ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
6 ore
Con un cestino distrugge il parabrezza di un'auto
LUGANO
8 ore
In manette un ex direttore di banca
CONFINE
8 ore
Truffa ai danni di una malata di cancro, Proto a processo
CANTONE
8 ore
Veicolo contromano sull'A2
CANTONE
9 ore
Il rapporto dell’analisi dell’acqua? «Tendenzioso. Vuole solo creare allarmismo»
CANTONE
10 ore
Rivista Corner, un nuovo angolo di sport in Ticino
CANTONE
10 ore
A2-A13: Claudio Zali incontra l'USTRA
CANTONE
11 ore
Si voterà sulla legittima difesa
CANTONE
11 ore
Un giudice in più per il Tribunale penale cantonale
LUGANO
12 ore
«Già 3'000 firme per l'aeroporto»
LUGANO
12 ore
Barzaghi con i molinari: «Ha cantato anche lei “Borradori a testa in giù”?»
CENTOVALLI
12 ore
Una mattina di pausa per la Funivia Intragna-Pila Costa
LUGANO
12 ore
Presunto abuso edilizio a Caprino, scatta l'interrogazione al Governo
CANTONE
12 ore
Elicotteri militari, prosciolto l'imprenditore di Cresciano
ASTANO
12 ore
Moltiplicatore al 130% per evitare il tracollo finanziario
CHIASSO
14.10.2015 - 14:050
Aggiornamento : 15.10.2015 - 09:51

"Pagati 11 franchi l'ora" nell'azienda di orologi

Salari record (in negativo) alla Big Ben di via Motta. La denuncia all'Ispettorato del lavoro

CHIASSO - Montare e assemblare marchingegni per 17 franchi (lordi) all'ora. Forse meno: forse 11 franchi, a dire delle dirette interessate. È un dumping record quello che si profila dai contratti di un'azienda di orologi di Chiasso, che 20 minuti ha potuto visionare. Trovate un esempio nel documento allegato. L'azienda, la Big Ben Sa di via Motta 24, nega categoricamente, ma la carta parla chiaro. Duemilaottanta franchi lordi per 30 ore a settimana. Le stesse condizioni sarebbero applicate, da contratto, a tutte e cinque le dipendenti dell'azienda. Ma stando alle testimonianze, le ore lavorate sarebbero in realtà molte di più.

"Lavoriamo a tempo pieno" - "Iniziamo a lavorare alle 8 di mattina e finiamo alle 18.00, con una pausa di un'ora" racconta un'operaia, che chiede di rimanere anonima. "Non abbiamo mai ricevuto le buste paga, e tutte quante lavoriamo in queste condizioni, retribuite part time lavorando a tempo pieno, nonostante il contratto dichiari solo 30 ore". Rifacendo il calcolo, dunque, fanno 11 franchi lordi all'ora. Quasi un record.

Denuncia all'Ispettorato del lavoro - Le stesse segnalazioni sono arrivate all'Ocst, che conferma di avere "avviato delle verifiche sulla situazione". Nei contratti "si riscontrano delle incongruenze sugli orari" senza contare che "il tempo pieno configurerebbe, se confermato, delle condizioni salariali assolutamente inaccettabili nel nostro Cantone" spiega Lorenzo Jelmini. "Per questo motivo - aggiunge il sindacalista - abbiamo predisposto una denuncia all'Ispettorato del lavoro e avviato delle verifiche, a seguito delle quali andremo a rivendicare le spettanze salariali".

"No comment" - L'azienda, da noi contattata, nega che i propri dipendenti lavorino a tempo pieno. "Ognuno può dire quello che vuole, se ci saranno delle verifiche noi siamo tranquilli" commenta il titolare, che si rifiuta di rilasciare ulteriori dichiarazioni.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 05:17:55 | 91.208.130.86