CHIASSO
20.07.2015 - 11:340

"Gli impiegati comunali utilzzano pesticidi cancerogeni?"

L'interrogazione è firmata da Lancianesi, rappresentante dei Verdi in consiglio comunale

CHIASSO - E' per far chiarezza sull'utilizzo di pesticidi potenzialmente cancerogeni da parte degli impiegati dell'Ufficio Tecnico, che Mauro Lancianesi con Jessica Bottinelli interroga il Municipio di Chiasso.

Il Centro internazionale di ricerca sul cancro (Circ), - scrivono i Verdi - ha pubblicato il 20 marzo una valutazione della pericolosità di cinque pesticidi. La divulgazione scientifica non dovrebbe essere particolarmente rilevante se fra le cinque sostanze analizzate non si trovasse anche il glifosato, potente erbicida utilizzato sia da giardinieri amatoriali sia da professionisti contenuto in vari prodotti e commercializzato con il nome di Roundup.
La classificazione di questo prodotto è stata aumentata a “probabilmente cancerogeno” uno scalino sotto il livello più elevato corrispondente a “certamente cancerogeno”. Gli studi del Circ hanno dimostrato che il glifosato è cancerogeno per gli animali e che negli esseri umani è sia in grado di danneggiare il DNA umano sia che aumenti il rischio di contrarre un cancro al sangue e di provocare aborti spontanei.

La contaminazione dell’essere umano alle nostre latitudini si trova già in uno stadio avanzato; si consideri che un test della rivista Gesundheittipp ha rilevato tracce di glifosato in 20 campioni di urine su 40 analizzati. I partecipanti a questo esperimento sono stati scelti in modo casuale individui di sesso maschile e femminile residenti in centri urbani, cittadine e zone rurali svizzere. Il momento di agire non può più essere procrastinato.

A tutela della comunità - continua Lancianesi nell'interrogazione - i due maggiori commercianti al dettaglio svizzeri hanno annunciato la decisione di togliere il Roundup ed i prodotti contenenti glifosato dai loro scaffali; Migros lo ha già fatto e Coop lo farà dal 1 gennaio 2016, medesima data a partire dalla quale lo Stato francese ha vietato la vendita di questi articoli ai transalpini non professionisti. 

A questo punto Lancianesi interroga il Municipio di Chiasso in merito all'utilizzo del glisofato da parte degli impiegati dell'Ufficio Tecnico. E se nel caso in cui il pesticida venga utilizzato, si considera la sostituzione del prodotto con uno meno pericoloso per i giardinieri e per la comunità e a partire da quale data. Infine il consigliere dei Verdi chiede se l'Esecutivo abbia valutato l'inserimento di una qualsiasi pubblicazione del comune delle informazioni allo scopo di sensibilizzare la popolazione.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 17:57:35 | 91.208.130.85