Tipress
LUGANO
07.10.2016 - 19:220
Aggiornamento : 21:12

Attenzione alla truffa dei falsi poliziotti, ecco come difendersi

La polizia ricorda di non consegnare mai denaro agli sconosciuti, anche se si presentano come conoscenti della famiglia o agenti di polizia

LUGANO - Anche se non risultano casi a Lugano, la polizia della città ha emanato oggi alcuni consigli su come prevenire le truffe del falso poliziotto (e del falso nipote).

Situazione - I truffatori hanno trovato un nuovo stratagemma, visto che ormai della truffa del falso nipote si parla sempre più spesso. Gli impostori si fingono agenti di polizia e cercano di indurre le persone, soprattutto anziane, a consegnare loro del denaro. Spesso se fallisce il tentativo con la truffa del falso nipote, i truffatori ci riprovano fingendosi poliziotti.

Come comportarsi - La polizia consiglia di diffidare sempre dagli sconosciuti che, dichiarandosi un parente o un poliziotto, chiedono di consegnare loro denaro o valori. La polizia infatti non chiede somme di denaro al cittadino presso il suo domicilio, e la stessa è normalmente sempre in divisa e dispone di una speciale tessera di identificazione da esibire su richiesta.

E se doveste avere dubbi o sospetti sull’identità del vostro interlocutore, interrompete immediatamente la conversazione o non aprite la porta.

Si ricorda inoltre di segnalare le truffe direttamente alla polizia.

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 17:15:49 | 91.208.130.89