TiPress
MENDRISIO
11.08.2016 - 10:300

Centro di Rancate: «Come funzionerà?»

I deputati Fonio, Agustoni e Pagani chiedono al Consiglio di Stato chiarezza in merito all'emergenza alla frontiera

MENDRISIO - Nell'annunciare la realizzazione di un centro per l'accoglienza temporanea dei migranti in attesa di rinvio a Rancate, il direttore del Dipartimento delle Istituzioni, Norman Gobbi, ha sottolineato la necessità di disporre di una tale struttura, in modo da favorire il lavoro delle guardie di confine.

Una decisione, quella del Consiglio di Stato, accolta positivamente dalla larga maggioranza dei gruppi politici di Mendrisio, che riconoscono lo «sforzo di responsabilità e di solidarietà» imposto dall'attuale situazione internazionale ma al contempo ritengono di fondamentale importanza che la popolazione di Mendrisio, e del distretto in generale, possa disporre in modo completo ed esaustivo delle informazioni della situazione regionale.

Grande attenzione verso i più vulnerabili - In tema di migrazione è inoltre fondamentale chiarire, come sottolineato dai deputati Giorgio Fonio, Maurizio Agustoni e Luca Pagani in un'interrogazione al Consiglio di Stato, quale sarà la prassi adottata alla frontiera nei confronti di persone particolarmente vulnerabili che intendono richiedere l'asilo, quali donne incinte, donne sole con bambini piccoli e, soprattutto, minorenni non accompagnati.

Chiarezza sul centro - Nel rivolgersi al Consiglio di Stato, i tre gran consiglieri del PPD chiedono inoltre quali funzioni svolgerà esattamente il centro, chi ha assunto l'iniziativa di realizzarlo e chi si occuperà della gestione e della sicurezza del centro.

Si chiede infine di fare luce sul numero effettivo di persone che saranno presumibilmente ospitate nel centro, secondo quali modalità saranno distribuite e per quanto tempo, invitando a precisare se sarà inoltre prevista la «presenza di mediatori culturali» a sostegno degli operatori del centro.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
Scommettiamo che nel nuovo centro si potranno trovare i pokemon?...
siska 3 anni fa su tio
..io penso sempre male su tutto quanto concerne...............
beta 3 anni fa su tio
Capannone in disuso e messo a disposizione gratuitamente ? A pensar male NON si fa peccato !
shooter01 3 anni fa su tio
lo «sforzo di responsabilità e di solidarietà» = un'altro problema della fallimentare italia che ricade su di noi. Dell' interrrogazione mi interessa solamente la parte riguardante sicurezza, numero di persone e durata della permanenza. Il resto no
leopoldo 3 anni fa su tio
si ma il probblema alla frontiera se lo trova l'italia non noi.centro non giustificato
911 3 anni fa su tio
bene il camio c`e`.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 19:18:05 | 91.208.130.89