LUGANO
27.07.2015 - 10:180
Aggiornamento : 15:01

Il caos dei mezzi pubblici, Astuti: "Bisogna razionalizzare"

L'Associazione Ticinese Utenti dei Trasporti Pubblici punta il dito contro le troppe società del trasporto pubblico

sondaggio chiuso

LUGANO - Lugano ha un primato poco invidiabile è tra le città europee con il maggior numero di automobili per abitante. 

Ma la città ha un altro problema di non poco conto. Ed è quello dei trasporti pubblici.

Secondo l'Astuti ci sono infatti troppe società che gestiscono le linee urbane e suburbane della città. TPL, ARL, Navigazione e l'Autopostale, troppi galli in un pollaio.

L'Astuti ribadisce ancora una volta che "bisognerebbe razionalizzare con una sola società il trasporto pubblico del Luganese". In altre città svizzere l'idea è già stata attuata: "il trasporto pubblico in molte altre città svizzere è gestito solamente da una società e Lugano deve seguire questi esempi positivi".

L'Associazione sostiene che la razionalizzazione abbia molteplici vantaggi.

"Con una sola società si razionalizzano funzionamenti e organizzazione, si tolgono doppioni e si può mettere a disposizione dell’utenza un trasporto pubblico più efficiente con coincidenze e sinergie migliori, sia con altri operatori, FFS in particolare, sia con la mobilità individuale. Un trasporto pubblico attrattivo inviterebbe a un suo maggiore uso a tutto vantaggio della fluidità della circolazione stradale e della qualità dell’aria che respiriamo".

Negli ultimi anni la TPL è cresciuta per numero di linee e per numero di passeggeri (14 milioni nel 2014) ma "una crescita è ancora auspicabile e possibile".

Commenti
 
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-22 05:41:59 | 91.208.130.87