Keystone (archivio)
In primo piano Pierre-Yves Maillard, presidente dell'USS
SVIZZERA
03.03.2020 - 15:350

Al via la raccolta firme per la 13a AVS

I promotori hanno tempo fino al 3 settembre 2021 per raccogliere le 100'000 sottoscrizioni necessarie

L'iniziativa è la risposta dei sindacati al problema delle pensioni, che sta diventando sempre più evidente

BERNA - L'Unione sindacale svizzera (USS) può iniziare a raccogliere le firme per l'Iniziativa popolare per una 13esima mensilità AVS. Lo comunica oggi la Cancelleria federale. Il termine per la raccolta delle 100'000 sottoscrizioni scade il 3 settembre 2021. I promotori intendono presentare pubblicamente la proposta giovedì prossimo.

La lista per la raccolta delle firme a sostegno dell'iniziativa popolare federale "Vivere meglio la pensione (Iniziativa per una 13esima mensilità AVS)", presentata il 10 febbraio 2020, soddisfa formalmente le esigenze legali, scrive la Cancelleria. La validità dell'iniziativa verrà esaminata dall'Assemblea federale in caso di riuscita formale.

L'iniziativa popolare chiede che i beneficiari di una rendita di vecchiaia in futuro abbiano diritto a un supplemento equivalente a una tredicesima mensilità. Essa non deve comportare né una riduzione delle prestazioni supplementari né la perdita del diritto a tali prestazioni. Il tutto deve essere attuato al più tardi all'inizio del secondo anno civile successivo all'accettazione dell'iniziativa.

Quando i delegati dell'USS hanno deciso lanciare la proposta, a metà novembre, hanno spiegato che l'iniziativa è la risposta dei sindacati al problema delle pensioni, che sta diventando sempre più evidente. Le rendite delle casse pensioni sono in calo da anni, anche se i lavoratori versano contributi sempre più alti. Particolarmente problematica è la situazione pensionistica delle donne.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 7 mesi fa su tio
Eh già, tutte cose ormai già viste... I soldi ci sono (e tanti) ma poi il Consiglio federale ed i cantoni raccomandano di respingere l'iniziativa, ci si mettono anche gli spauracchi e le paure creati ad arte ed alla fine il popolo, seguendo chi grida più forte, respingerà l'iniziativa per poi piangere e lamentarsi come successo con la cassa malati unica :)
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 07:14:13 | 91.208.130.87