Twitter/Ignazio Cassis
SVIZZERA
20.04.2021 - 15:220

Cassis a tu per tu col ministro degli esteri ungherese

Al centro dell'incontro non soltanto la pandemia, ma anche le relazioni bilaterali tra i due paesi

BERNA - Il consigliere federale Ignazio Cassis ha ricevuto oggi a Berna il ministro ungherese degli affari esteri e del commercio estero, Péter Szijjártó, per un incontro ufficiale di lavoro. Lo ha comunicato il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), aggiungendo che temi di discussione sono stati le relazioni bilaterali tra i due paesi, la prossima presidenza ungherese del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa e l'impatto socio-politico ed economico della pandemia di Covid-19.

Nel corso dell'incontro, Cassis e Szijjártó hanno sottolineato le buone relazioni tra i rispettivi paesi. L'Ungheria - viene sottolineato nella nota - non è solo un rilevante partner commerciale per la Svizzera, ma anche un paese importante per gli investitori elvetici in Europa centrale. Inoltre, il partenariato tra Ungheria e Svizzera non riguarda solo l'economia ma anche, per esempio, il settore dell'istruzione e gli scambi culturali.

Il responsabile del DFAE ha poi informato il suo omologo sulle relazioni tra la Svizzera e l'Unione europea (Ue) e ha colto l'occasione per congratularsi con l'Ungheria per la sua prossima presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa.

A questo proposito Cassis ha evidenziato il ruolo centrale delle istituzioni del Consiglio d'Europa nella crisi pandemica. «La pandemia - ha dichiarato il responsabile del DFAE - ci ha fatto capire ancora una volta quanto siano importanti la solidarietà e la cooperazione. Dimostra che le sfide possono essere superate molto meglio attraverso una stretta cooperazione tra gli Stati». Il consigliere federale ha anche evidenziato come il rafforzamento dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto, insieme alla protezione delle minoranze, siano elementi centrali della politica estera svizzera.

Infine, Cassis ha presentato al suo omologo ungherese la Strategia Cina, recentemente adottata dal Consiglio federale, sottolineando a tal proposito l'importanza di un dialogo costruttivo e critico, presupposto essenziale per garantire relazioni ampie e solide sia sul piano multilaterale che a livello bilaterale.

Relazioni strette grazie a legami storici - L'Ungheria e la Svizzera hanno alle spalle una lunga tradizione di scambi bilaterali. Un rapporto che è stato segnato profondamente, tra le altre cose, dagli eventi del 1956, quando dopo la fallita rivolta contro il comunismo sovietico, la Svizzera ha accolto circa 12'000 rifugiati ungheresi e inviato aiuti all'Ungheria. Ancora oggi i legami tra Svizzera e Ungheria sono stretti e diversificati: lo scorso anno, per esempio, erano 25'347 i cittadini ungheresi che vivevano in Svizzera e il volume degli scambi commerciali tra i due paesi ammontava a circa 2,5 miliardi di franchi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-08 23:59:00 | 91.208.130.87