Keystone (collage)
Regula Rytz guarda al seggio di Cassis.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
SAN GALLO
29 min
19enne schianta la Maserati all'incrocio: 120'000 franchi di danni
È successo nel canton San Gallo quando un ragazzino ha centrato altri due giovanissimi che guidavano... una Mercedes
LUCERNA
48 min
Fermati per un reato stradale, a bordo avevano una cassaforte rubata
Un controllo della velocità a Malters ha avuto un esito inatteso per la polizia lucernese: i tre cittadini slovacchi a bordo del veicolo sono stati arrestati
ZURIGO
1 ora
Quando il poliziotto è fisionomista, il ladro non ha scampo
L'autore del furto a un bancomat di Winterthur è stato riconosciuto da un agente per strada diversi mesi dopo il fattaccio
SVIZZERA
1 ora
Immigrazione, l'iniziativa dell'UDC non fa breccia
Nessuna sorpresa anche agli Stati
SVIZZERA
1 ora
È svizzero il primo spazzino spaziale in assoluto
La start up ClearSpace è stata scelta dall'Agenzia spaziale europea
GRIGIONI
1 ora
Mai così pochi disoccupati in novembre
Sono meno di un migliaio le persone alla ricerca di un lavoro, ma non disoccupate
NEUCHÂTEL
2 ore
23enne cade dalla diga del Châtelot e muore, stava festeggiando
Complicate le operazioni di recupero che hanno coinvolto anche la Rega, gli inquirenti prediligono la pista dell'incidente
OBVALDO
2 ore
Ritrovato morto l'escursionista scomparso
Il corpo senza vita di un 25enne è stato rinvenuto questa notte dai soccorritori in zona Astel
FOTO
LUCERNA
2 ore
Il primo drone Hermes 900 dell'esercito è arrivato a Emmen
Gli altri cinque velivoli saranno consegnati alla Confederazione nei prossimi mesi. Nel complesso sono costati 250 milioni di franchi
SCIAFFUSA
4 ore
Assalto a un bancomat di Ramsen: «Bottino cospicuo»
I malviventi hanno colpito la notte scorsa: ingenti i danni allo stabile
SVIZZERA / SVEZIA
4 ore
Parmelin sarà alla consegna del premio Nobel per la fisica
Si vuole così sottolineare il ruolo del finanziamento pubblico per la ricerca. Il riconoscimento è andato a due scienziati svizzeri
GINEVRA
4 ore
Dieudonné convocato dalla giustizia ginevrina
Il controverso comico francese verrà ascoltato in merito ad alcuni commenti negazionisti fatti durante gli spettacoli di Ginevra e Nyon
ZURIGO
4 ore
Legionellosi, galeotto fu l'autolavaggio
Tre uomini che hanno contratto l'infezione nel 2018 avevano lavato l'auto nello stesso impianto, poi rivelatosi contaminato
VALLESE
5 ore
I lupi "vallesani" hanno ucciso 205 capi di bestiame nel 2019
Gli esemplari censiti a fine ottobre erano 18. Registrati anche 116 attacchi alla selvaggina
ZURIGO
5 ore
Uomo gravemente ferito nell'incendio di una casa a Bülach
Il 58enne è stato fatto uscire dalla finestra dai poliziotti e trasportato in ospedale
VAUD
6 ore
Materiale militare nel lago: l'Associazione salvaguardia del Lemano scrive a Maurer
L'organizzazione è preoccupata che le munizioni siano esposte alla possibilità di manipolazioni o incidenti
VAUD
6 ore
Portavalori assaltato, la Posta ferma le consegne di denaro a Daillens
Stop alle operazioni da e verso la località vodese. L'assicuratore di SecurePost ha ritirato con effetto immediato la copertura
SVIZZERA
7 ore
Accordi illeciti, Medartis sotto inchiesta in Brasile
La società basilese è indagata per presunta fissazione illegale dei prezzi
FOTO
BERNA
7 ore
I sacchi colorati per la differenziata piacciono ai bernesi
La prima prova pilota a livello svizzero di questo sistema di separazione dei rifiuti è stata positiva. Il Municipio: «La soddisfazione tra i cittadini è elevata»
SVIZZERA
7 ore
La parola finanziaria dell'anno in Svizzera è “Libra”
Lo ha decretato la giuria riunita dal portale finanziario finews.ch: «Valuta digitale globale e risposta al deprezzamento di quella tradizionale»
VALLESE
7 ore
Un'ex stella del tennis elvetico accusata di stupro
Una serata alcolica di cinque anni fa a Tallin ha portato Yves Allegro davanti al Tribunale di Sierre. Un'allenatrice austriaca lo accusa, ma i suoi legali chiedono l'assoluzione
GRIGIONI
7 ore
Suv perde il controllo e si schianta contro un autopostale
È successo a Riom (GR), per il conducente dell'auto ferite lievi e danno totale
SVIZZERA
8 ore
I nuovi caccia da guerra "atterrano" sotto il Cupolone
L'acquisto dei nuovi jet (per un massimo di 6 miliardi di franchi) ha raccolto il sostegno di buona parte della Commissione preparatoria. Parola al Consiglio nazionale
BERNA
12 ore
La Confederazione teme attentati ai consiglieri federali
I componenti dell'esecutivo figurano tra i funzionari particolarmente minacciati. Secondo l'esperto, una scorta fissa sarà presto necessaria
BERNA
20 ore
Rapina a mano armata alla biglietteria FFS
Ladri in azione alla stazione di Burgdorf, nella capitale. È in corso una caccia all'uomo
SVIZZERA
22.11.2019 - 14:420
Aggiornamento : 16:41

«Se Cassis dovesse perdere il seggio non mi aspetto una rivolta in Ticino»

La presidente dei Verdi ha annunciato la propria candidatura per il Consiglio federale. Ecco cosa ne pensa il politologo Nenad Stojanovic

di Redazione
JK/ADN

BERNA - Ieri pomeriggio, durante una conferenza stampa, la presidente dei Verdi Regula Rytz ha ufficialmente confermato di «essere pronta» a sedersi in Consiglio federale. L'ecologista punta, senza mezzi termini, a una delle poltrone detenute dal PLR ritenendo «il partito ampiamente sovrarappresentato nel Governo federale».  E il principale indiziato per "venire travolto" dall'onda verde pare essere il ticinese Ignazio Cassis. Per capire un po' meglio le reali possibilità che questo "rimescolamento" si concretizzi, 20 Minuten ha contattato il politologo ticinese e professore di scienze politiche all'Università di Ginevra Nenad Stojanovic. 

Quante possibilità ha Regula Rytz di entrare nell'Esecutivo federale?
«Come persona, Regula Rytz ha tutte le carte in regola per vincere. Ha diversi anni di esperienza nel Municipio di Berna e il fatto che non sia stata eletta al Consiglio degli Stati non conta molto. Ha fatto un ottimo risultato pur venendo sconfitta. E poi anche Ueli Maurer non era entrato nella Camera Alta nel 2007 per poi venire eletto in Consiglio federale nel 2008».

Regula Rytz ha dichiarato di puntare al seggio di Cassis. Quante chance ha?
«Dopo le elezioni del 20 ottobre le sue chance (e quelle dei Verdi) sono cresciute. Io direi che ha un 50% di possibilità».

Può quindi riuscirci?
«Molto dipenderà dal PPD. Dovrà decidere da che parte stare anche per difendere il proprio seggio. Vi sono tre argomenti per cui il PPD potrebbe schierarsi a fianco dei Verdi. Il primo è che l'alleanza PLR-UDC nel 2003 soffiò il secondo seggio ai popolari democratici».

E gli altri due motivi?
«Il PPD ha da poco perso due seggi al Consiglio degli Stati e questi sono finiti in mani liberali. Questo ha fatto arrabbiare diverse persone nel partito popolare democratico. Soprattutto la vicenda nel Canton Friborgo non è stata ben digerita da molti. Anche in Ticino, dove Filippo Lombardi ha dovuto cedere il proprio scranno a Marina Carobbio, ci sono state tensioni per il mancato pieno sostegno liberale al senatore PPD. E questo nonostante i due partiti avessero deciso di correre insieme per le federali».

Quali sono invece gli argomenti che potrebbero favorire Cassis?
«In primo luogo il PPD dovrebbe essere in grado di spiegare al proprio elettorato perché sostiene una candidatura verde al Consiglio federale. Un compito non semplice. In secondo luogo, sono pochi i casi di Consiglieri federali in carica che vengono cambiati. Nella storia è successo solo quattro volte (Ruth Metzler nel 2003 e Christoph Blocher nel 2007 i due più recenti). Terzo punto a favore di Cassis è che rappresenta la Svizzera italiana a Berna».

Cosa significherebbe per il Ticino perdere il proprio rappresentante?
«La regione linguistica italofona non è stata rappresentata in Consiglio federale dal 1999 al 2017. Nonostante i numerosi tentativi fatti in quel periodo. Se Cassis venisse escluso ora, dopo solo due anni, non sarebbe un bel segnale nei confronti del Ticino. La rivendicazione che tutte le regioni linguistiche debbano avere un posto nel Governo federale è legittima. Ma allo stesso tempo non bisogna darci tanto peso. Ad esempio molti zurighesi e molti svizzero tedeschi non si sentono rappresentati da Ueli Maurer. Il profilo politico è la cosa più importante. Nell'eventualità che Cassis fosse escluso, non mi aspetto comunque una rivolta in Ticino».

Il capogruppo democentrista al Nazionale Thomas Aeschi propone che sia Simonetta Sommaruga a lasciare il proprio posto a Rytz. Come vede questo scenario?
«I Verdi non attaccheranno mai un seggio socialista. Sono alleati politici. Inoltre il PS è reduce da un'ottima tornata elettorale». 

Commenti
 
Mattiatr 2 sett fa su tio
Mi sono fatto un paio di calcoli, un seggio nel consiglio federale equivale al 14% dell'esecutivo. I verdi hanno ottenuto in consiglio nazionale il 6% dei seggi e agli stati il 2.2%, in nessuno dei casi il partito raggiunge nemmeno la metà, nel parlamento, della percentuale rappresentata da un singolo seggio nell'esecutivo. Il PLR, alla quale vogliono fregare il seggio, sono in effetti sovra rappresentati, con un 28% nell'esecutivo, un 16.5% al nazionale e 26% agli stati. Diciamo che l'UDC con un 28% in CF, un 34% al nazionale e un 13% agli stati avrebbe, numericamente parlando, maggior diritto di ottenere il seggio federale di Cassis al posto dei verdi.
MIM 2 sett fa su tio
Non è Cassis a perdere il seggio, ma il PLR. Signora presidente dei verdi, lasci perdere il Ticino, lo avete sempre fatto, siate coerenti e non tirateci in ballo per i vostri giochetti.
Maxy70 2 sett fa su tio
Magari non tutti i Ticinesi sono sfegatati per Cassis, ma un milione di volte meglio di una verde, che per prima cosa ci mette la benzina a 10 franchi al litro!
vulpus 2 sett fa su tio
Dopo la trombata di oggi,se ha un minimo di umiltà dovrebbe evitare di continuare a proclamarsi la salvatrice della Svizzera. Se poi anche i verdi vogliono attendere una audizione prima di decidere,significa che tanta unità non ci sia prprioa parte le presunzione del politologo soprastante
Cla Gia 2 sett fa su fb
Sperem fö di ball
Anita Boscacci 2 sett fa su fb
Fuori al più presto Cassis !
Equalizer 2 sett fa su tio
In questa foto la Rytz è la copia umana di Frau Rottenmeier, non è un buon presagio :))
Sandra Sousa 2 sett fa su fb
Stojonovic
Jack Hcap 2 sett fa su fb
Lasciando su Cassis avremmo comunque sempre meno problemi che mettere su un verde, quello si che sarebbe un suicidio
Tato50 2 sett fa su tio
Dimmi i nomi di chi non è lobbista, compresi i tuoi compagni, che vai più veloce !
Giorgio Buzzini 2 sett fa su fb
questi verdi sono come le cimici: puzzolenti e dannose !🤬
Thor61 2 sett fa su tio
Già solo per la sua arroganza, la sig.ra la lascerei dove sta! Che cacchius sia un incapace (Sembra la copia del giggino italico) ormai lo sanno anche i sassi di tutto il mondo, ma ho la netta sicurezza che la pseudo verde e di sicuro (Infatti non vogliono la poltrona rossa, chissà come mai) molto rossa, farebbe molto peggio di cacchius. Di ambiente non capiscono NULLA, in compenso sono ESPERTISSIMI nel complicare la vita ai cittadini con qualunque forma possibile, tasse, restrizioni personali e ogni altra possibile porcheria antidemocratica, ovviamente tutto questo sempre in nome dell'ambiente. Ricordiamogli che l'aver aumentato il proprio consenso di qualche punto percentuale, non li rende i primo partito Svizzero, che rimane ancora l'UDC, così tanto per ridare le giuste dimensioni alle cose, infatti come dimostra questo caso ai pseudo verdi va fatto ricordare, visto le manie di grandezza esibite, che traspare tra le loro fila pur di avere una sedia della gestione del potere.
marco17 2 sett fa su tio
@Thor61 C'è chi è verde politicamente e chi, come te, è verde di rabbia e di stizza e spara scemenze tipo "ecoterroristi". Hai per caso deciso di riciclare il cervello insieme al vetro e alla plastica?
Thor61 2 sett fa su tio
@marco17 Fatti un clistere mentale, ti farebbe solo bene, sei capace di leggere e ancor meglio COMPRENDERE quello che ho scritto? Io ne dubito fortemente!!! 1° Ho espresso un MIO pensiero - 2° Quello che fanno i verdi è ormai noto, parlano (Soltanto) di verde e poi aumentano le tasse, tipo triplicare il costo della benzina e dell'olio da riscaldamento per le case, IO un cervello infatti ce l'ho e lo uso, tu per risparmiare segui l'onda del partito, quindi prima di scrivere scemenze usa il TUO cervello e poi forse potrai dare lezione agli altri. Saluti a te diversamente intelligente!!!
Tato50 2 sett fa su tio
@Thor61 Aumentare la benzina e l'olio di riscaldamento, salveremo i ghiacciai e la calotta polare. Il problema è che i turisti in transito non si fermeranno a rifornirsi e i frontalieri, grazie alla "carta sconto " col cavolo che si fermeranno nei nostri distrbutori. Quindi la compagna Sommaruga, amica del "marco" ci ha ciolati e non abbiamo nemmeno sentito il gusto. A parte un po' di dolore al retro-;((
Thor61 2 sett fa su tio
@Tato50 Le farneticazioni dei pseudo verdi sono allucinanti, anche solo menzionare la voglia di TRIPLICARE il costo di benzina e olio da riscaldamento (Poi per scaldarsi presumo che le persone imbestialite brucino I pseudo verdi nelle pubbliche piazze) è da PAZZI dissociati dalla realtà, è c'è anche chi li segue???!!! Saluti a te Tato50 ;o))))
Andres David 2 sett fa su fb
Cassis finora ha fatto solo disastri per il ticino
Adriana Vorbach 2 sett fa su fb
Cassis è inadeguato, non ha fatto niente
Valeria Wolly 2 sett fa su fb
Per quello che fa per il Ticino, può anche perderlo il seggio! Non rappresenta il Ticino e i Ticinesi di sicuro! Non ne sentiremo la mancanza, anzi ....
Matteo Gadoni 2 sett fa su fb
Il problema non é Cassis e nemmeno il fatto che sia ticinese. Il problema é che fino a ieri i Verdi erano meno di uno sputo e adesso pretendono un consigliere federale. Io ho imparato nella vita che le cose bisogna guadagnarsele. Tempo al tempo. Se questi ecoterroristi tra qualche hanno dimostrano ancora d’avere i numeri se ne può riparlare. Per adesso state lì buoni.
Ade Gheiz 2 sett fa su fb
Direi che se lo sono guadagnato grazie ai consenso. Al contempo Cassis ha già dimostrato di mon meritarselo più. Visto che suamo in una democrazia, sarrebbe il caso di un rimpasto
Matty Saedt 2 sett fa su fb
Энтони Демарки 2 sett fa su fb
Rytz, ripassa fra 4 anni (sempre che l'onda verde sia sempre attiva)!
Graziano Vassalli 2 sett fa su fb
Энтони Демарки x me cassais può anche saltare
Bogicevic Slavisa 2 sett fa su fb
Si Signor Nenad, non bisogna dimenticare che il Cassis noné Ticinese ma un Italiano a tutti gli effetti e finora ha rapresentato solo interessi del UE facendo snche contrario di cio chr gli era imposto dal alto sempre facendo la finta di sciemo cge non sapeva , non pensava cosi. Basta piu si vede da un kilimetro che é un intruso nel governo Svizzero, nonlodo chi la messo in quel posizione uno che non ha minimo da un secolo citadinanza in Svizzera, di trovsi in quel posizione specialmente nei tempu odierni co tutte la pressioni che arrivano dal UE , noi troviamo un finto schemo , pero che ben coscente cosa sta facendo. STOP a queste talpe tiriamole al luce del sole senza ma e senza si
Andràs Gyöngy 2 sett fa su fb
Bogicevic Slavisa da che pulpito. Sembra di sentire mamma Elvezia di persona, mentre non mi sembra proprio🤪🤣🤣🤣🤣
Bogicevic Slavisa 2 sett fa su fb
Andràs Gyöngy invecie e cosi caro mio amico
Emilio Quadri Camponovo 2 sett fa su fb
Bogicevic Slavisa Egregio Signore, in base al suo modo di ragionare di ticinesi autentici ce ne sarebbero ben pochi. Se il Signor Cassis, secondo alcuni non è ticinese, perché di origine italiana, allora tutti i ticinesi che portano un cognome italiano? E quelli che lo portano straniero? Ma per favore!! Le antiche famiglie ticinesi, per intenderci quelle che erano presenti in questi territori al momento che vennero occupati dagli Svizzeri, portavano e portano tuttora cognomi italiani. Non tutti i ticinesi amano il corno delle Alpi, Heidi, le salsicce tedesche, ecc. ma amano il Ticino lombardo pur essendo fedeli alla Confederazione, magari più di tanti che sventolano magliette rossocrociate in ogni occasione. Buona notte!
Lidia Bettosini 2 sett fa su fb
E speriamo che lo perda il seggio sicuramente i ticinesi non si ribellano anzi
Nadia Peverelli 2 sett fa su fb
Lidia Bettosini esatt
Graziano Vassalli 2 sett fa su fb
Ma tanto meglio, anche perché c il Ticino cosa ha fatto??? NIENTE... quindi fuori dalle balle
Nadia Peverelli 2 sett fa su fb
X me non c entra da che parte della Ch viene ma deve fare qualcosa x noi e non svendere ulteriormente la Ch
Tato50 2 sett fa su tio
Criticare Cassis può essere uno sport come gli altri; l'importante è farlo dietro a una tastiera con magari la licenza elementare. Il Ticino non si rivolterà ma comincia ad averne abbastanza di essere trattato come il "terzo mondo della Svizzera". Dopo i 700 milioni che le CM ci hanno fregato dalle NOSTRE riserve e qualcuno dormiva, l'Alptransit che abbiamo votato ma è quello sbagliato, dopo vent'anni ci vogliono tolgliere un rapprentante italofono (perché non rappresenta solo il Ticino) ? Ha parlato bene un alto esponente dell'UDC ; il Ticino non merita un affronto di questo tipo, se qualcuno deve mollare la poltrona sono uno dei DUE del Canton Berna, quindi eventualmente via la Sommaruga. Oddio speriamo però che la Verde la mettano al Dipartimento della difesa e gli facciano fare un giretto su uno dei nuovi caccia che stanno provando. Piloto io ;-((((
marco17 2 sett fa su tio
@Tato50 Io sono italofono almeno quanto te ma se c'è una persona che proprio non mi rappresenta questo è proprio Cassis; dapprima lobbysta delle casse malati (ecco la storia dei 700 milioni spariti); ora, da vero incompetente, dirige la politica estera come fosse un club di pallacanestro che cerca sponsor. Quanto all'uscita demenziale di un rappresentante UDC secondo il quale non dovrebbero esserci due Bernesi in Consiglio federale, basterebbe chiedersi se qualora i Verdi avessero presentato un candidato zurighese, l'UDC avrebbe detto che a lasciare il CF avrebbe dovuto essere Maurer, per capire il livello della sparata. L'affronto al Ticino sono i personaggi come Cassis.
Galium 2 sett fa su tio
@marco17 Sono pienamente d'accordo con te! Abbiamo bisogno di gente valida in CF. Il Cantone di provenienza non ha alcuna importanza
Tato50 2 sett fa su tio
@marco17 Copio - incollo Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Dal 2004 l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) è responsabile della vigilanza sulle assicurazioni contro le malattie e gli infortuni e su quella militare. Si tratta di una tappa incisiva nell'evoluzione dell'Ufficio: di colpo il suo tradizionale ambito di competenze è esteso a un ramo importante della sicurezza sociale. Ahahhah , bella questa !!!! Per le fregatura dei milioni Cassis non era Consigliere Federale perché i fatti sono avvenuti nel 2014. In Ticino avevamo un certo Beltraminelli che dormiva, a Berna c'era un certo Berset che doveva fare quello che ha fatto un certo Ceregheti, ex capo dello IAS. Perché è lui che si è accorto dei milioni rubati e usati per calmierare i premi nella Svizzera tedesca e non solo. Quindi era uno dei tuoi !!!!!!!!!!!!!! Cassis ho avuto modo di conoscerlo quando era ancora Medico Cantonale e non ho certo un bel ricordo di lui ma non entro nei dettagli. Poi sui se o ma, viste le dichiarazione dell'esponente UDC, parliamo della situazione attuale e non di una ipotetica come quella descritta da te. Tra l'altro ti ho risposto anche su chi è nei Consigli di amministrazione ma lo puoi leggere sopra (non so perché non è giunta a te ). Saluti ;-)
Tato50 2 sett fa su tio
@Galium Tipo Sommaruga ????
Galium 2 sett fa su tio
@Tato50 Molto meglio Sommaruga di un lobbista come Cassis!
Tato50 2 sett fa su tio
@Galium Leggi sopra !!!
chiodone50 2 sett fa su tio
Bellissimo questo commento, riassume in breve la realtà
marco17 2 sett fa su tio
Coraggio signora Rytz: non soltanto non ci sarà nessuna "rivolta", ma molti Ticinesi e Svizzeri italiani le saranno eternamente riconoscenti per averci liberato da questa ingombrante presenza "ticinese" in CF. Se riesce nel suo intento dovremmo accordarle la cittadinanza onoraria.
Tato50 2 sett fa su tio
@marco17 Infatti, stanno già prevedendo una tassa di 50 franchi per chi va al Pronto Soccorso e non viene ricoverato. Questa è l'ecologia dei Verdi; far si che il cittadino rimanga al verde ( quello che paga tutto e non riceve niente ). Quelli che non pagano i premi e gli asilanti sono esonerati; li sponsorizziamo noi -;((
GI 2 sett fa su tio
la signora alla RTS ha dichiarato, tra le altre cose, che "i colleghi europei potranno darci una mano nella soluzione del problema dell'accordo quadro". Bene ! sono andato a curiosare nel sito dei verdi a Bruxelles....nessuna menzione del nostro paesello.....
Nmemo 2 sett fa su tio
L’ex esponente socialista di spicco del Ticino dovrebbe avere il pudore d’indicare a uno dei consiglieri federali socialisti di lasciare il posto alla pretendente Verde. Ha dimenticato di essere di parte e che meglio sarebbe se una volta stesse zitto?
Beautifulplace 2 sett fa su fb
Cassis fuori ball... Il peggiore di tutti i tempi
Mauro Ballerini 2 sett fa su fb
Una rivolta in Ticino proprio no anzi la maggioranza dei Ticinesi ne sarebbero contenti di non più vedere Cassis in consiglio federale e in politica in generale. Gli unici a piangere saranno i liberali e neanche tutti. Il Ticino ha una buona chanse per le prossime elezioni.
Treccani Danilo 2 sett fa su fb
Bayron 2 sett fa su tio
Tutt’altro... si festeggia!!
streciadalbüter 2 sett fa su tio
I Verdi ,quando sono maturi,diventano rossi.
marco17 2 sett fa su tio
@streciadalbüter Mentre il burro (büter) con il tempo diventa soltanto rancido.
cacos 2 sett fa su tio
@streciadalbüter Verdi fuori dentro rossi
streciadalbüter 2 sett fa su tio
Glöi Svizzeri hanno perso una buona occasione per nominare i consiglieri federali dicendo no all`iniziativa votata anni fa. Ora la nomina dei consiglieri federali é,come prima in mano alle due camere,con gli intrallazzi,giochi di potere e via dicendo.Riprendiamoci il nostro potere di cittadini elvetici.
Libero pensatore 2 sett fa su tio
Cassis agisce in favore delle solite lobby e non ha le competenze per fare il consigliere federale. Va sostituito a priori
KilBill65 2 sett fa su tio
@Libero pensatore Infatti….Lo abbiamo visto benissimo….Abbiamo bisogno di politici attaccati di piu' al popolo e ai reali problemi che affliggono il Ticino.....E sono tanti!!!.....
Roberto Ugolotti 2 sett fa su fb
Si sono già montati la testa. Che dimostri prima di essere in grado di risolvere qualche problema concreto. A parole tutti fenomeni.
Энтони Демарки 2 sett fa su fb
Risolvere? I verdi ci tartasserano con nuove tasse tirando in ballo la fine del mondo entro il 2050.
Marco Edoardo Dozio 2 sett fa su fb
Beh... da un rosso non potevo leggere un'opinione diversa.... Cassis non fa l'unanimità in Ticino.... ma non ho dubbi che la maggioranza NON vuole una verde in CF...
GI 2 sett fa su tio
i "verdi" non attaccheranno mai i "rossi"....ovvio sono della stessa specie....la signora Rytz in primis.....il tutto a conferma che sono TUTTI cadregatt !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Lilly Formina 2 sett fa su tio
Io sono convinta che se Rytz facesse opportunamente le scarpe a Cassis, costringendolo a tornare a "casa" con la coda tra le gambe, nel nostro cantone la rivolta ci sarebbe eccome!! Nel senso che ci si rivolterebbe per impedire il rientro di Cassis in Ticino.
Led Swan 2 sett fa su fb
"non mi aspetto comunque una rivolta in Ticino».No, anzi uno in meno di cui dobbiamo vergognarci...
Mariantonietta Petraglio 2 sett fa su fb
Si ma non una verde non hanno ancora dimostrato cosa sanno fare e già vogliono tutto
Ade Gheiz 2 sett fa su fb
Diamogli la possibilità. Cassis l’ha avuto è sta facendo macelli a oltranza
Wallace&Gromit 2 sett fa su tio
Nessuna rivolta, anzi, un po' meno imbarazzo. Come dice l'adagio "meglio fuori che mal rappresentati" o non è così?
skorpio 2 sett fa su tio
a parte il fatto che ormai in Ticino siamo abituati a prenderlo nel **** da Berna e non ci fa neanche più male... , ma non vedo cosa cambierebbe senza cassis, qualcuno mi sa dire cosa ha fatto di concreto da quando è stato eletto, sicuramente poco e niente specialmente per noi ticinesi!!
Mattiatr 2 sett fa su tio
@skorpio La verità è che per quanto possa esser ticinese, buono d'animo ecc. Un liberale agli affari esteri non giova al nostro cantone.
F.Netri 2 sett fa su tio
Ci mancava proprio, l'ennesima presa di posizione di un social-comunista!
Luca Rino 2 sett fa su fb
Sé ritorna in Ticino proporrei un paio di frustate in piazza.. così per dargli il bentornato!🤣🤣🤣
don lurio 2 sett fa su tio
Abbiamo un governo di politicanti che hanno sono arrivati al precipizio all'orlo di un burrone , se nominano un socialista o verdi facciamo un passo in avanti >>>>>>.........
curzio 2 sett fa su tio
Sarebbe un giorno di festa!
Jimmy Meier 2 sett fa su fb
Rivolta? Al contrario ci farebbe un favore
Robby Bilbo 2 sett fa su fb
Supponente
Alessio Nesurini 2 sett fa su fb
Non sarà un’elezione banale
Elvo Corti 2 sett fa su fb
Cassis fuori bene Sommaruga FUORI sarebbe una vera BENEDIZIONE mai dire mai stiamo a vedere .....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 18:55:26 | 91.208.130.89