Keystone
Ruedi Nöser.
ZURIGO
17.11.2019 - 16:440

Il secondo seggio sulla Limmat va a Noser

Il liberale radicale ha ottenuto 185'276 voti contro i 116'594 andati alla sfidante ecologista Marionna Schlatter

ZURIGO - Ruedi Noser (PLR), consigliere agli Stati uscente, è giunto in testa nel ballottaggio per l'assegnazione del seggio ancora vacante di Zurigo alla Camera dei Cantoni.

Il liberale radicale ha ottenuto 185'276 voti, contro i 116'594 andati alla sfidante ecologista Marionna Schlatter. Bassa l'affluenza alle urne, che si è fermata al 33,9%.

Al primo turno Noser si era piazzato secondo, seguito dal consigliere nazionale dell'UDC Roger Köppel. Marionna Schlatter, giunta quarta, aveva deciso di ripresentarsi, mentre la Verde liberale Tiana Angelina Moser, modesta quinta, si era ritirata dalla corsa.

La prima tornata di elezioni del 20 ottobre era stata dominata dal consigliere agli Stati uscente Daniel Jositsch, che come quattro anni prima aveva superato comodamente la soglia della maggioranza assoluta, risultando automaticamente eletto.

Noser, 58 anni, era appoggiato dall'UDC, dopo il ritiro di Köppel, ma anche da PPD, Partito borghese democratico (PBD), Unione democratica federale (UDF) e dalle principali organizzazioni economiche e imprenditoriali. La Verde Marionna Schlatter dal canto suo aveva ricevuto il sostegno di PS e della sinistra alternativa, ma non dei Verdi liberali, che non avevano espresso raccomandazioni di voto alla propria base.

Il PLR zurighese, in una prima reazione, si è detto «molto soddisfatto di questo super risultato». Delusa invece la 39enne Schlatter: «Mi ero augurata un esito del voto più equilibrato», ha detto ai microfoni di TeleZüri.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-08 07:08:44 | 91.208.130.86