BERNA
09.04.2009 - 12:340
Aggiornamento : 15.11.2014 - 06:41

Votazioni 17 maggio: medicina complementare, "sì" di Couchepin

BERNA - Pascal Couchepin voterà "sì" all'articolo costituzionale sulla medicina complementare, ma senza convinzione. In una conferenza stampa oggi a Berna, il ministro della sanità ha detto che se dalle urne uscirà un responso positivo, le cure alternative non verranno automaticamente inserite nel catalogo delle prestazioni rimborsate dall'assicurazione di base, ma dovranno essere discusse nell'ambito della legge.

Saranno gli esperti dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) a decidere se la medicina complementare soddisfa il criterio di economicità, principio indispensabile per inserirle nell'elenco dell'assicurazione di base. Se gli esperti giungeranno a un responso negativo, sarà necessario cambiare la legge e prevedere un'eccezione per le cure alternative, ha detto Couchepin. "Ovviamente - ha aggiunto - rispetteremo la volontà popolare".

Il consigliere federale ha anche tenuto a sottolineare che durante il dibattito in parlamento sull'iniziativa popolare "Sì alla medicina complementare", il Consiglio federale si era espresso contro l'elaborazione di un controprogetto. "La medicina complementare appartiene alle assicurazioni complementari", ha aggiunto.



ATS
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 07:44:14 | 91.208.130.86