Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
20 min
«Solo la matricola, niente nome»
Una mozione, approvata oggi dagli Stati, richiede maggior protezione per gli agenti di polizia.
SVIZZERA
36 min
In Svizzera la pandemia sta rallentando
Contagi e ricoveri sono in calo, secondo il rapporto settimanale dell'UFSP. L'incidenza più bassa in Ticino
SVIZZERA
44 min
Pazienti più giovani e sani in cure intense: cambiano le regole del triage
L'Accademia svizzera delle scienze mediche ha adeguato le sue linee guida.
GRIGIONI
44 min
Motociclista si schianta a Bivio e si ferisce
L'incidente si è verificato ieri alle 17.30. La protagonista è una venticinquenne
ZURIGO
1 ora
Un bar nel mirino dei no-vax
Il Café Elena di Zurigo sta attirando critiche per aver cacciato dal suo locale il coronascettico Nicolas Rimoldi.
BERNA 
2 ore
Grandi sforzi per aumentare le vaccinazioni
Il numero di dosi somministrate ogni giorno è ancora due o tre volte inferiore rispetto a maggio e giugno.
SVIZZERA
3 ore
Pioggia di miliardi sul grigio-verde
Gli Stati hanno dato via libera al credito da destinare al programma d'armamento e all'acquisto di materiale e immobili.
SVIZZERA
3 ore
«La pandemia sarà conclusa tra un anno»
Secondo Stéphane Bancel entro la metà del 2022 ci saranno «abbastanza dosi per vaccinare tutto il pianeta».
SVIZZERA
3 ore
Per nuovi allentamenti, «si smetta di trascurare i guariti»
Secondo Felix Schneuwly, esperto di salute di Comparis, «chi è stato infettato è una parte importante della soluzione».
SCIAFFUSA / AFGHANISTAN
6 ore
Fugge da Kabul grazie all'università svizzera
Halima è studentessa presso il SIT, nel canton Sciaffusa, ma fino a pochi giorni fa viveva ancora in Afghanistan
SVIZZERA
24.09.2020 - 07:220

Parlamento: protezione dati, cambio sesso e cultura

Giornata impegnativa per Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati, che lavoreranno fino in serata

BERNA - Riprendono stamane i lavori delle Camere federali, penultima giornata della sessione autunnale che si concluderà venerdì con le tradizionali votazioni finali. Una sessione che ha visto ritornare i parlamentari a Palazzo federale, dopo la parentesi extra-muros a causa della pandemia, sebbene protetti da pannelli in plexiglas per evitare una propagazione del Covid-19.

Protezione dati - Al Consiglio Nazionale, che a causa dell'alto numero di dossier si riunirà anche nel pomeriggio (fino alle 19.00), i deputati dovranno pronunciarsi sulla proposta della conferenza di conciliazione riguardante la legge sulla protezione dei dati. Gli Stati insistono nel voler inserire nella normativa il principio di "profilazione ad alto rischio".

Cambio sesso più semplice - Tra gli altri oggetti, figura anche il progetto che vorrebbe rendere più semplice in futuro far modificare l'iscrizione del sesso nel registro di stato civile, senza per forza passare da un giudice. Il progetto del governo di modifica del Codice civile è già stato adottato lo scorso giugno dagli Stati. La commissione preparatoria del Nazionale auspica però che la relativa dichiarazione presso l'ufficio di stato civile possa essere rilasciata anche senza il consenso dei genitori o del rappresentante legale. Esecutivo e senatori la pensano in maniera opposta. Una minoranza ritiene auspicabili ulteriori semplificazioni, ad esempio la possibilità di consegnare per scritto la dichiarazione summenzionata, mentre un'altra minoranza respinge il progetto in toto. Il progetto governativo prevede che transessuali e intersessuali possano cambiare più facilmente sesso e nome nel registro dello stato civile mediante una semplice dichiarazione. Non devono venir richiesti né un esame medico né il rispetto di altre condizioni preliminari. Attualmente è necessario far riconoscere il cambiamento di sesso da un giudice. Se la persona interessata è sposata, il matrimonio rimane valido. Lo stesso discorso si applica alle unioni domestiche registrate e pure i rapporti di filiazione resteranno immutati.

Sostegno cultura - Al Consiglio degli Stati, che oggi siederà anche nel pomeriggio (fino alle 19.00), due saranno i principali temi che verranno affrontati: il programma europeo Orizzonte 2021-2027 e la promozione della cultura per il periodo 2021-2024 (a livello di divergenze). In merito al secondo tema, gli Stati dovranno esaminare due divergenze col Nazionale in merito ai fondi da stanziare per gli scambi tra le regioni linguistiche e sul sostegno finanziario elargito dall'Ufficio federale della cultura.

Orizzonte 2021-2027 - Circa il secondo tema, la commissione preparatoria raccomanderà di approvare il pacchetto da 6,154 miliardi di franchi per la partecipazione al programma Ue per la ricerca e l'innovazione "Orizzonte Europa" per il periodo 2021-2027. Attualmente, le condizioni di partecipazione al pacchetto Orizzonte per gli Stati non membri come la Svizzera non sono ancora definite a livello europeo. La Svizzera mira a una partecipazione a pieno titolo come Stato associato all'intero pacchetto. I negoziati ufficiali con l'UE su un accordo di partecipazione potranno essere avviati solo quando Bruxelles avrà adottato le necessarie basi giuridiche. L'obiettivo è permettere ai ricercatori in Svizzera di partecipare ai primi bandi di concorso di "Orizzonte Europa" e alle iniziative connesse. Se la piena associazione non sarà possibile, anche solo temporaneamente, la Confederazione potrà utilizzare in alternativa i crediti previsti - se necessario per l'intera durata delle misure - allo scopo di finanziare la partecipazione dei partner svizzeri a singoli progetti. In questo modo gli attori della ricerca e dell'innovazione elvetici dovrebbero poter beneficiare di condizioni analoghe a quelle di una piena associazione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 12:09:28 | 91.208.130.86