ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Rientro a scuola: ecco i tre scenari
Il Decs sta studiando un piano per settembre. Bertoli: «Gli istituti dovranno essere pronti»
CANTONE
1 ora
«Per battere il Covid, un treno ogni 15 minuti»
L'associazione dei passeggeri Astuti fa una serie di proposte alle FFS. «In Ticino si può osare di più»
GORDOLA
1 ora
Scomparso e ritrovato: «Soffre di problemi psichici»
I familiari del 34enne disperso sui Monti Motti raccontano alcuni dettagli
CANTONE
3 ore
Tamponamento tra un'auto e una moto a Lumino
Il giovane centauro è stato trasportato in ospedale per i controlli del caso
VERZASCA
3 ore
La Verzasca come in tangenziale
Il turismo interno congestiona le valli. I residenti: «Ostaggio dei turisti, basta». C'è chi pensa di dosare gli ingressi
COLDRERIO
5 ore
Auto in fiamme in A2, traffico fermo
Un veicolo in avaria ha preso fuoco all'altezza di Coldrerio. Pompieri e polizia sul posto
FOTO E VIDEO
LUGANO
7 ore
Tamponamento a Gandria, due i feriti
Due donne e un uomo sono state trasportata in ospedale per controlli.
CANTONE
10 ore
Settimana di sole, nonostante qualche temporale
Previsto bel tempo, senza eccessiva calura. Mercoedì attesa una giornata "bagnata".
FOTO
BELLINZONA
14 ore
Auto divorata dalle fiamme in un parcheggio
L'incendio è divampato questa notte in una proprietà privata di Via al Maglio a Bellinzona.
LUGANO
23 ore
I docenti "silenziosi" finiscono in Procura
«Sapevano delle violenze, ma non hanno denunciato». La Pp Marisa Alfier vuole vederci chiaro
CANTONE
1 gior
«Le mascherine vanno indossate anche in ufficio»
Emergenza Covid, i rischi nascosti della trasmissione aerea. Christian Garzoni mette in guardia
CANTONE
1 gior
«Sospendiamo chi sapeva ma ha taciuto»
M. Robbiani chiede d'intervenire nei confronti dei docenti che non hanno segnalato le violenze subite da due allievi.
GORDOLA
1 gior
Trovato in gravi condizioni il 34enne scomparso
L'uomo di cui si erano perse le tracce il 3 luglio era rimasto vittima di una caduta sui Monti di Metri.
CANTONE
1 gior
Scossa sismica nel Sopraceneri
L'epicentro è stato localizzato dal Servizio sismico svizzero presso la Cima dell'Uomo.
CANTONE
1 gior
Fuori dalla quarantena: nessun sintomo per i giocatori
È terminato ufficialmente venerdì l'isolamento per i venti componenti di una squadra sottocenerina del calcio regionale.
CANTONE / URI
1 gior
Quaranta minuti di attesa al San Gottardo
Al portale nord della galleria si registravano quattro chilometri di coda questa mattina.
CANTONE
1 gior
A colloquio con due massoni, e le loro rivelazioni
Ne abbiamo incontrati due. Hanno rivelato ciò che accade nei gruppi massonici e chi sono. Qualcosa di inquietante è emerso
FOTO / VIDEO
LUGANO
2 gior
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
2 gior
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
2 gior
Padre despota condannato a 8 anni
Il 48enne siriano è stato ritenuto colpevole di tre tentati omicidi intenzionali
CAPOLAGO
2 gior
I vecchi binari del Generoso hanno riaperto la chiesetta
Il restauro è stato finanziato con la vendita dei vecchi pali disseminati lungo il percorso che conduce in vetta
CANTONE
2 gior
La Galleria di Grancia è rimasta chiusa per «problemi tecnici»
È successo attorno alle 17:30 di questa sera per poi riaprire circa 15 minuti dopo con qualche disagio al traffico
CANTONE
2 gior
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
2 gior
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
VEZIA
2 gior
Ecco come mantenere in vita i negozi di paese
Sono stati presentati i risultati di uno studio promosso dall'Ente regionale per lo sviluppo del Luganese
LUGANO
2 gior
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
TICINO
06.09.2012 - 09:280
Aggiornamento : 24.11.2014 - 15:17

Decreto per il recupero di rustici da locare quali alloggi turistici

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha approvato il Decreto legislativo concernente il recupero di rustici da locare quali alloggi turistici per il periodo 2013-2016.

 

La richiesta finanziaria resta invariata e ammonta a 2 milioni di franchi per il periodo di 4 anni.

 

È da sette lustri che nel Cantone Ticino viene sostenuto il recupero di rustici meritevoli di conservazione al fine di essere locati come alloggi turistici nelle zone discoste del paese. Ad oggi sono stati varati quattro decreti (nel 1977, 1988, 2000 e 2008), ognuno con condizioni di sussidio diverse, ma tutti con lo scopo di:

- aumentare la capacità ricettiva e di conseguenza incrementare il turismo di soggiorno;

- creare possibilità di reddito complementare;

- agevolare il mantenimento della proprietà;

- salvaguardare e valorizzare il patrimonio architettonico rurale tradizionale.

 

Nello scorso quadriennio il Decreto è stato utilizzato solo parzialmente, anche perché, a partire dal 1. gennaio 2009, per l’Autorità cantonale non è più stato possibile concedere autorizzazioni per il cambiamento di destinazione per gli edifici situati fuori zona edificabile, in attesa del definitivo consolidamento del PUC-PEIP.

 

Malgrado ciò, e nel frattempo superato questo ostacolo, lo strumento rimane tuttora valido. Con il nuovo Decreto, in base a un sondaggio effettuato presso gli Enti turistici locali e l’ETT, vengono introdotti dei cambiamenti.

 

Estensione del campo d’applicazione a tutto il Cantone e del numero degli oggetti sussidiabili per richiedente limitatamente ai domiciliati nel Cantone - Fino ad oggi il campo di applicazione dei Decreti a favore del recupero di rustici da locare quali alloggi turistici era limitato a una lista di Comuni siti nelle regioni periferiche. Dall’indagine conoscitiva fatta presso gli Enti turistici è emersa la necessità di allargare il perimetro di applicazione anche ad altri comprensori fino ad oggi esclusi.

 

Alla luce della volontà di incentrare il Decreto sull’aspetto turistico e, al fine di incrementare l’uso dello strumento, appare coerente rinunciare a definire un perimetro di applicazione, concentrando i criteri di selezione delle richieste di sussidio sulla qualità dell’oggetto che dovrà essere messo sul mercato turistico. Rispetto alla situazione attuale, con il nuovo Decreto viene inoltre tolto il vincolo che limitava il numero di rustici sussidiabile per richiedente.

 

Estensione dell’accessibilità dei 15 minuti dalla stazione di arrivo di impianti a fune - Fino ad oggi il rustico da recuperare e potenzialmente atto a beneficiare del sussidio cantonale doveva essere accessibile convenientemente e situarsi a una distanza massima di 15 minuti a piedi dall’ultimo punto stradale raggiungibile con normali mezzi di trasporto su strada. Nell’intento di stimolare il ripristino di rustici per incentivare sostanzialmente l’uso turistico, appare necessario aprire questa condizione alle stazioni di arrivo degli impianti a fune adibiti al trasporto di persone con concessione federale, fino ad oggi esclusi.

 

Estensione ad almeno 8 mesi dell’obbligo di locazione annuale e restrizione a 12 anni dell’obbligo di messa a disposizione - Dall’indagine effettuata presso gli Enti turistici locali e l’ETT è emerso chiaramente che vincolare l’aiuto cantonale a mettere a disposizione l’oggetto recuperato durante almeno 5 mesi nella stagione turistica di maggior potenziale di utilizzo del rustico e per una durata di 15 anni, ha fortemente disincentivato l’uso dello strumento promosso dal Cantone.

 

Per ovviare a questa situazione si propone di estendere ad almeno 8 mesi l’anno l’obbligo per il proprietario che beneficia del sostegno cantonale di mettere a disposizione l’oggetto e restringerne il periodo di durata da 15 anni a 12 anni. Resta invece invariato il vincolo di escludere la locazione annuale o stagionale ad un unico conduttore.

 

Caratteristiche delle agenzie professionali con le quali stipulare una convenzione - Il versamento del sussidio è vincolato alla sottoscrizione di una convenzione tra il proprietario del rustico e l’Ente turistico locale, nonché alla certificazione, sempre da parte del proprietario, di collaborare fattivamente con un’agenzia professionale del settore per la messa sul mercato dell’alloggio. Le caratteristiche di queste agenzie sono ora inserite direttamente nel nuovo Decreto legislativo. Lo sviluppo di agenzie professionali per la promozione di rustici potrebbe fare l’oggetto di un futuro progetto legato alla politica economica regionale.

 

Introduzione del monitoraggio - Considerato il fatto che lo strumento del Decreto per il recupero dei rustici da locare quali alloggi turistici non ha trovato negli ultimi quindici anni grande riscontro presso i proprietari e nell’ottica dell’applicazione della politica economica regionale, appare fondamentale dotarsi di uno strumento di monitoraggio. Per questa ragione, si propone di affidare all’Istituto delle ricerche economiche (IRE) il compito di effettuare questo monitoraggio, allo scopo di proporre correttivi adeguati per migliorare l’efficacia del Decreto.

 

Con queste modifiche, e venuto nel frattempo a cadere il blocco delle licenze edilizie al di fuori delle zone edificabili, si auspica che il Decreto legislativo concernente il recupero di rustici da locare quali alloggi turisti possa esplicare maggiormente il suo contributo a favore dell’offerta turistica nelle regioni periferiche e della valorizzazione dei potenziali del territorio ticinese.

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-12 22:40:29 | 91.208.130.85