ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
9 ore
Fanno la spesa in Italia, multati alcuni confederati
Le violazioni delle norme si sono tradotte in multe disciplinari. Bisogna stare a casa, muoversi solo per motivi urgenti
CANTONE
9 ore
«Il mio ragazzo contagiato a militare, siamo preoccupati»
La famiglia lamenta le scarse misure a protezione dei militi. L’esercito si difende: «Facciamo tutto il possibile»
CANTONE
12 ore
Crisi Covid-19: «Il Parlamento indaghi sulle decisioni del Governo»
L’MPS chiede che, se necessario, venga anche istituita una commissione parlamentare d’inchiesta.
CANTONE
16 ore
«Mettete a rischio la salute dei nostri eroi»
Interpellanza dell’MPS al Consiglio di Stato per capire come sono attualmente le condizioni di lavoro negli ospedali
CANTONE
17 ore
«Un reddito di pandemia per evitare la catastrofe»
La richiesta dell'MpS: «Il reddito dovrà essere concesso senza lungaggini burocratiche»
STABIO
17 ore
Sul campo da calcio la scritta: "Rimaniamo a casa"
L'invito del FC Stabio a tenere duro e l'omaggio a Franco Toffoli
CANTONE
18 ore
Covid-19, altre 12 vittime
Le persone positive sono 2508, con un incremento di 66 casi rispetto a ieri
CANTONE
20 ore
L'esperto spiega i rischi del telelavoro
Alessandro Trivilini del Gruppo Cyber Sicuro: «Il rischio risiede nel fattore umano e nella scarsa attenzione»
LUGANO
1 gior
#NonCeLaFaremoMai: messaggi di cattivo gusto sull'asfalto
Le scritte sono apparse oggi in via Tomaso Rodari a Lugano
FOTO
TERRE DI PEDEMONTE
1 gior
Una brusca sbandata sulla Cantonale
L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio a Cavigliano
TICINO
10.04.2006 - 13:290
Aggiornamento : 13.10.2014 - 13:49

Bergonzoli al Governo su Fiscogate: "Rendere pubblico il rapporto completo"

Interpellanza del deputato leghista Silvano Bergonzoli.

LOCARNO - "La vicenda del “Fiscogate” sta interessando e sconcertando morbosamente i cittadini a seguito di prese di posizione contraddittorie e contrapposte fra i politici e i giornalisti ticinesi. In questo contesto dove l’emotività sembra prevalere sulla razionalità il Consiglio di Stato ha ritenuto opportuno di rendere pubblico il rapporto della Commissione d’inchiesta, tralasciando però il capitolo VI concernente la famiglia Masoni in relazione alla Fondazione Villalta. Occorre notare che il rapporto è invece stato consegnato integralmente a tutti i parlamentari.
A seguito della pubblicazione di questo rapporto, in data 7 aprile lo Studio legale e notarile Avv. Valeria e Franco Masoni ha inviato una lettera a tutti i deputati al Gran Consiglio prendendo posizione sull’esposto della CIA. Questa lettera è stata integralmente pubblicata sul settimanale “Il Caffè”. Dovendo leggere prese di posizione frammentarie, per il cittadino ticinese è ora caos totale nel districarsi all’interno delle vicende del “Fiscogate”: ad esempio, egli è “costretto” a leggere la presa di posizione della famiglia Masoni senza poter fare un paragone con quanto scritto sul rapporto della CIA".

Queste le premesse di un'interpellanza inviata oggi dal deputato della Lega Silvano Bergonzoli al Consiglio di Stato.

"Per la massima trasparenza dovuta all’opinione pubblica, e considerato quanto pubblicato dal settimanale “Il Caffè” - continua Bergonzoli - chiedo al Consiglio di Stato se non ritiene che, a questo punto, si dovrebbe procedere anche alla pubblicazione su Internet dei seguenti documenti, alfine di rendere possibile ai cittadini di farsi una propria opinione in base a tutti i dati relativi al caso del Fiscogate: il rapporto completo della Commissione d’inchiesta (senza omissis); la lettera indirizzata al Gran Consiglio dallo Studio legale e notarile avv. Valeria e Franco Masoni-Fontana; la lettera dello Studio di consulenza CaSo info".

"Va da sé - aggiunge Bergonzoli - che il dibattito inerente all’interesse pubblico della pubblicazione di questi documenti non può precludere il diritto degli interessati di un’informazione corretta; l’eventuale violazione della discrezione d’ufficio nei confronti della famiglia Masoni non può sottintendere, a questo stadio, il diritto ad un’informazione completa, a prescindere dalla responsabilità assunta inizialmente dal Consiglio di Stato (e di cui saranno le istituzioni competenti a doversi esprimere) nell’aver deciso che sull’affaire Masoni si avrebbe dovuto divulgare certe informazioni (in modo incompleto). E` bene anche rilevare che il settimanale “Il Caffè” ha pubblicato un “Dossier” speciale sullo scandalo di ben 15 pagine che, in pratica, rivela anche cose e fatti che nemmeno il Consiglio di Stato ne sarebbe a conoscenza". 2) "Alla luce di queste divulgazioni, su cui l’avv. Franco Masoni ha a suo tempo già proceduto a sporgere denuncia penale - conclude Bergonzoli - chiedo pure all’Esecutivo cantonale di chiarire come sia stato possibile che il citato settimanale abbia avuto tutte queste informazioni? Il contenuto di questo dossier, contiene esclusivamente notizie note al Consiglio di Stato oppure ci ha messo del suo? Quanti Rapporti completi della Cia sono stati distribuiti e chi li ha avuti? Non ritiene il Consiglio di Stato, per usare equità di trattamento nei confronti della consigliere sig.ra Masoni, che a questo punto debba – in parallelo alla denuncia sporta dall’avv. Franco Masoni – procedere anche ad un’inchiesta amministrativa per accertare la provenienza di queste violazioni della discrezione d’ufficio, di cui si può ipotizzare il coinvolgimento di un/a Consigliere di Stato?"

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-06 04:39:25 | 91.208.130.87