Ticino
22.12.2000 - 16:580
Aggiornamento : 13.10.2014 - 13:46

AGNO-BIOGGIO: Il Territorio studia le osservazioni pervenute dai Comuni interessati

Circonvallazione Agno-Bioggio, il Dipartimento del territorio ha provveduto ad un primo esame delle Osservazioni pervenute dai Comuni a seguito della consultazione relativa alla prima fase della procedura di lavoro.

Nell’ambito della procedura per la definizione del tracciato della circonvallazione di Agno-Bioggio, una delle opere prioritarie del PTL, il gruppo tecnico di accompagnamento al progetto del Dipartimento del territorio ha provveduto ad un primo esame delle osservazioni pervenute dai Comuni a seguito della consultazione relativa alla prima fase della procedura di lavoro.

In generale, il Dipartimento del territorio constata con soddisfazione che i Municipi, interpellati per il tramite della delegazione delle autorità guidata dalla CRT, hanno dato il loro consenso alle condizioni ritenute fondamentali per poter procedere alla seconda fase dello studio, con l’obiettivo di definire il tracciato per la procedura di Piano Direttore.

In particolare, le autorità locali consultate hanno dato il loro consenso in relazione:

• all’allestimento della nuova scheda di PD in funzione del tracciato che sarà scelto nella seconda fase.
• alla metodologia di lavoro in due fasi con consultazione e coinvolgimento delle autorità locali, • alle condizioni quadro di progetto.
• ai nodi di attestamento del tracciato vallone di Agno, Piodella di Muzzano e rotonda delle Cinque Vie (Sudacctai) di Bioggio.
• ai 17 criteri di confronto raggruppati nei temi principali traffico, pianificazione, ambiente, paesaggio, investimenti, fasi realizzative.


La richiesta di esprimere una preferenza per ogni famiglia di tracciato ha permesso ai Municipi di approfondire e di inquadrare le tematiche locali nel contesto generale del progetto, proponendo suggerimenti e modifiche alle varianti di base in consultazione. Le proposte inoltrate, che portano un contributo positivo e costruttivo nella ricerca di soluzioni a questa complessa problematica, saranno esaminate, approfondite ed integrate nella procedura di 2a fase per la scelta finale del tracciato.

Gli organi del Dipartimento del territorio hanno già dato inizio alle analisi di 2a fase con il proposito di giungere in breve tempo, Con il fondamentale apporto delle autorità locali, ad individuare una soluzione tecnicamente realizzabile e sostenibile, rispettosa degli interessi locali preponderanti e che possa godere del massimo consenso.

È con soddisfazione che la Commissione regionale dei trasporti ( CRI) ed il Dipartimento del territorio sottolineano la positiva rispondenza ottenuta dai Municipi di Agno, Bioggio, Lugano, Muzzano, unitamente all’Associazione dei comuni della regione Malcantone, premessa indispensabile per raggiungere l’obiettivo di definizione del tracciato e poter riprendere le fasi procedurali, giungendo all’approvazione formale dei progetti (Piano Generale).
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 08:24:58 | 91.208.130.86