tipress
BERNA
31.01.2020 - 20:250

Riciclaggio: il giro di vite non piace

La Commissione degli affari giuridici del Parlamento ritiene «eccessiva» una revisione della legge. E vuole salvaguardare la piazza finanziaria

di Redazione
ATS

BERNA - Non vi è alcuna necessità di rafforzare la lotta contro il riciclaggio di denaro sporco. La Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale ha raccomandato oggi al plenum con 13 voti contro 12 di non entrare in materia sulla revisione della legge in questione.

La Commissione ritiene che l'attuale meccanismo di prevenzione del riciclaggio sia sufficiente: la Svizzera deve mantenere la competitività della sua piazza finanziaria, evitando di adottare una regolamentazione eccessivamente severa.

Ciò avverrebbe se si adottasse il progetto governativo, in particolare per quanto riguarda le disposizioni sul segreto professionale degli avvocati e la regolamentazione relativa ai consulenti.

Una minoranza della Commissione avrebbe preferito l'entrata in materia, reputando che la revisione sia necessaria e che permetta alla Svizzera di disporre di una legislazione che tenga conto delle principali raccomandazioni formulate dal Gruppo d'azione finanziaria (GAFI).

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 14:52:38 | 91.208.130.89