Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
COMANO
3 ore
Molestie all'ordine del giorno? La RSI non ci sta
L'azienda di Comano prende posizione a seguito delle dichiarazioni della presidente della sezione luganese del SSM
LAMONE
3 ore
Auto contro scooter a Lamone: un ferito
L'incidente si è verificato venerdì attorno alle 18 sulla strada principale, nelle vicinanze dell'ufficio postale
CANTONE
4 ore
Scuola a distanza: quali aiuti per i ragazzi più in difficoltà?
Ronald David e Marco Noi hanno inoltrato un'interpellanza al Municipio di Bellinzona
CANTONE
6 ore
Ecco dove potrebbe spuntare un radar
La polizia cantonale comunica i controlli previsti tra il 25 e il 31 gennaio 2021
CANTONE
6 ore
Pensioni dei consiglieri di Stato, non luogo a procedere
Per il pc Andrea Pagani non si ravvisa il reato di abuso di autorità
COMANO
7 ore
Le molestie in RSI si scontrano con un primo scoglio
La direzione vuole un pool di avvocati in maggioranza uomini. Il sindacato SSM: «Non possiamo accettarlo»
BELLINZONA
7 ore
Scuole elementari e Covid: «Ce la raccontate giusta?»
Interpellanza della Lega dei ticinesi, che segnala «una situazione impegnativa» nella zona Nord della capitale
BELLINZONA
8 ore
Al via le vaccinazioni: seicento 80enni in quattro giorni
La prima giornata si è svolta senza intoppi né ritardi
BELLINZONA
9 ore
Nuova direttrice operativa per Castellinaria
Cristiana Giaccardi è stata nominata dai vertici del Festival del cinema giovane
CANTONE
9 ore
Spese personali con i crediti Covid: due arresti
I due hanno percepito - fornendo, si sospetta, informazioni false - oltre un milione e mezzo di franchi
CANTONE
10 ore
Bus strapieni: il Cantone interviene (in parte)
Sono molte le richieste e le lamentele inoltrate al Dipartimento del territorio
CANTONE
28.10.2014 - 07:000
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Identikit del ticinese medio: ecco dove se ne vanno i nostri soldi

Il budget domestico è il più basso della Svizzera, ma non si rinuncia a mangiar bene: meglio però in casa che al ristorante

BELLINZONA - Paese che vai, abitudini che trovi. Ma a volte basta varcare i confini cantonali per trovarsi dinnanzi a differenze anche smaccate sulle consuetudini in vigore, di vita e dunque di spesa. Con una disponibilità economica di 600 franchi in meno per nucleo familiare rispetto agli standard dei redditi svizzeri (7112 franchi l’ultimo dato elvetico disponibile), gap che addirittura raddoppia al confronto con il Canton Zurigo, ovvio che il Ticino dovesse mostrare attitudini modificate. Ma chi si immagina che conti gli spiccioli al bancone del supermercato, si sbaglia di grosso: a tavola non si fa mancare nulla. Casomai, il cittadino medio risparmia sulle sere al ristorante e beve meno alcolici, compra pochi biglietti per i mezzi pubblici; ma poi spende di più per l’auto, e al telefonino non sa proprio rinunciare.

A tavola non si bada a spese - Al netto di rendite Avs/Ai e casse pensioni, prestazioni sociali, indennizzi, contributi per assicurazioni sociali, imposte e assicurazioni malattia di base, in Ticino finiscono nel budget delle economie domestiche, ogni mese, 6129 franchi: solo il canton Berna ha di meno (6013), mentre Zurigo, secondo gli ultimi raffronti triennali disponibili all’Ufficio di statistica, detiene il primato con 7461 franchi. Si mangia più pasta e riso, ma è questione di gusto, non certo di necessità: la carne abbonda, insaccati soprattutto, e l’investimento sul pesce, pur modesto (16,09 franchi), è fra i più alti dopo Ginevra e Vaud. Si consuma più formaggio, meno yogurt e minestre, mentre la spesa per frutta (52,78) e verdura (71,98) è in linea con il resto della Confederazione.

Meglio a casa che al ristorante - Dunque è altrove che va cercata maggiore oculatezza. I ticinese preferiscono pranzare a casa. Ristoranti, bar e self-service si accaparrano solo 368, 98 franchi: la media è di 459,65, con casi specifici di 532,04 nel canton Zurigo e 499, 48 a Lucerna. Gli alcolici si prendono solo 55,75 franchi al mese, i vini 43,37: quasi 25 franchi complessivi in meno della media. Sigari e sigarette restano il vizio su cui si indulge di più: l’importo mensile, 47,70 franchi, è il più elevato della Svizzera.

Auto, quanto mi costi - L’abbigliamento non presenta variazioni degne di nota: le donne spendono quasi il doppio degli uomini, qui come altrove; ma in Ticino i costi di riparazione e noleggio abiti sono di 10,13 franchi al mese, due volte la norma. La casa resta l’uscita maggiore, con un ammontare di 1357,93 franchi: che comunque sono oltre 130 franchi in meno degli standard. Il picco è a Ginevra, con 1723,82. Gas ed elettricità qui sono fra i più cari: 159,02 franchi che rendono il Ticino secondo solo al canton Vaud (164,43). Altra nota dolente, l’automobile: fra acquisto, consumo di carburanti, parcheggio e affitto di garage, la quota s’impenna. Benzina, diesel e lubrificanti si prendono 185,59 franchi al mese: la media nazionale è di 147, 83. Non sorprende, a questo punto, sapere che i servizi di trasporto pubblico assorbano appena 72,54 franchi, quando abitualmente in Svizzera si sborsa il doppio: il ticinese non sa fare a meno della macchina, la predilige ad autobus, ferrovie e, quando può, all’aereo  (25,17 appena per i voli).

Meglio telefonare che comperare un libro - Il natel è un must: irrinunciabile, al di là di ogni difficoltà economica plausibile. La telefonia mobile costa 90,93 franchi al mese; solo Ginevra sa fare di meglio con 99,62. Libri, riviste e stampati restano invece prerogativa di una minoranza: il Ticino è il cantone dove si legge meno e si spendono, per l’editoria, appena 47,80 franchi al mese. Qualche motivo per gioire del luogo in cui viviamo? Ebbene, le imposte ammontano a 821,44 franchi. Solo Lucerna è sotto i mille franchi, gli altri cantoni li superano e a volte (1524, Ginevra) anche di parecchio. Se qualcuno avesse qualcosa da ridire sulle cifre, usi tolleranza: sono solo i chiari e gli scuri delle statistiche, che misurano le medie ma non si curano dei casi particolari. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-22 23:36:41 | 91.208.130.89