuronali consentiranno alle aziende di potenziare il proprio servizio clienti, dall’altro introdurranno sempre più nelle nostre vite tecnologie intelligenti: auto che si guidano da sole, telefonini in grado di predire il comportamento di chi li usa, e nuove frontiere per la gestione della casa, capaci ad esempio di ascoltare i “movimenti dell’ambiente domestico” per ricreare autonomamente una temperatura confortevole in base alle persone presenti in un determinato momento della giornata.

La successiva tavola rotonda moderata da Christa Rigozzi, con Luca Albertoni, Stefano Rizzi e lo stesso Santinelli, si è soffermata sull’attuale situazione ticinese, che vede secondo il Direttore della Camera di Commercio una discrepanza tra il ritmo dell’evoluzione tecnologica e la capacità di adattamento a livello giuridico e legislativo. Il mondo economico ticinese è tuttavia proiettato verso l’innovazione che è un «caposaldo della politica economica in Ticino», come ha sottolineato Direttore della Divisione dell’economia del DFE. I relatori ed i presenti in sala, chiamati ad esprimere la propria opinione sul tema attraverso un sondaggio, sono stati concordi nell’affermare che la trasformazione digitale in Ticino deve poggiare sulla collaborazione: il dialogo tra politica, mondo accademico, CEO ed imprenditori sarà la chiave per il successo.

Le sei arene con i rispettivi relatori ospiti hanno poi affrontato temi diversi: ad esempio Giuseppe Genovesi - CIO Interroll Holding SA, ha illustrato l’esperienza della sua azienda con l’infrastruttura cloud, che si caratterizza per un’agilità estrema.
Stefano Santinelli, insieme a Carlos Garcia - Presidente eHealth Ticino, Athos Staub - CEO Sanacare e Fabio Rezzonico - Direttore Cardiocentro, ha affrontato il tema della sanità. In particolare è emerso come la Svizzera in quanto a costo del settore sanitario sia seconda solo agli Stati Uniti; la digitalizzazione dei processi e delle procedure amministrative consentirebbe in questo scenario di ridurre i costi del servizio sanitario di 2 o 3 miliardi, con picchi di risparmio del 90% in alcuni ambiti.

Prima di continuare le discussioni nella zona networking, dove vi era anche la possibilità di scoprire da vicino alcune applicazioni concrete negli ambiti smart city, smart office e smart customer experience, un avvincente intervento di Alberto Calcagno – CEO di Fastweb, ha catalizzato l’attenzione dei partecipanti. Quale è stata la ricetta che ha permesso ad un’azienda di successo come Fastweb di avere ancora più successo grazie ad una trasformazione digitale radicale? Cinque gli ingredienti chiave: il committment del top management; il coraggio di osare con cambiamenti organizzativi atipici; un “bagno di umiltà”, ossia confrontarsi con i migliori della classe per imparare; un approccio agile ed infine una semplificazione dell’intera architettura aziendale. Da non dimenticare: il primo passo è “rimboccarsi le maniche”, consapevoli che il percorso non sarà breve ma porterà in luoghi inesplorati. Sarà di ispirazione per le aziende di casa nostra?

 

Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-01 18:48:19 | 91.208.130.89