CANTONE
30.06.2016 - 13:380

In Ticino poche nascite. E cresce il numero dei decessi

In diminuzione pure i matrimoni e le unioni domestiche registrate

LUGANO - Nel 2015 è aumentato il numero di nascite fuori dal matrimonio, di riconoscimenti di paternità e di divorzi. Ma anche i decessi hanno subito un incremento. Sono diminuiti invece i matrimoni e le unioni domestiche registrate. Sono alcuni dei risultati definitivi della statistica del movimento naturale della popolazione realizzata dall’Ufficio federale di statistica (UST).

Le nascite sono passate da 85'300 nel 2014 a 86'600 nel 2015 (+3,1%). Questo aumento, però, non è il risultato di un baby-boom, ma dipende dalla crescita demografica. Anche se registra una diminuzione del numero di nascite, Zurigo resta il Cantone svizzero con il maggior numero di nascite per abitante (11,6‰). Il tasso più basso si registra in Ticino (8,4‰).

Aumento delle nascite fuori del matrimonio e dei riconoscimenti - La maggior parte delle nascite (77,1%) ha luogo nell'ambito del matrimonio; la quota di quelle registrate al di fuori del matrimonio era del 22,9% nel 2015. Tuttavia queste ultime continuano ad aumentare, passando da 18'500 nel 2014 a 19'800 nel 2015 (+7,1%).

Primo aumento dei divorzi dal 2010 - Nel 2015 il tasso di divorzi ha subito una progressione dell'1,3% rispetto all’anno precedente, registrando 17'000 casi, mentre sono in calo i matrimoni e le unioni domestiche registrate. Nel 2015 i matrimoni celebrati sono stati 41'900, ovvero l'1,1% in meno rispetto al 2014.

Si conferma l'aumento dei decessi - L'episodio influenzale all'inizio dell'anno 2015 come pure la canicola in luglio hanno favorito l'aumento del numero di decessi. Se ne sono registrati 67'600, ovvero il 5,7% in più rispetto al 2014. Questo aumento è stato osservato in quasi tutti i Cantoni, ad eccezione di Turgovia, Zugo, Sciaffusa e Glarona, nei quali il numero dei decessi è sceso. Questa evoluzione ha provocato un abbassamento della speranza di vita alla nascita nel 2015: quella degli uomini è passata da 81,0 anni nel 2014 a 80,8 anni nel 2015, quella delle donne da 85,2 anni a 84,9. Questo arretramento dovrebbe essere passeggero e non dovrebbe costituire una tendenza.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-26 11:27:42 | 91.208.130.87