CANTONE
05.05.2015 - 14:110

Istituto di previdenza, il 2014 un'ottimo anno

BELLINZONA - Il 2014 è stato il secondo anno del nuovo regime previdenziale in primato dei contributi e del periodo di risanamento che dovrà portare l’Istituto di previdenza del Cantone Ticino (IPCT) a raggiungere almeno il grado di copertura dell’85% entro il 2051. L’anno trascorso è da considerare molto positivo poiché il grado di copertura raggiunto a fine 2014 (68.72%) è superiore a quanto previsto dal piano di risanamento (66.1%) e questo grazie al rendimento (8.16%) conseguito dal patrimonio. Per di più il grado di copertura del 68.72% è stato raggiunto dopo l’attribuzione supplementare di 150 milioni di franchi alla riserva per la riduzione del tasso tecnico.

Il 12 giugno 2014 conformemente alle regole di alternanza alla Presidenza del Consiglio di Amministrazione (CdA) tra rappresentanti degli assicurati e del datore di lavoro, il sig. G. M. Tattarletti è stato designato Presidente del CdA a partire dal 1° luglio 2014 rilevando la carica dalla signora L. Sadis, la quale è stata nominata Vicepresidente. L’organizzazione dell’Istituto e le risorse umane sono pure stati dei temi che hanno occupato sia il CdA che la Direzione, sia per quanto riguarda la presa diretta a carico dell’IPCT di determinati servizi che precedentemente erano svolti dall’Amministrazione cantonale (gestione del personale e stipendi), sia per la ricerca di una qualificata figura a cui affidare la funzione chiave di Capo dell’Ufficio previdenza e amministrazione visto che, il Vicedirettore A. Massera, attuale Capo dell’Ufficio previdenza e amministrazione, passerà, meritatamente, al beneficio della pensione nel corso del 2015.

Per quanto riguarda la gestione del patrimonio l’IPCT nel 2014 ha conseguito un rendimento dell’8.16% che rappresenta il terzo miglior risultato degli ultimi venti anni. La rinuncia da parte della Banca nazionale svizzera di sostenere la soglia minima di CHF 1.20 del corso di cambio EUR/CHF è stata ampiamente recuperata nei mesi di febbraio e marzo. Per il futuro desta preoccupazione il rendimento delle obbligazioni che sarà molto basso.

In totale nel 2014 i nuovi pensionamenti sono stati 497, 463 nel 2013. L’aumento netto dei beneficiari di rendita è stato di 342; il totale dei beneficiari di rendita ha così raggiunto le 7'661 unità. Gli assicurati attivi sono aumentati di 194 unità raggiungendo a fine anno il totale di 15'128. I pensionati, in questi anni, crescono quindi molto più rapidamente degli assicurati attivi. Nella seduta del 6 dicembre 2013 il CdA ha fissato per il 2014 il tasso di remunerazione degli averi di vecchiaia degli assicurati attivi all’1.75%, tasso corrispondente al tasso minimo LPP fissato dal Consiglio federale per il 2014.

L’IPCT con l’1.1.2013 oltre alle misure di risanamento ha pure ridotto dal 4% al 3.5% il tasso tecnico utilizzato per il calcolo della riserva matematica a copertura degli impegni verso i pensionati. Per l’IPCT il costo di questa riduzione è dell’ordine di CHF 300 mio. Nell’ambito della chiusura dei conti 2013 il CdA, seguendo le raccomandazioni del perito, aveva deciso di costituire sull’arco di sette anni la riserva necessaria per finanziare la diminuzione del tasso tecnico. Grazie allo straordinario risultato della gestione del patrimonio 2014 si è palesata la possibilità di attribuire a questa riserva ulteriori CHF 150 mio. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
tasso
cda
ipct
previdenza
assicurati
istituto
copertura
amministrazione
riserva
chf
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-27 06:54:06 | 91.208.130.87