LUGANO/AGNO
05.10.2003 - 11:390
Aggiornamento : 13.10.2014 - 13:47

Bignasca: "L'UFAC si prepari alla guerra"

LUGANO/AGNO - «Se non dovesse funzionare l'aeroporto di Agno, le faccio una promessa: blocco l'autostrada!». Così, lunedì scorso, il consigliere nazionale leghista Giuliano Bignasca, rivolto al ministro dei trasporti Moritz Leuenberger.

A Lugano - aveva detto Giuliano Bignasca - «abbiamo una situazione a dir poco tragicomica. Dal 1981 ad oggi sono atterrati 723 389 aerei. Adesso capisco che all'UFAC nell'ultimo mese qualcosa è successo, non so se per l'intervento del signor André Auer o del signor Max Friedli, ma qualcosa è successo. Io chiedo solamente che il suo ufficio - aveva aggiunto Bignasca rivolto al ministro - faccia un esame serio ed obiettivo della situazione e permetta alla città di Lugano di far funzionare il suo aeroporto. Non dovesse funzionare il suo aeroporto le faccio una promessa: io le blocco l'autostrada!»

Le preocupazioni e le minacce per il futuro dell'aeroporto di Lugano/Agno fanno oggi capolino sul Mattino della Domenica e Bignasca ribadisce i suoi concetti ed urla: « ...se l'UFAC pensa di poter tiranneggiare a piacimento l'aeroporto di Lugano, si prepari alla guerra».

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 22:43:04 | 91.208.130.87