Keystone
Christian Levrat
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Cronaca
43 min
Anziana muore investita da un tram
Si tratta del settimo incidente mortale della circolazione nel Canton Ginevra
GINEVRA
1 ora
Funzionari ginevrini in rivolta
Un migliaio di manifestanti ha sfilato lungo le vie della città. Criticato soprattutto il calo delle prestazioni
BERNA
1 ora
Géraldine Savary è la nuova presidente della Commissione federale delle poste
L'ex consigliera agli Stati è la prima donna ad occupare questa carica
VAUD
2 ore
Passaggio di consegne per il capo dell'esercito
La cerimonia è avvenuta questo pomeriggio al Castello di Chillon, alla presenza della consigliera federale Viola Amherd
LUCERNA
4 ore
Perde la vita schiantandosi contro una casa
L'incidente è avvenuto questa mattina a Triengen. La dinamica però non è ancora chiara
SVIZZERA / REGNO UNITO
5 ore
Glencore è indagata per corruzione in Gran Bretagna
Il gruppo minerario ha fatto sapere che coopererà con gli inquirenti
ZURIGO
5 ore
Tragedia in cantiere: 15enne muore schiacciato
Il ragazzo stava lavorando quando, per motivi ancora da stabilire, è stato travolto da un carico di lastre in cemento
SAN GALLO
6 ore
Cane salvato sull'autostrada
Il povero animale correva spaventato nei pressi di Oberbüren. La polizia cantonale ha bloccato il traffico tra Gossau e Uzwil per catturarlo
SVIZZERA
6 ore
«BNS? Gli utili vadano agli svizzeri, sono bravi alle urne»
È l'opinione di Kurt Schiltknecht, ex capo economista della stessa banca
FOTO
SVIZZERA
7 ore
La centrale nucleare di Beznau sta per compiere 50 anni
Entrò in funzione il 9 dicembre del 1969
SVIZZERA
7 ore
La moneta dedicata a Roger Federer è già esaurita
I 33'000 esemplari d'argento, disponibili in prevendita a partire dallo scorso lunedì, sono andati a ruba
ARGOVIA
7 ore
Distrugge il radar che lo aveva beccato: «Nulla di così grave»
Il 29enne italiano minimizza i fatti avvenuti venerdì sera a Winterthur, ma poi perde la pazienza e se ne va
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera le tasse non fanno poi così male
Nella classifica per il 2018 stilata dall'OCSE il nostro Paese è 31esimo (su 36) nella pressione fiscale
SVIZZERA
9 ore
«Per il 5G è necessario un nuovo rapporto»
Lo ha deciso il Consiglio degli Stati, questo perché «vi è ancora troppa incertezza»
SVIZZERA
9 ore
Buste paga più pesanti per Aldi
Nel 2020 la massa salariale presso la catena di supermercati salirà dell'1%
BERNA
01.12.2019 - 08:450
Aggiornamento : 10:02

«Il PPD elegga Regula Rytz in Consiglio federale: è la sua unica chance di sopravvivenza»

Il presidente del PS, Christian Levrat, mette in guardia i centristi dal «suicidio politico». Meglio sostituire Cassis adesso: nel 2023 sarà troppo tardi

di Redazione
Ats/DO

BERNA - Il presidente del PS, Christian Levrat, rompe gli indugi e, in un’intervista a Le Matin Dimanche, indica il proprio sostegno all’elezione di Regula Rytz (Verdi) in Consiglio federale e invita il PPD a votare a sua volta per la consigliera nazionale bernese. Sostituire ora il ticinese Ignazio Cassis con la presidente ecologista, sottolinea, rappresenterebbe «l’unica chance di sopravvivenza in Consiglio federale» per i democristiani.

La scorsa settimana, il PPD aveva fatto sapere che l’11 dicembre prossimo non avrebbe sostenuto l’elezione di Regula Rytz. Ora, Levrat definisce tale strategia un «suicidio politico» da parte del partito di centro. La priorità attribuita da quest’ultimo e dall’UDC alla stabilità garantita dalla formula magica, spiega, comporterà per il PPD la perdita del suo seggio nel governo federale nel 2023, quando i Verdi faranno ancora meglio alle urne.

«Io voglio che questo partito resti in Consiglio federale - ha chiarito il socialista -, ma il PPD deve fare una chiara valutazione della situazione». Secondo il presidente del PS, «non c’è alcun motivo» per aspettare a eleggere un verde nell’esecutivo. Gli ecologisti sono infatti il quarto partito per peso elettorale: «Non capisco perché in Consiglio federale UDC e PLR debbano mantenere una maggioranza che in parlamento non hanno più», ha sottolineato.

Rösti (UDC) difende lo status quo - Difende invece lo status quo il presidente democentrista Albert Rösti. In un'intervista al SonntagsBlick, egli respinge l'idea del presidente del PPD Gerhard Pfister di mettersi in contatto con tutti i partiti prima dell'elezione del Consiglio federale per proporre un accordo sulla rappresentanza delle principali forze politiche in governo. «Non ho mai rifiutato una discussione, ma non credo che le parti troveranno una soluzione migliore in questo momento», dice Rösti.

Il politico bernese critica poi l'attacco della consigliera nazionale Regula Rytz la mandato del ministro PLR Ignazio Cassis: «L'attacco alla Svizzera italiana è incomprensibile. La rappresentanza regionale è sancita dalla Costituzione».

UDC, PLR e PPD hanno già dichiarato che non sosterranno la candidatura del Rytz per il Consiglio federale. I Verdi liberali avranno un colloquio con l'esponente dei Verdi martedì prossimo e poi decideranno. Il gruppo socialista alle Camere non ha ancora espresso alcun sostegno, ma secondo Levrat «non c'è motivo di mantenere i Verdi all'opposizione».
 
 

Commenti
 
MIM 3 gior fa su tio
eh eh eh comincia il regolamento dei conti. PS, stai attento che non è che te la passi molto bene ultimamente, e leccare il fondoschiena ai verdi potrebbe risultare una scelta suicida proprio per voi. Detto questo, penso che siano caxxi tra Verdi e PLR. Chi si schiera rischia un ustione.
Zico 3 gior fa su tio
perchè non molla un seggio dei suoi. in fondo sono della stessa areapolitica ( a parole...)
vulpus 3 gior fa su tio
Da buon socialista, preferisce sempre spartire la roba degli altri. Lui ha 2 seggi in CF, perchè non ne cede uno dei suoi ,onde limitare i danni? La signora Sommaruga ,potrebbe benissimo farsi di lato, visto che predica la stessa litania dei verdi.
Lilly Formina 3 gior fa su tio
Chi è di destra, malgrado la comprensibile pulsione fisiologica, in questo momento dovrebbe riflettere bene prima di considerare desiderabile la perdita del seggio PS, divenuto, alla prova dei fatti, un seggio di destra. Tra le tante occasioni nel corso delle quali il partito ha dimostrato di essersi riconvertito pienamente e senza rimorsi al capitalismo, basterebbe ricordare come si è schierato in occasione dell'iniziativa "moneta intera": in sostegno delle banche, della speculazione finanziaria, di coloro che creano i presupposti per il perpetuo indebitamento pubblico. Ma è solo una delle tante circostanze ove il PS ha svolto il ruolo dell'utile idiota a tutto guadagno dell'asse borghese, voltando le spalle ai verdi e a quegli schieramenti di sinistra che hanno mantenuto un minimo di coerenza. Quindi quando la destra, nel tentativo di fronteggiare l'offensiva verde, prospetta una soluzione a danno del PS, non si rende conto di farsi un clamoroso autogoal. Per la destra un partito che si autoproclama di sinistra e fa il doppio gioco confondendo e rendendo inutile l'appoggio di molte persone ingenue, seppure in buona fede, alla causa progressista, rappresenta un asso nella manica che sarebbe poco lungimirante sprecare.
ceto1960 4 gior fa su tio
Basta socialisti e verdi vi state montando un po’ troppo la testa...... se poi ci mettete un po’ di bianco la frittata è fatta . Rosso verde bianco. Bandiera della vicina penisola, che tristezza
Bayron 4 gior fa su tio
Importante è mandare a casa l’inutile Cassis... rossi , verdi, neri o azzurri va bene tutto pur di fargli fare le valigie ...
Thor61 4 gior fa su tio
@Bayron Cassius sarà inutile, anzi lo è di sicuro, ma un verde in CF è assimilabile alle coperte che gli spagnoli regalaro agli indios. Hai idea dei danni che faranno non appena avranno in mano un minimo di potere decisionale??!! Persino la chiesa assimila greta a Gesù, immagina i politici finti ambientalisti e moltissimo ROSSI dentro. Saluti
RV50 4 gior fa su tio
Perché non lo offrite voi del Ps il vostro seggio ai verdi tanto per quello che sta facendo la vostra rappresentante non se ne sentirebbe la sua mancanza ..... tengo a farvi sapere che non uno a qui piace il sig. Cassis ma secondo il mio parere é meglio tenere il minore dei mali.
Maxy70 4 gior fa su tio
Comunque e da parte di tutti é una miserabile lotta per le cadreghe. Io vado sempre a votare per principio civico, ma fanno veramente scappare la voglia!
Zarco 4 gior fa su tio
Questo deve preoccuparsi del suo partito! Erosione continua, poi con i Verdi attuali, sempre peggio
Thor61 4 gior fa su tio
Purtroppo va detto che in questo caso il DANNO minore è proprio Cassius, per cui meglio lui che un pseudo verde in CF, i danni che farebbero a tutti i livelli sarebbero ENORMI e inutili, tutto questo sulla base di BALLE colossali!!!
Gus 4 gior fa su tio
L'arroganza di questo non ha limiti. Da buon socialista supponente vorrebbe decidere lui anche in casa d'altri. Cafone!
miba 4 gior fa su tio
@Gus Esattamente come gli USA che non sono socialisti :):):)
Thor61 4 gior fa su tio
@Gus NON solo arrogante, ma anche ignorante! Se il PPD non concede spazi ai verdi questi FORSE aumenteranno i propri voti, perchè non appena verranno a galla le porcate che porteranno avanti i cittadini li scaricheranno più veloci della luce, stile M5S in Italia tanto per fare un confronto, dalle stelle alle stalle in pochi mesi!!! Ma ovviamente il PS lo sa, ed è per questo che fa il furbetto!!! Saluti
Thor61 4 gior fa su tio
@miba Si, ma se non sbaglio, la maggioranza dei presidenti USA che hanno esportato "Democrazia" in maggioranza erano DEM, cioè di sinistra!!! Saluti
rompibal 4 gior fa su tio
Il PPD diventerebbe così l'ago della bilancia fra destra e sinistra e riaquisterebbe il suo giusto peso politico. Una riflessione andrebbe fatta anche in proiezione futura. Un accordo con il PLR sarebbe una lenta agonia. Meditate PPD
Naike Romeo-The Prince of Wales 4 gior fa su tio
Mah....non vedo come il ppd possa perdere nei prossimi anni l'unico seggio in Consiglio Federale, anche perdendo ancora qualche seggio fra quattro anni. Resta comunque il primo partito (purtroppo, secondo me) al Consiglio degli Stati. Semmai è il PS che deve preoccuparsi di un futuro aumento dei verdi.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 21:55:56 | 91.208.130.89