SEMENTINA
27.12.2015 - 17:290
Aggiornamento : 22:38

Pecore uccise ai Monti di Sementina: è stato il lupo

L’episodio è avvenuto all’inizio del mese. La presenza del predatore è confermata dalle analisi del Dna

SEMENTINA - Il lupo si aggira per i Monti di Sementina. Lo confermano le analisi del Dna che le autorità hanno effettuato a seguito di un recente episodio in cui sono state sbranate tre pecore e una quarta è rimasta ferita. “È successo circa tre settimane fa – ci racconta un allevatore di Sementina – il mio montone, che si trovava all’alpe di un amico, è stato ucciso assieme a due agnelloni”. Allora non si parlava però subito del lupo: “Inizialmente pensavamo che si potesse trattare dell’attacco di un cane” spiega ancora il nostro interlocutore. L’alpe si trova infatti al Sasson, non lontano dal nuovo ponte tibetano Carasc. “Sono molti i visitatori che raggiungono l’attrazione, quindi non si poteva escludere che magari a qualcuno fosse fuggito un cane”. Già sulla base dei morsi, il guardacaccia giunto sul posto aveva comunque ipotizzato la presenza del lupo. Un’ipotesi che è poi stata confermata, appunto, dalle analisi del Dna. “I risultati sono arrivati alla vigilia di Natale” ci dice l’allevatore. 

E da parte sua non manca una certa preoccupazione. “Difficile prendere provvedimenti – afferma – io porto gli animali all’Alpe di Albagno, non molto distante dai Monti di Sementina: sono i miei posti, mi piace trascorrere lassù il mio tempo, sentendo i campanacci. Finché non capiterà nulla, posso andare avanti”. Ma il lupo è una presenza che si fa sentire sempre di più. “Vent’anni fa quando c’era una pecora sbranata, si poteva stare certi che era stato un cane. Ora non è più così. Mi sa che tra dieci anni avremo i lupi anche in piano” conclude l’allevatore.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-25 04:19:44 | 91.208.130.86