keystone-sda.ch/ (PETER KLAUNZER)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
LUCERNA
51 sec
Nubifragio violentissimo, e Lucerna finisce sott'acqua
Diversi danni e gravi disagi nella città e anche nei comuni circostanti, gli abitanti «Mai visto niente di così estremo»
SVIZZERA
2 ore
Obbligo di quarantena, ecco chi fa parte della lista
Sono 29 tra regioni o nazioni, l'elenco sarà aggiornato una volta al mese
SVIZZERA
2 ore
Fugge da un istituto psichiatrico, parte la caccia all'uomo
Il ricercato è Ayadi Mouhamed Ali, un richiedente l'asilo di 33 anni
SVIZZERA
3 ore
Huawei fuori con il nuovo modello, ecco il P40 Pro+
Tra Ticino, 5G e Swiss Covid, abbiamo sentito il Country Manager di Huawei CBG Svizzera, Steven Huang
VAUD
3 ore
Quei locali che di sera diventano discoteche
Di sera, alcuni bar di Losanna e Romandia si trasformano in discoteca ignorando completamente le direttive Covid-19
SVIZZERA
3 ore
Estati estreme: 30 anni fa erano l'eccezione, ora sono la norma
Gli uffici meteorologici di Svizzera, Austria e Germania prevedono che il fenomeno proseguirà negli anni a venire.
SVIZZERA
4 ore
Sì all'aiuto alla stampa, sulla base della tiratura
Più è importante, minori dovrebbero essere gli sconti: lo pensa la Commissione delle finanze del Nazionale
SVIZZERA
4 ore
Niente treni fra Berna e Friburgo dal 25 luglio al 14 agosto
A causa di una serie di lavori sulla tratta, il collegamento sarà garantito da degli autobus sostituivi
BERNA
4 ore
Hacker violano i conti Migros e fanno la spesa per decine di migliaia di franchi
I due cybercriminali sono stati fermati dalle autorità bernesi, la mente del piano sarebbe un 22enne
BERNA
4 ore
Donna priva di vita trovata su un versante del Gantrisch
Si tratta di una 44enne bernese la cui salma è stata recuperata con l'aiuto della Rega, si cercano testimoni
BERNA
5 ore
Negli ospedali svizzeri è arrivato il farmaco anti-Covid
Il medicinale può essere utilizzato da subito per il trattamento dei pazienti affetti da Covid
BERNA
6 ore
«Prima del voto bis si verifichi il registro elettorale»
Il Canton Berna pretende chiarezza «su decine di casi» prima di riproporre la votazione sull'appartenenza di Moutier.
SOLETTA
7 ore
Un positivo in discoteca, 340 persone in quarantena
Aumenta il bilancio di quelli che dovranno restare chiusi in casa per dieci giorni.
SVIZZERA
7 ore
Stop all'olio di palma, referendum riuscito
Le firme risultate valide sono 61'184. Ne servivano 50'000
SVIZZERA
9 ore
Strade svizzere sempre più cariche
Lo scorso anno sono aumentate le colonne registrate sulle strade nazionali svizzere.
SVIZZERA
9 ore
30 fogli impregnati di cocaina
La droga era stata sciolta in un liquido, poi utilizzato sui documenti. L'atto proveniva da una società brasiliana
SVIZZERA
9 ore
Non si ferma la progressione dei contagi
Il numero dei casi registrati in Svizzera tocca quota 31'967. I decessi sono 1'686.
CANTONE / SVIZZERA
10 ore
Le corse su richiesta tramite app potrebbero diventare realtà
Da settimana prossima AutoPostale utilizzerà un taxi londinese riconvertito per servire la Valle Verzasca
SVIZZERA
10 ore
"No" alla deduzione fiscale per chi sceglie vacanze svizzere
Il Consiglio federale propone di respingere le mozioni presentate da Marco Chiesa e da Franz Ruppen.
SVITTO
11 ore
Quel che resta di un'auto
Uscito di strada nella notte, il conducente ha lasciato il veicolo sui binari senza chiamare i soccorsi.
GRIGIONI
12 ore
Operaio ferito sul lavoro
L'uomo stava effettuando lavori sul tetto utilizzando una pompa e un dispositivo di aspirazione
SVIZZERA
12 ore
Gli ebrei segnalano una maggiore discriminazione
«L'antisemitismo è un problema crescente», hanno dichiarato quasi tre quarti dei partecipanti a uno studio.
SVIZZERA
13 ore
I medici cantonali: «Mascherina obbligatoria anche negli spazi pubblici»
Indossarle solo sui trasporti collettivi, da un punto di vista epidemiologico, non basta.
VIDEO
VAUD
13 ore
Spunta un "metal detector" che spruzza disinfettante
Importato dal Portogallo, "PortCov" è appena apparso nella Svizzera romanda.
BERNA
21.11.2019 - 14:220
Aggiornamento : 17:55

Regula Rytz: «Pronta al Consiglio federale» e "punta" al posto di Cassis

La presidente dei Verdi svizzeri: «Plr? Un partito ampiamente sovrarappresentato» e propone una nuova "formula magica"

di Redazione
Ats

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - La presidente dei Verdi Regula Rytz è a disposizione per un mandato in Consiglio federale. Lo ha annunciato lei stessa oggi a Berna in una conferenza stampa.

Rytz non ha nascosto di puntare a uno dei due seggi del PLR, partito «ampiamente sovrarappresentato in governo». Secondo la consigliera nazionale occorre ora che le forze ecologiste vengano rappresentate in governo.

La presidente del Verdi propone una nuova formula magica nella quale vanno attribuiti due seggi ai due principali partiti (UDC e PS) e uno ciascuno ai tre seguenti (PLR, PPD e Verdi). Secondo i commentatori, il seggio più a rischio sarebbe quello del consigliere federale ticinese Ignazio Cassis. 

I Verdi, assieme ai Verdi liberali, sono i grandi vincitori delle recenti elezioni federali. Al Consiglio nazionale hanno più che raddoppiato il loro numero di seggi, passati da 11 a 28.

Domani peraltro si riunisce il gruppo parlamentare del Partito ecologista per decidere la strategia in vista del rinnovo del Consiglio federale previsto l'11 dicembre. La stampa sarà informata nel pomeriggio.

Se il gruppo dei Verdi dovesse confermare la candidatura di Rytz, la strada sarà comunque in salita per la presidente del partito: per essere eletta in governo dovrà sostituire un ministro in carica, una missione non impossibile ma oggettivamente molto difficile.

Regula Rytz, 57 anni, è presidente del suo partito dal 2012. Siede in Consiglio nazionale da otto anni ed in precedenza è stata granconsigliera e municipale di Berna. È stata anche segretaria centrale dell'Unione sindacale svizzera.

Hodgers e Girod si fanno da parte - La candidatura della presidente del partito Regula Rytz sembra fare l'unanimità fra i Verdi. Sia il consigliere di stato ginevrino Antonio Hodgers, sia il consigliere nazionale zurighese Bastien Girod, che negli scorsi giorni si erano detti interessati a una poltrona in governo, hanno deciso di farsi da parte. Entrambi si rallegrano per il passo avanti fatto dalla consigliera nazionale bernese, che giudicano un nome eccellente per l'esecutivo. «Mi sarei presentato se Rytz non l'avesse fatto», ha commentato Girod a Keystone-ATS.

"Attacco" alla formula magica

La formula magica attuale è ufficialmente in discussione. La prima formula magica fu introdotta nel 1959 e resistette fino all'inizio degli anni 2000. Il fatto che oggi invece sia più frequentemente sotto pressione è dovuto alla frammentazione del panorama politico, ha detto all'agenzia Keystone-ATS il politologo Claude Longchamp.

Al momento, la composizione è la seguente: due UDC, due PS, due PLR e un PPD. La rappresentanza dei popolari democratici si è dimezzata dal 2003, quando il seggio di Ruth Metzler è finito a Christoph Blocher.

Dopo il successo dello scorso 20 ottobre, i Verdi ambiscono però a un adeguamento della formula, che permetterebbe loro di strappare un posto nell'esecutivo ma anche di rispettare, come il partito ha più volte sottolineato, la volontà dei cittadini. Attualmente, con il 13,2% delle preferenze, gli ecologisti sono davanti al PPD (11,4%) e inseguono da vicino PS (16,8%) e soprattutto PLR (15,1%), entrambi con un doppio rappresentante in governo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lilly Formina 7 mesi fa su tio
Per il bene del Ticino un'opportunità insperata da non lasciarsi scappare: togliersi di mezzo il Cassis (che per il nostro cantone rappresenta più un fattore di umiliazione che un vantaggio) ed evitare che, durante i prossimi anni, la presenza di questa mezza calzetta a Berna convinca l'intero paese che per analogia i ticinesi sono tutti dei pagliacci inaffidabili, ambigui e controversi, interessati unicamente a gonfiare il proprio ego e il proprio portafoglio.
vulpus 7 mesi fa su tio
Su Cassis i commenti si sprecano. probabilmente conosciamo poco il lavoro che viene eseguito.Sicuramente è un politico un pò ingenuo, che parla troppo su domande trabocchetto dei giornalisti. Se pensiamo alle dichiarazioni di Maurer sul suo viaggio in Russia, bisogna ben dire che al suo servizio ci sono degli addetti stampa ben scafati. Quello che delude , invece sono questi nuovi eletti verdi, che si propongono come salvatori del mondo, senza i quali tutto va a catafascio. Ebbene si può ben dire che di ecologia, non solo si sono fatti dei proclami come chi ora ha raggiunto gli scranni, ma è anni e anni che si opera per la salvaguardia dell'ambiente, con tante opere eseguite e non solo tasse imposte. Ora poi abbiamo addirittura una certa signora Gysing che si è messa in testa di boicottare il Ticino, promuovendo il defenestramento del consigliere federale ticinese, eletto dopo tantissimi anni e non poca fatica .Ma chi hanno mandato a berna i Ticinesi? Personaggi che avvanzano a proclami o qualcuno che dovrebbe difenderne gli interessi? A Berna si deve razzolare per il proprio cantone , non per teorie declamatorie. Ma pensiamo ancora veramente che con i politici che vi abbiamo inviato, otterremo le opere che tanto attendiamo e investimenti miliardari su progetti che attendiamo oramai da troppo tempo? Ce nè da dubitarne veramente.
don lurio 7 mesi fa su tio
Ricordatevi le premesse fatte durante la campagna elettorale . Lasciamo a casa i verdi, socialisti ,comunisti . Parlano di clima, inquinamento ,aumento biglietti ecc..
klich69 7 mesi fa su tio
@don lurio Sono d’acco con marco17 nessuno può fare meno male di questo cazius, bacia il dereta....no dei truffatori ue. Poi caprara pure così 2 fallimentari fuori dalle scatole. Meglio il San Bernardo.
marco17 7 mesi fa su tio
Pur di liberarci di Cassis sarei favorevole anche ad eleggere in Consiglio federale un cane San Bernardo.
tartux 7 mesi fa su tio
Signori/e, leggendo i commenti vedo che vi é una mala comprensione della situazione: la formula magia (2 2 2 1) non si basa solo sui seggi in consiglio nazionale bensì sul insieme Nazionale e Cantoni, dove il PPD e PLR sono rispettivamente primo e secondo partito, il PS é terzo e i verdi sono quinti (non é ancora finita ma é quasi sicuro che PLR PPD e UDC ne prendano ancora almeno uno a testa e quindi le classifiche non cambieranno). Questo é il motivo per cui si chiede una modifica delle formule altrimenti i vedi avrebbero preso il seggio PPD. Considerando le due camere vi é ancora una netta ripartizione per mantenere la formula iniziale e i vedi non possono ottenere un consigliere. A titolo personale i vedi farebbero meglio ad aspettare altri 4 anni, vedere se riescono a tenere o aumentare ancora come gruppo (se passano 4 o meglio in entrambe le camere potranno prendere un songiliere data l'esistenza di una nuova dinamica politica stabile. Il fatto di avere 9 consiglieri é un'altra tematica, interessante e valida ma, non la tratterò per non andare off topic.
Mauro Ballerini 7 mesi fa su fb
Che non venga in mente a qualcuno di aumentare i cconsiglieri federali per contentarli tuttii. quelli sono 7 e 7 rimangano, non ci son soldi per stipendiarne degli altri con relaivi galoppini e segretari poi per la piccola Svizzera son già quasi troppi 7
Nmemo 7 mesi fa su tio
Se lo stratega UDC (che nella “notte dei coltelli è stato fatto fuori”), propone che siano PS e PLR a fare posto a Verdi e Verdi liberali, non dovrebbe cambiare niente poiché nessuno farà spontaneamente un passo indietro. Il peso di rappresentanti per squilibrare l’alchimia sta nel PPD, orfano dell’autorevole e ascoltato ex senatore Lombardi. È verosimile che dopo tanta animosità non si cambi niente poiché tutti difenderanno con i denti le posizioni acquisite.
Mat78 7 mesi fa su tio
I verdi sono come un elastico, vincono e poi si ridimensionano, prima di avere un CF occorre dimostrare di avere i numeri in maniera stabile e solida. Quando ha dovuto aspettare l'UDC per avere un secondo seggio malgrado fosse sopra il 30%? Calma e gesso, che fra 4 anni ne riparliamo con altre percentuali...
ziopecora 7 mesi fa su tio
@Mat78 Elastico o meno, la formula che fino ad ora è stata adottata prevede la rappresentanza in CF in base alle percentuali. Se hanno sbagliato a mantener fuori l'UDC non vedo ragione per ripetere l'errore. Perché mai il PLR dovrebbe mentenere 2 seggi con solo il 15%,???
Papy Krishnasamy 7 mesi fa su fb
sicuro che meglio di quel fannullone 🤣pero preferisco una donna forte come Marina Masoni
lügan81 7 mesi fa su tio
no ma fatemi capire un attimo è il secondo sondaggio sempre qui in Tio che è gia fatto...eppure entrambi gli articoli non li avevo ancora letti...e non ho partecipato.. e quindi perche questi sondaggi sono gia fatti?
Atomic 7 mesi fa su tio
@lügan81 Per spostare tutto piu a sinistra . Anche no
falcodellarupe 7 mesi fa su tio
Se le percentuali della redazione sono esatte, mi pare logico una nuova ridistribuzione dei seggi
GIGETTO 7 mesi fa su tio
Cassis a casa tanto per quello che ha fatto per il Ticino e i ticinesi zero assoluto!!!
Mauro Ballerini 7 mesi fa su fb
Quindi Cassis è talmente considerato anche nel resto della Svizzera che è impossibile reciclarlo, quindi diventerà compostaggio su ordine dei verdi
vulpus 7 mesi fa su tio
I PS sono ora sovrarappresentati: lo dicono i risultati dell'elezione. Allora che facciamo: il PS rinuncia a un seggio a favore dell'estrema sinistra, oppure pensano che tra sinistra ed estrema sinistra sono sotto rappresentati? La dimostrazione questa che appena salgono sulla cadrega, ne vogliono di quelle ancor più retribuite. Ma questi stregoni, come mai, quando i ticinesi hanno proposto una CF a 9 , lo hanno sempre osteggiato? Quella è la soluzione da adottare. Ma loro le proposte non le fanno,...
ziopecora 7 mesi fa su tio
@vulpus do non verde né rosso mi pare ovvio quello che dicono i numeri. I Liberali non hanno la percentuale per avere due rappresentanti.
tartux 7 mesi fa su tio
@vulpus A me non sembra proprio che il PS sia sovrarappresentato anzi il ps con 39 seggi in nazionale e 9 agli stati é molto più rappresentato di Plr (29 e 11) o PPD (25 12), se qualcuno deve rinunciare é il 4 o il 3o partito non il secondo.
vulpus 7 mesi fa su tio
@tartux PS al 16.8% ,PLR al 15,1% .Il discorso ci stà eccome: sia da una parte che dall'altra: con il4,7% in più di consensi abbiamo 2 consiglieri federali? Questi cambiamenti vanno concordati e non l'assalto alla diligenza.In consiglio degli stati poi i Verdi non sono rappresentati.
Ecthelion 7 mesi fa su tio
Se vogliono un seggio si prendano quello di Sommaruga.
Alessio Nesurini 7 mesi fa su fb
Non mi piace Cassis ma questa rivendicazione mi sembra inopportuna
Ferdinando Bernasconi 7 mesi fa su fb
e perché mai? O meglio, ci spieghi la logica seconda la quale il PLR con il 15% avrebbe diritto a due seggi?
tazmaniac 7 mesi fa su tio
L'unico Ritz che conosco e che apprezzo sono i biscotti salati.
mats70 7 mesi fa su tio
Addio Cassis!
albertolupo 7 mesi fa su tio
Si legge in un altro articolo che Leuthard è entrata in un nuovo consiglio di amministrazione. Direi che Cassis troverà parecchie porte spalancate per svariati CdA… ;-)
Bayron 7 mesi fa su tio
Se è per sostituire Cassis va bene anche una Verde!!!
MIM 7 mesi fa su tio
Prevedo un duro scontro PLR-PPD-VERDI. Ago della bilancia il PS. UDC penso starà a guardare alla finestra e non interverrà. Visto le pugnalate alle spalle che ha ricevuto da PLR e PPD, si godrà lo spettacolo.
GI 7 mesi fa su tio
auguri !
miba 7 mesi fa su tio
Verdi, il partito delle angurie, verdi fuori e rossi dentro....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-02 22:19:38 | 91.208.130.86