ULTIME NOTIZIE Ticino
VIDEO
LUGANO
8 min
Manor accende il Natale
Luci e suoni in una Piazza Dante gremita per quella che è diventata una tradizione natalizia a tutti gli effetti
CANTONE
56 min
Fino a quindici anni di carcere per gli abusi sui figli
La sentenza è stata comunicata poco fa dalla Corte delle Criminali presieduta dal giudice Amos Pagnamenta: «Fatti di una gravità mostruosa»
LUGANO
1 ora
Una star del calcio per i diplomi ai nuovi manager
È stato uno degli allenatori più blasonati del calcio. Fabio Capello ha incontrato i diplomati del CAS in Management dello Sport e degli Eventi SUPSI 
FOTO
LOCARNO
1 ora
Si immette sulla strada ma non si accorge del bus
L'incidente è avvenuto all'intersezione fra via in Selva e via Franzoni, a Locarno. Leggermente ferito il conducente dell'auto
CANTONE
1 ora
Arriva la neve, cambiate le gomme
La polizia ricorda che nonostante non siano obbligatorie, chi crea problemi alla circolazione e incidenti a causa dell’inadeguato equipaggiamento invernale può comunque essere punito
LUGANO
2 ore
Il futuro sostenibile sul Ceresio si siede sulle "e-panchine"
Una mozione interpartitica chiede al Municipio di posare alcune stazioni di ricarica polifunzionali sul territorio cittadino
GAMBAROGNO
2 ore
Un traffico da incubo, scatta l’interpellanza
Roberta Passardi e Giacomo Garzoli sottopongono tredici domande al Consiglio di Stato. «C’è l’intenzione di revocare almeno parzialmente le limitazioni?»
LUGANO
2 ore
Il contagio da epatite C finisce al Tribunale federale
Il procuratore pubblico Moreno Capella ha deciso di presentare ricorso contro la decisione di ricusa del giudice Siro Quadri
GAMBAROGNO
3 ore
«Per colpa di Ferrari il Lido Gerra potrebbe aprire in ritardo»
È quanto lascia intendere il Municipio in una presa di posizione in cui si parla di «consigliere comunale ostinato», «ostruzionismo» e «tentativi atti a screditare l’operato» dell’Esecutivo
ASTANO
4 ore
«La fusione con Tresa è l'unica soluzione percorribile»
Il Consiglio di Stato ha risposto alla mozione parlamentare che chiedeva di aiutare il comune malcantonese ad uscire dalla crisi finanziaria di cui è oggetto
FOTO
RIVA SAN VITALE
4 ore
C’era una volta il cotto. Il Comune riaccende il passato delle fornaci
Abbandonate ormai da una settantina d’anni, verranno recuperate e valorizzate. Strizzando l'occhio a artigiani e artisti locali, ma anche al turismo
CANTONE
4 ore
Quanta neve arriverà stasera? Le stime di MeteoSvizzera
Mendrisio, Lugano e Locarno potrebbero essere risparmiate. Fino ad una quindicina di centimetri a Bellinzona. Una ventina a Biasca e fino a mezzo metro ad Airolo. L’allerta scatta alle 18
CANTONE
5 ore
La Regio Insubrica si concentra sul Ceresio
Si è tra le altre cose riscontrata l’efficacia della procedura di emergenza concordata a seguito dei precedenti incontri ed attuata in occasione di un recente blackout
CANTONE
6 ore
Oltre centotrenta atti sessuali? «Sono troppi»
Cosi la difesa del cinquantenne a processo con la moglie per abusi sui figli, che punta a una pena non superiore ai sei anni e sei mesi. Le scuse degli imputati. La sentenza alle 17
VIDEO
CANTONE
6 ore
Abbiamo provato il panino con la "carne vegana" di Burger King
E sul quale però proprio i veg fanno un po' di polemica (per come è cotto). Dobbiamo dire che ci ha sorpresi, e parecchio
CANTONE / SVIZZERA
7 ore
Animali maltrattati: male la Svizzera, bene il Ticino
A livello nazionale i procedimenti penali per violazione delle norme di protezione sono tornati ad aumentare. Nel nostro Cantone si registra il dato più basso degli ultimi cinque anni
CANTONE
7 ore
Nominato il primario di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica
Il Prof. Dr. med. Yves Harder assumerà la nuova funzione a partire dal 1° gennaio 2020
CANTONE
8 ore
Abusi sui figli: «Aveva paura di perdere il marito»
Parla la difesa della donna a processo col coniuge per una lunga serie di atti sessuali consumati tra le mura domestiche. «Temeva di essere abbandonata»
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
La lotta alla mafia «prioritaria». E il Ticino avrà un ruolo centrale
Lo conferma il Consiglio federale rispondendo ad un'interpellanza di Fabio Regazzi: «Indispensabile una cooperazione nazionale e internazionale»
CANTONE
8 ore
Nominato il nuovo responsabile dell’Ufficio dell’assistenza riabilitativa
Siva Steiner entrerà in funzione dal primo dicembre e sostituirà Luisella Demartini-Foglia che andrà in pensione
CANTONE
8 ore
In Ticino «costi della salute più alti e quindi premi più alti»
Il Consiglio federale risponde a Marco Chiesa: «Dal 2014 al 2018 i ticinesi hanno pagato in media premi inferiori ai costi medi per assicurato»
CANTONE
8 ore
Il patrimonio della musica popolare in un volume
Il Centro di dialettologia e di etnografia dedica a questa poco indagata pagina di storia del Cantone Ticino e del Grigioni italiano una nuova pubblicazione
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
8 ore
Veicolo in fiamme sull'A2, chiusa una corsia
Il conducente è sceso in tempo dalla Citroën Berlingo con targhe ticinesi e non ha fortunatamente riportato ferite
CANTONE
8 ore
Siglato un accordo tra la SUPSI e l’Istituto cinese UAD
Le due università collaboreranno su progetti e formazione nell’ambito dell’architettura sostenibile
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
Con Telethon torna in campo la solidarietà
Al via la nuova campagna di raccolta di fondi a favore delle persone con una malattia genetica rara e delle loro famiglie. Il 6 e 7 dicembre anche i biker San Nicolao
TICINO
06.09.2012 - 09:280
Aggiornamento : 24.11.2014 - 15:17

Decreto per il recupero di rustici da locare quali alloggi turistici

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha approvato il Decreto legislativo concernente il recupero di rustici da locare quali alloggi turistici per il periodo 2013-2016.

 

La richiesta finanziaria resta invariata e ammonta a 2 milioni di franchi per il periodo di 4 anni.

 

È da sette lustri che nel Cantone Ticino viene sostenuto il recupero di rustici meritevoli di conservazione al fine di essere locati come alloggi turistici nelle zone discoste del paese. Ad oggi sono stati varati quattro decreti (nel 1977, 1988, 2000 e 2008), ognuno con condizioni di sussidio diverse, ma tutti con lo scopo di:

- aumentare la capacità ricettiva e di conseguenza incrementare il turismo di soggiorno;

- creare possibilità di reddito complementare;

- agevolare il mantenimento della proprietà;

- salvaguardare e valorizzare il patrimonio architettonico rurale tradizionale.

 

Nello scorso quadriennio il Decreto è stato utilizzato solo parzialmente, anche perché, a partire dal 1. gennaio 2009, per l’Autorità cantonale non è più stato possibile concedere autorizzazioni per il cambiamento di destinazione per gli edifici situati fuori zona edificabile, in attesa del definitivo consolidamento del PUC-PEIP.

 

Malgrado ciò, e nel frattempo superato questo ostacolo, lo strumento rimane tuttora valido. Con il nuovo Decreto, in base a un sondaggio effettuato presso gli Enti turistici locali e l’ETT, vengono introdotti dei cambiamenti.

 

Estensione del campo d’applicazione a tutto il Cantone e del numero degli oggetti sussidiabili per richiedente limitatamente ai domiciliati nel Cantone - Fino ad oggi il campo di applicazione dei Decreti a favore del recupero di rustici da locare quali alloggi turistici era limitato a una lista di Comuni siti nelle regioni periferiche. Dall’indagine conoscitiva fatta presso gli Enti turistici è emersa la necessità di allargare il perimetro di applicazione anche ad altri comprensori fino ad oggi esclusi.

 

Alla luce della volontà di incentrare il Decreto sull’aspetto turistico e, al fine di incrementare l’uso dello strumento, appare coerente rinunciare a definire un perimetro di applicazione, concentrando i criteri di selezione delle richieste di sussidio sulla qualità dell’oggetto che dovrà essere messo sul mercato turistico. Rispetto alla situazione attuale, con il nuovo Decreto viene inoltre tolto il vincolo che limitava il numero di rustici sussidiabile per richiedente.

 

Estensione dell’accessibilità dei 15 minuti dalla stazione di arrivo di impianti a fune - Fino ad oggi il rustico da recuperare e potenzialmente atto a beneficiare del sussidio cantonale doveva essere accessibile convenientemente e situarsi a una distanza massima di 15 minuti a piedi dall’ultimo punto stradale raggiungibile con normali mezzi di trasporto su strada. Nell’intento di stimolare il ripristino di rustici per incentivare sostanzialmente l’uso turistico, appare necessario aprire questa condizione alle stazioni di arrivo degli impianti a fune adibiti al trasporto di persone con concessione federale, fino ad oggi esclusi.

 

Estensione ad almeno 8 mesi dell’obbligo di locazione annuale e restrizione a 12 anni dell’obbligo di messa a disposizione - Dall’indagine effettuata presso gli Enti turistici locali e l’ETT è emerso chiaramente che vincolare l’aiuto cantonale a mettere a disposizione l’oggetto recuperato durante almeno 5 mesi nella stagione turistica di maggior potenziale di utilizzo del rustico e per una durata di 15 anni, ha fortemente disincentivato l’uso dello strumento promosso dal Cantone.

 

Per ovviare a questa situazione si propone di estendere ad almeno 8 mesi l’anno l’obbligo per il proprietario che beneficia del sostegno cantonale di mettere a disposizione l’oggetto e restringerne il periodo di durata da 15 anni a 12 anni. Resta invece invariato il vincolo di escludere la locazione annuale o stagionale ad un unico conduttore.

 

Caratteristiche delle agenzie professionali con le quali stipulare una convenzione - Il versamento del sussidio è vincolato alla sottoscrizione di una convenzione tra il proprietario del rustico e l’Ente turistico locale, nonché alla certificazione, sempre da parte del proprietario, di collaborare fattivamente con un’agenzia professionale del settore per la messa sul mercato dell’alloggio. Le caratteristiche di queste agenzie sono ora inserite direttamente nel nuovo Decreto legislativo. Lo sviluppo di agenzie professionali per la promozione di rustici potrebbe fare l’oggetto di un futuro progetto legato alla politica economica regionale.

 

Introduzione del monitoraggio - Considerato il fatto che lo strumento del Decreto per il recupero dei rustici da locare quali alloggi turistici non ha trovato negli ultimi quindici anni grande riscontro presso i proprietari e nell’ottica dell’applicazione della politica economica regionale, appare fondamentale dotarsi di uno strumento di monitoraggio. Per questa ragione, si propone di affidare all’Istituto delle ricerche economiche (IRE) il compito di effettuare questo monitoraggio, allo scopo di proporre correttivi adeguati per migliorare l’efficacia del Decreto.

 

Con queste modifiche, e venuto nel frattempo a cadere il blocco delle licenze edilizie al di fuori delle zone edificabili, si auspica che il Decreto legislativo concernente il recupero di rustici da locare quali alloggi turisti possa esplicare maggiormente il suo contributo a favore dell’offerta turistica nelle regioni periferiche e della valorizzazione dei potenziali del territorio ticinese.

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-14 18:54:23 | 91.208.130.89