Foto d'archivio (tipress)
ULTIME NOTIZIE Ticino
VIDEO
LUGANO
2 min
Manor accende il Natale
Luci e suoni in una Piazza Dante gremita per quella che è diventata una tradizione natalizia a tutti gli effetti
CANTONE
50 min
Fino a quindici anni di carcere per gli abusi sui figli
La sentenza è stata comunicata poco fa dalla Corte delle Criminali presieduta dal giudice Amos Pagnamenta: «Fatti di una gravità mostruosa»
LUGANO
54 min
Una star del calcio per i diplomi ai nuovi manager
È stato uno degli allenatori più blasonati del calcio. Fabio Capello ha incontrato i diplomati del CAS in Management dello Sport e degli Eventi SUPSI 
FOTO
LOCARNO
1 ora
Si immette sulla strada ma non si accorge del bus
L'incidente è avvenuto all'intersezione fra via in Selva e via Franzoni, a Locarno. Leggermente ferito il conducente dell'auto
CANTONE
1 ora
Arriva la neve, cambiate le gomme
La polizia ricorda che nonostante non siano obbligatorie, chi crea problemi alla circolazione e incidenti a causa dell’inadeguato equipaggiamento invernale può comunque essere punito
LUGANO
2 ore
Il futuro sostenibile sul Ceresio si siede sulle "e-panchine"
Una mozione interpartitica chiede al Municipio di posare alcune stazioni di ricarica polifunzionali sul territorio cittadino
GAMBAROGNO
2 ore
Un traffico da incubo, scatta l’interpellanza
Roberta Passardi e Giacomo Garzoli sottopongono tredici domande al Consiglio di Stato. «C’è l’intenzione di revocare almeno parzialmente le limitazioni?»
LUGANO
2 ore
Il contagio da epatite C finisce al Tribunale federale
Il procuratore pubblico Moreno Capella ha deciso di presentare ricorso contro la decisione di ricusa del giudice Siro Quadri
GAMBAROGNO
3 ore
«Per colpa di Ferrari il Lido Gerra potrebbe aprire in ritardo»
È quanto lascia intendere il Municipio in una presa di posizione in cui si parla di «consigliere comunale ostinato», «ostruzionismo» e «tentativi atti a screditare l’operato» dell’Esecutivo
ASTANO
4 ore
«La fusione con Tresa è l'unica soluzione percorribile»
Il Consiglio di Stato ha risposto alla mozione parlamentare che chiedeva di aiutare il comune malcantonese ad uscire dalla crisi finanziaria di cui è oggetto
FOTO
RIVA SAN VITALE
4 ore
C’era una volta il cotto. Il Comune riaccende il passato delle fornaci
Abbandonate ormai da una settantina d’anni, verranno recuperate e valorizzate. Strizzando l'occhio a artigiani e artisti locali, ma anche al turismo
CANTONE
4 ore
Quanta neve arriverà stasera? Le stime di MeteoSvizzera
Mendrisio, Lugano e Locarno potrebbero essere risparmiate. Fino ad una quindicina di centimetri a Bellinzona. Una ventina a Biasca e fino a mezzo metro ad Airolo. L’allerta scatta alle 18
CANTONE
5 ore
La Regio Insubrica si concentra sul Ceresio
Si è tra le altre cose riscontrata l’efficacia della procedura di emergenza concordata a seguito dei precedenti incontri ed attuata in occasione di un recente blackout
CANTONE
6 ore
Oltre centotrenta atti sessuali? «Sono troppi»
Cosi la difesa del cinquantenne a processo con la moglie per abusi sui figli, che punta a una pena non superiore ai sei anni e sei mesi. Le scuse degli imputati. La sentenza alle 17
VIDEO
CANTONE
6 ore
Abbiamo provato il panino con la "carne vegana" di Burger King
E sul quale però proprio i veg fanno un po' di polemica (per come è cotto). Dobbiamo dire che ci ha sorpresi, e parecchio
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
Animali maltrattati: male la Svizzera, bene il Ticino
A livello nazionale i procedimenti penali per violazione delle norme di protezione sono tornati ad aumentare. Nel nostro Cantone si registra il dato più basso degli ultimi cinque anni
CANTONE
7 ore
Nominato il primario di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica
Il Prof. Dr. med. Yves Harder assumerà la nuova funzione a partire dal 1° gennaio 2020
CANTONE
8 ore
Abusi sui figli: «Aveva paura di perdere il marito»
Parla la difesa della donna a processo col coniuge per una lunga serie di atti sessuali consumati tra le mura domestiche. «Temeva di essere abbandonata»
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
La lotta alla mafia «prioritaria». E il Ticino avrà un ruolo centrale
Lo conferma il Consiglio federale rispondendo ad un'interpellanza di Fabio Regazzi: «Indispensabile una cooperazione nazionale e internazionale»
CANTONE
8 ore
Nominato il nuovo responsabile dell’Ufficio dell’assistenza riabilitativa
Siva Steiner entrerà in funzione dal primo dicembre e sostituirà Luisella Demartini-Foglia che andrà in pensione
CANTONE
8 ore
In Ticino «costi della salute più alti e quindi premi più alti»
Il Consiglio federale risponde a Marco Chiesa: «Dal 2014 al 2018 i ticinesi hanno pagato in media premi inferiori ai costi medi per assicurato»
CANTONE
8 ore
Il patrimonio della musica popolare in un volume
Il Centro di dialettologia e di etnografia dedica a questa poco indagata pagina di storia del Cantone Ticino e del Grigioni italiano una nuova pubblicazione
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
8 ore
Veicolo in fiamme sull'A2, chiusa una corsia
Il conducente è sceso in tempo dalla Citroën Berlingo con targhe ticinesi e non ha fortunatamente riportato ferite
CANTONE
8 ore
Siglato un accordo tra la SUPSI e l’Istituto cinese UAD
Le due università collaboreranno su progetti e formazione nell’ambito dell’architettura sostenibile
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Con Telethon torna in campo la solidarietà
Al via la nuova campagna di raccolta di fondi a favore delle persone con una malattia genetica rara e delle loro famiglie. Il 6 e 7 dicembre anche i biker San Nicolao
CANTONE
31.03.2016 - 10:350

Occupazione e produttività, i punti deboli del Ticino

L'Usi ha pubblicato il rapporto sulla competitività economica del Cantone. Non mancano i punti positivi come qualità di vita, lo spostamento casa-lavoro e inquinamento dell'aria

LUGANO - E' un Ticino tutto sommato "brillante" quello descritto nel "Rapporto sulla struttura economica ticinese" elaborato dall'Università della Svizzera italiana riguardante la competitività economica. Sono infatti poche le ombre in un contesto invece caratterizzato dalle tante luci, nonostante si assista ad un rallentamento generale della crescita economica.

PIL pro-capite: il Ticino perde posizioni in merito al Pil pro-capite, ma non solo. Alla produttività del lavoro e soprattutto alla struttura imprenditoriale, penalizzata dal fatto che, contrariamente a quest'anno, nella rilevazione precedente il valore dei beni esportati eccedeva quello dell'import.

I punti critici
Il PIL pro-capite viene ritenuto nello studio un indice di riferimento per determinare il grado di qualità di vita di una popolazione. L'analisi della produttività del lavoro mostra un trend di crescita negativo per la maggior parte dei settori. Le traiettorie di crescita, analizzate a partire dalla crisi economica globale, identificano un percorso di divergenza negativa per il Ticino, rispetto alla Svizzera.

La produttività del lavoro ticinese, infatti, cresce meno rispetto alla media nazionale, partendo da una situazione iniziale di svantagigio. L'occupazione è un altro punto di debolezza per il cantone, il minore tasso di occupazione rispetto agli altri cantoni è probabilmente dovuto alla particolare struttura della popolazione, della funzione produttiva e del mercato del lavoro (caratterizzati dalla vicinanza alla frontiera).

Le luci e le ombre

Nel rapporto si contemplano anche i seguenti fattori positivi: «Il grado di sicurezza, sia economica che civile, del cantone Ticino è elevato. Il numero di reati commessi è inferiore alla media nazionale e in netta diminuzione rispetto all’anno precedente. L’alta partecipazione al voto nelle ultime elezioni può dare un segnale di un buon grado di fiducia nei confronti delle istituzioni e sull’attività politica. Anche il numero di organizzazioni benefiche senza scopo di lucro è più elevato rispetto alla media svizzera, dimostrando una buona partecipazione nel sociale da parte della popolazione.

Interessante anche l'osservazione che riguarda lo spostamento casa-lavoro: l’attività quotidiana dello spostamento casa-lavoro all’interno del cantone risulta agevole.

Soddisfatti della vita - Nell’indagine sulla soddisfazione della vita della popolazione residente, nel confronto con le altre Grandi Regioni, ottengono ottime valutazioni i giudizi sulla qualità della propria abitazione e sulla durata del tempo libero. I dati mostrano valutazioni negative, invece, per la soddisfazione in generale, la situazione finanziaria personale, il reddito percepito e le attività ricreative.

Ambiente - I ticinesi risultano coloro che creano una quantità di rifiuti urbani per abitanti «abbondantemente sopra la media». Il tasso di raccolta differenziata è abbastanza basso»

Inquinamento dell'aria - In miglioramento rispetto agl biennio precedente. I valori si unformano così alla maggior parte degli altri cantoni.

Gli immobili - Lo stock immobiliare ticinese risulta caratterizzato dall’elevata presenza di immobili vetusti, per cui ci si aspetta un minor grado di efficienza energetica, costruttiva e maggiori costi di gestione. Infine, si evidenzia un aumento degli edifici vacanti all’interno del territorio.

Imprese - Ticino dinamico in merito alla nascita di nuove imprese, soprattutto nel terziario. Cantone votato all'export.

Salari - Il livello salariale è il più basso di tutta la Confederazione. Questo dato può dipendere da diversi fattori, tra cui un minor costo della vita tra il Ticino e gli altri cantoni.

L'innovazione - L’innovazione e, in particolare, gli investimenti in Ricerca e Sviluppo, rappresentano un elemento critico per il tessuto produttivo ticinese. I fondi provengono in misura maggiore dagli investitori privati, mentre il contributo da parte delle finanze cantonali è marginale.

Il fisco - Il carico fiscale in Ticino è ad un livello medio rispetto ai valori degli altri cantoni, così come le spese ordinarie di amministrazione generale per numero di abitanti. L’imposizione fiscale
cantonale sulle persone giuridiche è superiore alla media svizzera. La competizione fiscale tra i cantoni è un fenomeno sempre più esteso, ne è un esempio la politica fiscale del cantone Neuchâtel
che ha ridotto gradualmente, ma in maniera notevole l’imposta sull’utile.

Ticino sempre più vecchio - Un elemento problematico, è rappresentato dalla struttura demografica cantonale, infatti un elevato indice di vecchiaia e dipendenza possono causare squilibri di tipo produttivo e gravano sui bilanci pubblici a livello della spesa per il sistema pensionistico e di aiuto sociale.

I nuovi pilastri dell'economia cantonale su cui puntare: farmaceutica e moda

Ecco quali sono i settori strategici per l’economia ticinese secondo l'Usi.

Il settore della moda (relativo anche al comparto logistico, magazzinaggio e commercio all’ingrosso)

Il settore farmaceutico che, a partire dal 2000 in poi, ha registrato un trend di crescita sostenuto.

I settori storici in rallentamento: il settore della precisione, la finanza e il turismo. Questi settori rappresentano dei pilastri per l’economia cantonale. Malgrado un ridimensionamento più o meno pronunciato, essi contribuiscono infatti alla creazione di una elevata quota di valore aggiunto e di occupati all’interno del cantone.



Commenti
 
Ecthelion 3 anni fa su tio
I prezzi alti non sono un problema in svizzera tedesca e francese perché giustificati dall'alta produttività. Solo in Ticino c'è questo problema, e ripeto che finché non miglioreremo l'efficienza e la produttività sul lavoro i salari non si smuoveranno.
MIM 3 anni fa su tio
@Ecthelion Ma cosa stai dicendo? Il prodotto che trovi sullo scaffale della Coop cosa c'entra con il tuo discorso? Qui i salari scendono, non sono in stallo, scendono, la vuoi capire? La produttività? Mangia come parli che è meglio... produttività... secondo me non sai nemmeno bene di cosa stai parlando.
Mario Brandinu 3 anni fa su fb
Qui in Ticino siamo in mezzo a due fuochi,per quanto riguarda stipendi e potere d.acquisto ,nel resto della Svizzera guadagnano il 3o%in più e la vita costa uguale ho forse meno , dall.altra i frontalieri con lo stesso stipendio dei ticinesi ,ma con un potere d.acquisto quasi del doppio . Cioè in Ticino siamo i più sfigati
Daniele Il Moro Moretti 3 anni fa su fb
Siamo?
Daniele Il Moro Moretti 3 anni fa su fb
Il punto debole del Ticino è la politica ....
Pamela Zanelli 3 anni fa su fb
Dani De Va 3 anni fa su fb
La storia de "Il livello salariale è il più basso di tutta la Confederazione. Questo dato può dipendere da diversi fattori, tra cui un minor costo della vita tra il Ticino e gli altri cantoni." sono frottole. Ho vissuto a Lucerna oltre due anni e no, la vita in Ticino non é meno cara rispetto agli altri cantoni. La cassa malati in Ti, se non erro, é la seconda piu alta della Svizzera, gli affitti sono alle stelle anche qui. Assicurazioni e targhe pagavo decisamente meno a Lucerna, fare la spesa qui non costa meno che in dentro....e le differenza tra gli stipendi per la stessa mansione si tratta quasi sempre di cifre a 3 zeri. I motivi per gli stipendi cosi scandalosamente bassi sono ben altri!
Sken Thredson 3 anni fa su fb
Giusto!!! Un chilo di patate al denner mi costo 2 chf qui e 2 chf a zurigo... Trasferendomi dalla mesolcina al ticino la cassa malati mi è aumentata di almeno 100 chf... È anche vero che è un altra zona, ma in diversi posti pure l'affitto costa meno... Ma paghe più alte? Non riesco a spiegarmelo neppure io...
Dani De Va 3 anni fa su fb
La mia cassa malati è raddoppiata da lucerna al Ticino. Pago quasi 500 fr qui contro i 240 di là.
Dani De Va 3 anni fa su fb
È un discorso molto ampio di politica e mentalità.
Ecthelion 3 anni fa su tio
Il salario più basso risulta solo ed unicamente dalla produttività più bassa. Finché non ritorneremno ad essere più produttivi, i salari stagneranno
MIM 3 anni fa su tio
@Ecthelion No, i salari vengono spinti al ribasso per la forte pressione del frontalierato
Meno 3 anni fa su tio
@MIM Quello che dici tu è una componente innegabile, allo stesso tempo c'è anche la congiuntura economica non favorevole
comp61 3 anni fa su tio
@MIM i frontalieri sono l` ultimo dei problemi. Se non adegueremo i prezzi non venderemo più un chiodo. Ormai il giochino è finito. Dovremo metterci in concorrenza con tutti gli altri e sarà la fine. Già detto: ci troveremo la mattina in station Alptransit e su a zurich (se va bene)....
Meno 3 anni fa su tio
@comp61 Su piano cantonale i frontalieri sono un problema, e non certo l'ultimo. Detto questo, è vero anche quello che dici te, anche se venisse risolta la questione troppi frontalieri, i problema di fondo dei prezzi troppo cari e quindi la non competitività dei servizi/prodotti svizzeri compresi quelli ticinesi. La gente si deve rendere conto che i tempi delle vacche grasse sono finiti e che bisogna stringere la cinghia, smetterla di lamentarsi dei tempi perduti e rimboccarsi le maniche!
MIM 3 anni fa su tio
@Meno Dappertutto, non solo in Ticino... ma il frontalierato nel nostro Cantone è un problema serio e grave.
Meno 3 anni fa su tio
@MIM Vero!
Lowenstein 3 anni fa su tio
@Meno Come dice Comp61 il giochino di rubacchiare solti è finito. Peccato per ma mia generazione che dovrà iniziare a lavorare e produrre qualcosa sul serio. Pagheremo le pensioni d'oro di impiegati statali in pensione ben pagati e sena rughe da stress
Meno 3 anni fa su tio
@Lowenstein esatto...oggi bisogna formarsi bene per avere più possibilità di un lavoro ben retribuito, mentre in passato un contabile con la sola formazione di impiegato di ufficio poteva arrivare ad avere una paga fino 7'000.- mensili senza problemi. Ora con una formazione più alta (prendo per esempio quella di contabile federale) è bello se si ricevono 4'500 al mese (buona paga). Poi ci sono ancora molti lavoratori 40-60 anni (non tutti per la carità), che non hanno capito che i buoni salari (per formazioni appena sufficienti) sono finiti, e che quindi o ridimensionano le loro aspettative o devono ampliare/migliorare le loro competenze per tornare ad essere competitivi.
comp61 3 anni fa su tio
@Lowenstein si è sempre lavorato e bene. Solo che oggi manca il margine. Questo è il problema. Oltre al fatto che si è interrotto il flusso di soldi in entrata alle banche....
MIM 3 anni fa su tio
@Meno Un laureato con tanto di master non è sinonimo che lavori meglio di un diplomato. L'esperienza è ancora pagante oggi. Ho tanti di quegli esempi da portarti che ti metteresti le mani nei capelli: esempio al volo: un neo laureato in economia e commercio è venuto da me per chiedere se l'indirizzo sulla lettera andava a destra o a sinistra... gli ho detto di guardare come è fatta una busta, se mai ne avesse vista una...
Meno 3 anni fa su tio
@MIM Caro MIM, hai perfettamente ragione, l'esperienza ha un grande valore, sono il primo a riconoscerlo, come pure a riconoscere che certi ragazzi con il pezzo di carta sono veri incompetenti. Però l'altro giorno stavo analizzando dei CV per un contabile.... e mi sono trovato diverse persone di quella fascia di età che ho menzionato che pur sapendo fare contabilità, non sapevano fare i salari dei dipendenti.... e nonostante questo avevano un aspettativa di salario attorno ai 6'000.-/6'500.... Apettarsi che un'azienda vada a pagare una persona questa cifra e poi dover assumere ancora una persona per fare salari... poi è vero che magari in altri ambiti spaccano... ma se così non fosse? Avevo un collega di ufficio che nonostante un'alta paga e una presunta esperienza, stava sempre incollato al telefono per come fare le cose al fiduciario..... finché non è arrivata una fattura dalla fiduciaria...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-14 18:48:48 | 91.208.130.85