Ticino
04.06.2019 - 17:160

Shock allergico – reagire salva la vita

Una reazione allergica grave può avere esito letale. Nei suoi corsi, aha! Centro Allergie Svizzera spiega come i diretti interessati, i familiari, gli insegnanti e i colleghi di lavoro devono reagire

È una bella giornata, la riunione viene organizzata all’aperto. Buona idea, non per tutti però. Un collega viene punto da un’ape. Dato che è fortemente allergico al veleno degli insetti, si sente subito male: la pelle prude e si ricopre di pomfi rossastri, le vie respiratorie si restringono e subentra l’affanno. Rischia di avere uno shock allergico (o anafilattico), come in Svizzera accade ogni anno a circa ottocento persone. Un’anafilassi può essere provocata anche da alimenti, come le arachidi o i crostacei, oppure da farmaci.

Non perdere tempo e salvare una vita

In caso di forte reazione allergica, bisogna reagire all’istante. Il corredo per le emergenze contiene tutto il necessario: un autoiniettore di adrenalina, un antistaminico e un preparato cortisonico. I farmaci devono essere somministrati senza indugio e i soccorsi allertati (il numero dell’ambulanza è 144).

È imperativo esercitarsi

«Gli allergici che sanno di avere reazioni gravi devono avere il set per le emergenze sempre con sé e tenerne uno di scorta anche a casa, a scuola e sul posto di lavoro», spiega Sonja Hartmann, esperta di aha! Centro Allergie Svizzera. È inoltre imperativo esercitarsi a impiegare rapidamente e correttamente i farmaci per le emergenze. aha! Centro Allergie Svizzera offre corsi rivolti ai diretti interessati e ai loro colleghi di lavoro, e formazioni per pedagogisti e genitori di bambini colpiti.

Video su casi di emergenza

Che si tratti di asma, dermatite atopica o intolleranze, aha! Centro Allergie Svizzera si impegna in difesa delle esigenze degli oltre tre milioni di persone affette nel nostro paese.
Consulenza telefonica gratuita:
lu–ve, 8.30–12,
telefono 031 359 90 50

I contenuti contrassegnati come paid post sono realizzati dai nostri clienti o su loro incarico. I paid post sono quindi pubblicità e non fanno parte del contenuto redazionale.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-20 10:03:25 | 91.208.130.86