Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
10 min
Il tema dell’acqua visto dai ragazzi
I manifesti elaborati dagli allievi di quarta elementare verranno esposti in Piazza del Ponte.
BEDRETTO
21 min
Venerdì riapre la Novena
«Le condizioni ambientali possono però ancora essere invernali», mette in guardia il DT
GIUBIASCO
53 min
«Quella volta che ho fatto nascere una bambina in ambulanza»
Giovani e volontariato: un rapporto difficile? Non è quello che pensa Adam Andreoli, volontario in ambulanza
CANTONE
55 min
Accompagnamento alla gravidanza: «Serve una figura di sostegno»
Il Partito Comunista ha presentato una mozione che chiede di introdurre la figura della doula all'interno dell'EOC
CANTONE
2 ore
Voglia di leggere dopo il lockdown
Anche in Ticino la riapertura dei negozi ha portato un aumento della vendita di libri
QUINTO
2 ore
Furia ad Altanca: auto demolita
Vandalismo in Leventina. Scatta la denuncia contro ignoti. E nasce #ripuliamolasvizzera.
LUGANO
9 ore
Il polo sportivo va in rete
Dopo lunghe discussioni il Consiglio comunale ha accettato la richiesta di credito da 14 milioni per il progetto.
FOTO
CANTONE
11 ore
Violenti temporali sopra il Luganese e il Mendrisiotto
Meteo Svizzera ha diramato un'allerta di grado tre di breve durata per oggi, e una più lunga per la serata di domani.
CANTONE
13 ore
Nuovo aumento dei premi: «Che ne pensa Berna?»
Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri sull'ipotizzato rincaro delle casse malati per il 2021.
LUGANO
14 ore
Prete arrestato: resterà in carcere almeno per le prossime 6 settimane
La decisione del giudice dei provvedimenti coercitivi. Il 50enne è finito in manette sabato scorso per abusi sessuali
MENDRISIO
15 ore
I fiori come simbolo di rinascita
Ri-Fioriamo Mendrisio è un'iniziativa pensata dal Municipio per abbellire le vie e le contrade del borgo.
CANTONE
28.10.2014 - 07:000
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Identikit del ticinese medio: ecco dove se ne vanno i nostri soldi

Il budget domestico è il più basso della Svizzera, ma non si rinuncia a mangiar bene: meglio però in casa che al ristorante

BELLINZONA - Paese che vai, abitudini che trovi. Ma a volte basta varcare i confini cantonali per trovarsi dinnanzi a differenze anche smaccate sulle consuetudini in vigore, di vita e dunque di spesa. Con una disponibilità economica di 600 franchi in meno per nucleo familiare rispetto agli standard dei redditi svizzeri (7112 franchi l’ultimo dato elvetico disponibile), gap che addirittura raddoppia al confronto con il Canton Zurigo, ovvio che il Ticino dovesse mostrare attitudini modificate. Ma chi si immagina che conti gli spiccioli al bancone del supermercato, si sbaglia di grosso: a tavola non si fa mancare nulla. Casomai, il cittadino medio risparmia sulle sere al ristorante e beve meno alcolici, compra pochi biglietti per i mezzi pubblici; ma poi spende di più per l’auto, e al telefonino non sa proprio rinunciare.

A tavola non si bada a spese - Al netto di rendite Avs/Ai e casse pensioni, prestazioni sociali, indennizzi, contributi per assicurazioni sociali, imposte e assicurazioni malattia di base, in Ticino finiscono nel budget delle economie domestiche, ogni mese, 6129 franchi: solo il canton Berna ha di meno (6013), mentre Zurigo, secondo gli ultimi raffronti triennali disponibili all’Ufficio di statistica, detiene il primato con 7461 franchi. Si mangia più pasta e riso, ma è questione di gusto, non certo di necessità: la carne abbonda, insaccati soprattutto, e l’investimento sul pesce, pur modesto (16,09 franchi), è fra i più alti dopo Ginevra e Vaud. Si consuma più formaggio, meno yogurt e minestre, mentre la spesa per frutta (52,78) e verdura (71,98) è in linea con il resto della Confederazione.

Meglio a casa che al ristorante - Dunque è altrove che va cercata maggiore oculatezza. I ticinese preferiscono pranzare a casa. Ristoranti, bar e self-service si accaparrano solo 368, 98 franchi: la media è di 459,65, con casi specifici di 532,04 nel canton Zurigo e 499, 48 a Lucerna. Gli alcolici si prendono solo 55,75 franchi al mese, i vini 43,37: quasi 25 franchi complessivi in meno della media. Sigari e sigarette restano il vizio su cui si indulge di più: l’importo mensile, 47,70 franchi, è il più elevato della Svizzera.

Auto, quanto mi costi - L’abbigliamento non presenta variazioni degne di nota: le donne spendono quasi il doppio degli uomini, qui come altrove; ma in Ticino i costi di riparazione e noleggio abiti sono di 10,13 franchi al mese, due volte la norma. La casa resta l’uscita maggiore, con un ammontare di 1357,93 franchi: che comunque sono oltre 130 franchi in meno degli standard. Il picco è a Ginevra, con 1723,82. Gas ed elettricità qui sono fra i più cari: 159,02 franchi che rendono il Ticino secondo solo al canton Vaud (164,43). Altra nota dolente, l’automobile: fra acquisto, consumo di carburanti, parcheggio e affitto di garage, la quota s’impenna. Benzina, diesel e lubrificanti si prendono 185,59 franchi al mese: la media nazionale è di 147, 83. Non sorprende, a questo punto, sapere che i servizi di trasporto pubblico assorbano appena 72,54 franchi, quando abitualmente in Svizzera si sborsa il doppio: il ticinese non sa fare a meno della macchina, la predilige ad autobus, ferrovie e, quando può, all’aereo  (25,17 appena per i voli).

Meglio telefonare che comperare un libro - Il natel è un must: irrinunciabile, al di là di ogni difficoltà economica plausibile. La telefonia mobile costa 90,93 franchi al mese; solo Ginevra sa fare di meglio con 99,62. Libri, riviste e stampati restano invece prerogativa di una minoranza: il Ticino è il cantone dove si legge meno e si spendono, per l’editoria, appena 47,80 franchi al mese. Qualche motivo per gioire del luogo in cui viviamo? Ebbene, le imposte ammontano a 821,44 franchi. Solo Lucerna è sotto i mille franchi, gli altri cantoni li superano e a volte (1524, Ginevra) anche di parecchio. Se qualcuno avesse qualcosa da ridire sulle cifre, usi tolleranza: sono solo i chiari e gli scuri delle statistiche, che misurano le medie ma non si curano dei casi particolari. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 08:55:54 | 91.208.130.85