ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
«Prima calcolavamo solo i casi gravi, ora tutti»
Covid-19: numeri di nuovo in crescita. Ma pochi ospedalizzati. Perché? Il medico Christian Garzoni fa "chiarezza".
CANTONE
1 ora
Tutti in acqua in barba al Covid
Segnalazioni da Lugano, Bellinzona e Verzasca. I responsabili assicurano: «Nessun caso problematico. Monitoriamo sempre»
FOTO
CENTOVALLI
12 ore
Intragna, si scontra in curva con un camion
L'incidente è avvenuto attorno alle 18 di questo pomeriggio. Sul posto soccorsi e polizia
FOTO / VIDEO
MORBIO INFERIORE
13 ore
Il ramo si spezza e cade sulla strada
È accaduto questo pomeriggio in zona Balbio, a Morbio Inferiore
CANTONE
15 ore
«Non lasciamo soli gli allievi»
Il PS invita il DECS a prevedere doposcuola e corsi di recupero per gli allievi penalizzati dal lockdown
CANTONE
16 ore
Collettivo R-esistiamo: nei centri per migranti condizioni da «lager»
Il gruppo fa riferimento anche al caso di un ragazzo che si è gettato dal centro della Croce Rossa a Paradiso
CANTONE
16 ore
«Oltre 450 persone in isolamento in Ticino»
Il DSS fa il punto della situazione sull'evoluzione epidemiologica in Ticino del Covid-19
FOTO E VIDEO
TENERO-CONTRA
17 ore
Il cielo al posto della televisione
È stata presentata oggi l'innovativa struttura del Camping Tamaro Resort di Tenero.
LOSONE
19 ore
Scavando dietro i mucchi di una sabbia scomoda
Silo & Beton Melezza SA: i politici e (ex) funzionari cantonali che ruotano attorno alla famiglia Pinoja
MELIDE
20 ore
Confermato il Milan Junior Camp
Dopo il grande successo della scorsa stagione, i Rossoneri raddoppiano i turni
TICINO/SVIZZERA
05.12.2011 - 12:280
Aggiornamento : 23.11.2014 - 14:25

PISA 2009, Ticino negli ultimi posti. "Colpa del carico eccessivo"

Il direttore del DECS Bertoli giustifica i risultati degli allievi ticinesi

BERNA - Se in matematica, lettura e scienze naturali gli allievi svizzeri si difendono più che egregiamente nel confronto internazionale, un'analisi dei risultati a livello nazionale del test PISA 2009 lascia intravvedere differenze, talvolta marcate, tra i vari cantoni.

È quanto emerge dalle conclusioni dell'indagine PISA 2009 - i cui risultati nazionali sono già stati diffusi - a livello cantonale pubblicati oggi dai Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE). Il Ticino aveva messo a disposizione 1100 allievi di IV media (nono anno di scuola obbligatoria). Nella sua nota odierna la CDPE mette in guardia tuttavia dal trarre conclusioni affrettate, ossia dalla tendenza a voler distinguere tra buoni e cattivi: sovente, infatti, gli scarti tra i cantoni sono statisticamente poco rilevanti.

In generale, rispetto a PISA 2000, si è verificato una calo degli allievi deboli in lettura (dal 18,3% al 14,8% nel 2009) e un miglioramento delle competenze dei ragazzi "con background migratorio". Tale flessione è particolarmente netta nella Svizzera tedesca (-5%). Quanto ai figli di immigrati, le differenze sono diminuite in modo statisticamente significativo nella Svizzera tedesca (-23 punti) e in Ticino (-38 punti).

Nella graduatoria, quanto a competenza di lettura, il Ticino si piazza ultimo con 485 punti, su una media nazionale di 502 punti. Stando a una nota del Dipartimento cantonale ticinese dell'educazione, della cultura e dello sport, tale scarto per i ricercatori è di entità ridotta e, in parte, motivato dalla più giovane età degli allievi ticinesi - 15,1 anni in media contro 15,9 anni - rispetto agli allievi degli altri cantoni. La media ticinese è anche inferiore a quella dei Paesi OCSE (493), l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo in Europa.

I Ticinesi sono penultimi in matematica con 518 punti, risultato pur sempre superiore alla media internazionale, fa notare il dipartimento diretto dal consigliere di stato Manuele Bertoli. Circa la competenza in scienze naturali, la media svizzera è di 517 punti (OCSE 501). In questo ambito, il Ticino si piazza terz'ultimo nella graduatoria con 493 punti. Per quanto riguarda il cantone a Sud delle Alpi, rispetto al 2000 i risultati in lettura confermano una sostanziale stabilità. Sono migliorate invece le competenza in matematica (+9 punti), mentre si è verificata una flessione in scienze naturali (-8 punti).

Uno degli aspetti - già noto in verità - che risalta dai risultati è l'influsso, particolarmente marcato in Svizzera, della condizione sociale sulle prestazioni degli allievi, specie in lettura. In Ticino tale divario è assai contenuto, mentre è molto più marcato nella Svizzera tedesca e francese. In generale, a Sud delle Alpi "la differenza tra gli allievi più forti e quelli più deboli risulta piuttosto contenuta", specifica il comunicato del Dipartimento dell'educazione ticinese. I risultati PISA 2009 confermano "il principio integrativo proprio della scuola ticinese", nonché il posizionamento della Svizzera italiana dopo le due altre regioni linguistiche.

Bertoli ha dichiarato all'ats che l'aspetto integrativo della scuola ticinese è apprezzato dalla popolazione. A suo avviso, le prestazioni inferiori degli allievi ticinesi si possono spiegare anche col carico scolastico non indifferente cui sono sottoposti i ragazzi: tedesco, francese e inglese sono per esempio materie obbligatorie che potrebbero influenzare negativamente le prestazioni in altre discipline.

Ats

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 07:30:04 | 91.208.130.87