tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CHIASSO
1 ora
Un corteo contro le frontiere che uccidono
Dal Palapenz fino alla dogana, diversi giovani hanno voluto dire basta a un modello di società «sempre più spietato, disumano e schiavista»
CANTONE
1 ora
Rosso di sera... bel tempo si avvera
Le prossime giornate saranno contraddistinte da cieli generalmente sereni. In montagna ci sarà qualche nuvola in più e non mancherà il vento
CANTONE
3 ore
Per le Comunali nasce "TIResidenti. Il Movimento"
L'obiettivo del fondatore Stefano Introzzi è risolvere all'interno delle istituzioni i problemi «con soluzioni concrete e senza la propaganda che accomuna gli altri partiti politici»
MENDRISIO
5 ore
Processioni storiche, la prossima è la settimana decisiva
In Colombia verranno valutate le candidature per entrare a far parte del Patrimonio immateriale dell'Unesco. Due quelle che provengono dalla Svizzera
LUGANO
5 ore
«Lo stabile ARL passi in mani pubbliche»
A chiederlo è l'Associazione cittadini per il territorio di Viganello: «È un luogo storico, da proteggere»
POSCHIAVO (GR)
7 ore
Rubò orologi, fermato quattro mesi dopo
Il 35enne romeno è stato fermato dalle Guardie di confine a Castasegna
FOTO
MESOCCO (GR)
8 ore
In galleria uno scontro frontale
A causa del violento impatto, un'auto con targhe ticinesi si è rovesciata sul tetto
FOTO
RIVIERA
8 ore
Va a fuoco una ruota dell'auto
Le fiamme sono state spente dai poliziotti con un estintore
MESOCCO (GR)
9 ore
Incidente in galleria, disagi sull'A13
Il tunnel è stato chiuso in entrambe le direzioni. Gli automobilisti sono invitati a seguire la deviazione
LUGANO
11 ore
C’è un nuovo Movimento in città
Due ex Ppd alla base: Domenico Barletta presidente, Giovanni Albertini vice
FOTO E VIDEO
ACQUAROSSA
23 ore
Schianto a Motto, lo salva il guardrail
Ha rischiato tantissimo l'automobilista protagonista dell'incidente avvenuto in Valle di Blenio: se la protezione avesse ceduto, il suo veicolo sarebbe precipitato nel fiume Brenno
FOTO E VIDEO
TESSERETE
1 gior
Esce di casa e precipita in un burrone, ferito un anziano
L'uomo è stato recuperato dell'Unità di Intervento Tecnico dei pompieri di Lugano
CANTONE
1 gior
«Altri soldi per il Pardo? Solo risparmiando in altri settori culturali»
La Lega dei Ticinesi pone le proprie condizioni per appoggiare la richiesta di aumento del contributo cantonale decisa dal Consiglio di Stato
CANTONE
24.06.2015 - 17:130
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Salari al di sotto della media, nuovo contratto per le agenzie di viaggio

Ottici, agenzie di prestito del personale e agenzie di viaggio sotto osservazione

BELLINZONA - Proseguono le inchieste del mercato del lavoro previste dalla pianificazione annuale 2015 stilata dalla Commissione tripartita (CT). Due i settori sotto osservazione: le agenzie viaggio e degli ottici. In quest’ultimo non è emerso nessun caso di grave e ripetuto dumping salariale, mentre i risultati delle agenzie di viaggio, in cui il 36.5% degli stipendi è risultato al di sotto dei salari di riferimento, hanno indotto la CT a proporre al Consiglio di Stato l’adozione di un nuovo contratto normale di lavoro (CNL) per questo specifico settore.

È stato, inoltre, rinnovato il CNL per il personale a prestito (nelle aziende la cui massa salariale di questi lavoratori è inferiore a 1,2 milioni di franchi) in scadenza il prossimo 30 settembre.
Ottici - L’Ufficio dell’ispettorato del lavoro (UIL) ha portato a termine l’inchiesta nel settore degli ottici. Sono state controllate tutte le aziende del settore con almeno dieci dipendenti, essendo le aziende al di sotto di questa dimensione già sottoposte al CNL della vendita al dettaglio. Poiché nessuno tra i 161 lavoratori rilevanti per l’inchiesta ha fatto registrare un salario inferiore al minimo di riferimento, la procedura di valutazione del dumping da parte della CT è da considerarsi terminata.

Agenzie di viaggio - Dai risultati dell’inchiesta svolta dall’UIL presso le agenzie di viaggio emerge che nel settore vi è una notevole pressione sui salari. Infatti, il 36.5% dei salari rilevati (236 su un totale di 647) è risultato al di sotto dei salari di riferimento. Considerato l’importante numero di aziende in cui sono stati riscontrati abusi gravi e ripetuti e il grande divario esistente tra i salari riscontrati e i salari di riferimento, la CT ha deciso di rinunciare a intraprendere una procedura di conciliazione. La CT ha pertanto deciso, alla luce dei risultati dell’inchiesta e a causa della varietà delle qualifiche e delle mansioni del personale impiegato nel settore specifico, di proporre al Consiglio di Stato l’adozione di un CNL per l’intero personale delle agenzie di viaggio, con salario minimo identico a quello previsto dai CNL per gli impiegati di commercio (19,65 franchi orari).

Prestito di personale - La CT ha deciso di proporre al Consiglio di Stato il rinnovo del CNL per il personale a prestito nelle aziende la cui massa salariale di questi lavoratori è inferiore a 1,2 milioni di franchi. Visto l’avvicinarsi della scadenza del CNL, prevista per il prossimo 30 settembre, è stata condotta un’inchiesta che ha coinvolto cinque aziende del settore e 46 lavoratori. Benché non siano state ravvisate infrazioni ai minimi salariali previsti dal CNL, la CT ha ritenuto opportuno proporre il prolungamento del CNL, al fine di scongiurare una nuova pressione al ribasso dei salari in questo settore.

Richiesta di incontro con il Consiglio di Stato - Alla luce del numero sempre crescente di CNL adottati nel nostro Cantone e dell’eventualità di confrontarsi con decisioni di rinnovo, la CT ha ritenuto opportuno scrivere al Consiglio di Stato per chiedere un incontro di discussione.

Esito del ricorso contro il CNL - Due grosse aziende avevano inoltrato ricorso al Tribunale federale (TF) contro il CNL emanato dal Consiglio di Stato per il settore del personale a prestito (limitatamente ai rami economici esclusi dal CCL settoriale, ossia l'industria chimico-farmaceutica, l'industria meccanica, l'industria grafica, l'industria orologiera, l'industria alimentare e dei generi voluttuari, nonché le aziende dei trasporti pubblici). Il ricorso è stato parzialmente accolto dal TF, nella misura in cui dal CNL in vigore dovranno essere esclusi i due rami (settore orologiero e settore dei trasporti) in cui non era stata riscontrata una grave e ripetuta situazione di dumping salariale. In particolare, per quanto riguarda la procedura di conciliazione (o tentativo d’intesa), il TF sostiene che “le autorità ticinesi non hanno ecceduto nel loro potere di apprezzamento nel ritenere che l’intesa con i datori di lavoro non fosse possibile o, perlomeno, che si potesse escludere a priori che l’intesa potesse essere raggiunta in soli due mesi”, essendo stata riscontrata a suo tempo una situazione di dumping in 15 aziende oggetto dell’inchiesta. Va inoltre ricordato che, alla luce della citata sentenza del TF, per il prestito di personale nel settore orologiero sarà quindi vincolante – a partire dalla sua entrata in vigore il 1° luglio 2015 – il relativo CNL settoriale, il cui salario minimo di 18,75 franchi orari è leggermente superiore a quello previsto dal CNL per il personale a prestito (BU No 25 2 giugno 2015).

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-07 20:35:38 | 91.208.130.87