Keystone (archivio)
SVIZZERA
06.01.2020 - 17:590

Landolt resta (per ora) in sella del PBD

L'esito delle recenti elezioni federali ha fatto cambiare i piani dell'attuale presidente: «Voglio dare il tempo al partito di riorganizzarsi prima di lasciare»

di Redazione
ats

BERNA - Il presidente del Partito borghese democratico (PBD) Martin Landolt resta per ora in carica. Originariamente Landolt aveva intenzione di dimettersi dalla presidenza in primavera. Dopo il dolente esito delle elezioni federali il partito intende prima riorganizzarsi.

Landolt ha confermato una informazione in tal senso della radio SRF di oggi. Il consigliere nazionale glaronese ha sempre in programma di dimettersi da presidente del PBD nel corso dell'anno, sia in estate, autunno o alla fine dell'anno, ha precisato a Keystone-ATS.

Se il Partito avesse mantenuto la forza di frazione e uno o due nuovi volti fossero stati eletti in Parlamento, Landolt avrebbe lasciato la guida del Partito nella primavera del 2020.

Dopo il crollo alle elezioni federali dello scorso ottobre, il partito deve tuttavia prima riposizionarsi e trovare una nuova struttura e una nuova organizzazione nelle nuove condizioni quadro.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 16:22:22 | 91.208.130.85