CANTONE
01.06.2015 - 11:030
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

“Ticino Ducale” ecco la nuova pubblicazione

BELLINZONA - “Ticino Ducale”, coraggiosa impresa di pubblicazione di fonti medievali promossa dal Cantone Ticino, è giunto ormai all’edizione dei documenti relativi al periodo di Gian Galeazzo Maria Sforza e alla Reggenza di Bona di Savoia (1479-1480). L’inizio dell’attività di valorizzazione degli atti medievali dell’amministrazione ducale, che testimoniano dei rapporti tra il potere milanese e l’area alpina, risale al 1993, con il volume su Francesco Sforza.

A questa prima tappa sono seguiti una decina di volumi, a coprire gran parte della seconda metà del Quattrocento. Vicende diplomatiche e belliche, ma pure aspetti della vita sociale e culturale dell’epoca, con incursioni negli aspetti più concreti della società, la sanità, i commerci, la popolazione, le condizioni igieniche, la religiosità.

L’incontro DI Lunedì 8 giugno 2015, ore 1830 presso la Biblioteca cantonale Bellinzona con Giuseppe Chiesi approfondirà aspetti dell’indagine storiografica sul Medioevo e del mestiere dello storico. Interverranno: Giuseppe Chiesi, storico e responsabile della collana “Ticino Ducale”; Sandro Rusconi, direttore della Divisione della cultura e degli studi universitari; Marco Poncioni, direttore dell’Archivio di Stato del Cantone Ticino; Paolo Ostinelli, archivista dell’Archivio di Stato del Cantone Ticino e docente di Storia del Medioevo all’Università di Zurigo; Michele Fazioli, giornalista e presidente del “Centro Culturale della Svizzera Italiana”. L’incontro sarà moderato da Stefano Vassere, direttore delle Biblioteche cantonali di Bellinzona e Locarno.

 

Allegati
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-15 06:46:17 | 91.208.130.86