LOCARNO
04.09.2012 - 12:020
Aggiornamento : 24.11.2014 - 13:06

Carlo Chatrian nuovo direttore del Festival. L'abbraccio con Père

LOCARNO - A pochi giorni dall'annuncio di Olivier Père di abbandonare la direzione artistica del Festival di Locarno, Marco Solari ha rivelato oggi il nome del nuovo direttore artistico. Si tratta di Carlo Chatrian, 40 anni, nome noto sia in ambito cinematografico che al Festival di Locarno.

"Quando ho saputo che Olivier Père lasciava, è stata una grande sorpresa e tristezza - ha voluto sottolineare Solari -. Con lui si lavorava bene. Ma siamo felici per Père, il treno di Arte France non se lo poteva lasciar scappare. Evidentemente il Festival è un ottima vetrina per chi fa un buon lavoro".

"Ho la certezza che Chatrian sia la persona giusta per portare avanti quel lavoro che è stato costruito dai precedenti direttori artistici - ha aggiunto Solari -. Chatrian mi aveva colpito da subito; ricordo quando decise di annullare le sue vacanze per realizzare la retrospettiva dedicata ai manga".

Lo stesso Chatrian non ha mancato di commentare con gioia questo nuovo incarico: “È una gioia molto grande poter dirigere il Festival di Locarno, un festival che ho conosciuto prima come spettatore e poi come responsabile di progetti. Ed ho imparato ad amarlo anno dopo anno. Un festival che è l'immagine più completa della ricchezza di questa arte, che è in fondo uno degli strumenti migliori per comprendere il mondo”.

"Sono della Valle d'Aosta, quindi una zona di frontiera - ha concluso il neo direttore artistico - e Locarno è una città dove non esistono frontiere, ma solamente luoghi d'incontro. Per me il Festival è un luogo di scoperta, ma soprattutto un luogo d'incontro, perché l'incontro è alla base del cinema. Alle proiezioni dei film infatti si possono incontrare registi e attori famosi e questa è la formula vincente di un Festival come quello di Locarno".

Chatrian è un noto critico cinematografico per diverse riviste, e soprattutto ha lavorato per diverse manifestazioni cinematografiche: dall'Alba International Film Festival al Courmayeur Noir in festival, fino ad arrivare al Cinéma du Réel di parigi e al Visions du Réel di Nyon. Ma il nome di Carlo Chatrian è legato soprattutto al Festival di Locarno, dove è stato membro del comitato di selezione 2006-2009, quindi è tra coloro che hanno deciso quali film portare a Locarno, ed è stato curatore delle retrospettive del Festival dal 2008. Sua è stata ad esempio la bellissima retrospettiva dedicata quest'anno a Otto Preminger, come quelle del passato su Vincent Minnelli, Ernst Lubitsch e Nanni Moretti.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-28 23:25:09 | 91.208.130.86