keystone (archivio)
ZURIGO
12.01.2020 - 12:550

PS: Barrile è interessato a diventare presidente. Insieme con una donna

Concorrenza in vista per i due consiglieri nazionali Cédric Wermuth (AG) e Mattea Meyer (ZH)

di Redazione
Ats

ZURIGO - Concorrenza in vista per i due consiglieri nazionali Cédric Wermuth (AG) e Mattea Meyer (ZH), intenzionati ad assumere insieme la presidenza del Partito socialista svizzero: la carica interessa pure a un altro deputato federale, Angelo Barrile (ZH), che punta anch'egli a presentarsi con una donna.

Confermando una notizia pubblicata dal SonntagsBlick, Barrile ha detto a Keystone-ATS di essere da tempo in discussione con le due colleghe al Nazionale Priska Seiler-Graf (ZH) e Franziska Roth (SO). Al termine del dibattito sarà deciso quale sarà la linea migliore per far sì che il partito possa crescere e avere successo elettorale, ha spiegato.

In dichiarazioni riportate dal domenicale, Barrile indica pure di voler vedere rappresentata nei piani alti del PS la minoranza di coloro che hanno orientamenti sessuali diversi da quelli più diffusi. Il medico 43enne che vive con il suo partner in unione registrata ritiene fuori discussione che della presidenza faccia parte una donna: "altrettanto chiaro è però che anche un'altra minoranza finora non ha avuto voce nelle istanze del partito", sottolinea il 43enne con origini siciliane - i suoi genitori sono emigrati in Svizzera all'inizio degli anni '70 - e doppia nazionalità elvetico-italiana.

Rinuncia per contro a una candidatura la consigliera nazionale zurighese Min Li Marti. "La carica mi interessava, ma mi manca semplicemente il tempo: dirigo un giornale, ho un bambino piccolo e rimangono intatte le chance che mio marito Balthasar Glättli diventi presidente dei Verdi", ha indicato al SonntagsBlick la giornalista 45enne.

Presso il PS intanto le cose si muovono. Il successore di Christian Levrat alla testa del partito di lunga tradizione - è stato fondato nel 1888 - sarà eletto dall'assemblea dei delegati prevista il 4 e il 5 aprile a Basilea. Possono essere presentate candidature sino al 19 febbraio.

Compito della nuova guida sarà dare slancio alla formazione politica, che nelle elezioni di ottobre - vinte da Verdi e Verdi liberali - ha perso 7 seggi a Berna (4 al Nazionale e 3 agli Stati) e ha visto la sua forza elettorale scendere al 16,8% (-2,0 punti rispetto al 2015), il livello più basso dall'introduzione del sistema di voto proporzionale nel 1919.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 05:05:03 | 91.208.130.85