tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
6 ore
Frate cappuccino alla sbarra a dicembre
CANTONE
7 ore
Gobbi sul radar di Camorino: «Lo scopo preventivo è quantomeno discutibile»
CANTONE
8 ore
Swiss sui voli cancellati: «Siamo in stretto contatto con Adria Airways»
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Lavoratori distaccati: «No a maggiori diritti verso gli appaltatori»
CANTONE
9 ore
Casse malati, l’Ordine dei medici sta con Raffaele De Rosa
BIASCA
11 ore
Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»
CANTONE
11 ore
Prevenzione o radar trappola? A Camorino è strage di multe
CANTONE
12 ore
Martina Hirayama ricevuta da Manuele Bertoli
CANTONE
12 ore
Consuntivo 2018, c'è l'ok del Gran Consiglio
CANTONE
13 ore
Troppi voli cancellati: «Non si può andare avanti così!»
CANTONE
13 ore
Pau-Lessi: «Mai coperto nessuno». E chiede di essere sentito dal Gran Consiglio
CANTONE
14 ore
Mountain bike elettriche da condividere fra Biasca e Blenio
LOCARNO
14 ore
Carte di credito, cellulari e leasing con identità altrui. Arrestata
CANTONE
14 ore
Terza corsia sull'A2? «Basta con le soluzioni prefabbricate»
BELLINZONA
17 ore
Frena per evitare lo schianto, 15enne in ospedale
CANTONE
22.09.2016 - 11:060

Ecco perché a scuola è "Meglio a piedi"

Domani è la giornata dedicata alla mobilità lenta e alla sicurezza degli allievi sui percorsi casa-scuola. Scopri le alternative al traffico urbano

BELLINZONA - Domani, venerdì 23 settembre, è la «Giornata internazionale a scuola a piedi» dedicata alla mobilità lenta e alla sicurezza degli allievi sui percorsi casa-scuola. Questo evento vuole ricordare a cittadini e autorità locali che per il benessere e la qualità di vita è molto importante che i bambini possano recarsi a scuola a piedi.

Per questo motivo il progetto «Meglio a piedi», attivo dal 2010 per promuove i Piani di mobilità scolastica (PMS), ricorda che il Fondo Swisslos ha rinnovato per il triennio 2016-2018 il credito quadro di 300 mila franchi a favore dei Comuni che allestiranno i PMS nel proprio comprensorio.

Quotidianamente in Ticino migliaia di bambini percorrono più volte al giorno il tragitto casa-scuola. Qualcuno a piedi, altri in bus o in bicicletta. Molti genitori preferiscono accompagnare i propri figli in auto per tutelarli dai pericoli della strada, aumentando così involontariamente il rischio per tutti gli utenti della strada. Rinunciare all’auto agisce invece in senso contrario, riducendo i rischi per tutti e aumentando la percezione di
sicurezza e quindi la motivazione a spostarsi a piedi.

Al traffico urbano sul percorso casa-scuola esistono delle alternative, come quelle proposte dai Piani di mobilità scolastica:
• le Isole felici, dove realizzare spazi a misura di bambino
• le fermate Scendi e vivi, per fare scendere i bambini dalle auto e lasciarli proseguire su un percorso pedonale protetto
• la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali esistenti e/o la progettazione di quelli necessari
• molte altre misure di moderazione del traffico, volte a conferire continuità e sicurezza ai percorsi pedonali e a facilitare l’accesso ai mezzi di trasporto pubblico.

Un PMS interviene, dunque, sui conflitti generati dalla mobilità scolastica con misure concrete a favore della mobilità lenta. È motivo di eccellenza per ogni scuola e comune poiché promuove la salute e il benessere dei bambini e di tutti i cittadini, favorisce la convivenza fra i vari utenti della strada, potenzia e rende attrattiva la rete dei percorsi pedonali in tutta sicurezza.

Per maggiori informazioni, e per capire come intervenire sulla propria realtà locale, gli interessati possono visitare il sito www.meglioapiedi.ch, e naturalmente richiedere informazioni ai responsabili del progetto «Meglio a piedi».

Incitando quindi i comuni e le scuole ad aderire alla «Giornata internazionale a scuola a piedi», «Meglio a piedi» ricorda le regole d'oro per essere più sicuri nel traffico:
• Fatti vedere! Indossa sempre la pettorina catarifrangente!
• Cammina sul marciapiede o lungo il ciglio della strada!
• Per attraversare: fermati, ascolta; guarda a sinistra, a destra e poi ancora a sinistra!
• Guarda l’automobilista negli occhi, assicurati che ti abbia ben visto e che l’auto sia ferma!
• Anche attraversando, controlla sempre che non arrivino nuovi veicoli!

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 05:02:08 | 91.208.130.87