Keystone (archivio)
Tre sono le questioni in sospeso: la garanzia della protezione dei salari, gli aiuti di Stato e la direttiva sulla libera circolazione dei cittadini dell'Unione.
SVIZZERA
14.11.2019 - 17:000

Accordo quadro: «Nessuna firma se non si chiariscono i punti in sospeso»

Il Consiglio federale risponde all'interrogazione inoltrata da Marco Chiesa dopo le dichiarazioni dell'ambasciatore Matthiessen

BERNA - Non sarà stipulato alcun accordo istituzionale con L’UE «se non saranno prima state chiarite in modo soddisfacente le ultime tre questioni in sospeso (garanzia della protezione dei salari, aiuti di Stato e direttiva sulla libera circolazione dei cittadini dell'Unione) e se gli interessi della Svizzera non saranno stati presi in considerazione». È quanto afferma il Consiglio federale rispondendo ad un’interrogazione di Marco Chiesa.

Lo scorso mese di luglio, il Consigliere nazionale democentrista aveva reagito alle dichiarazioni dell’ambasciatore Michael Matthiessen - rappresentante dell’Unione Europea a Berna - che aveva parlato di Svizzera «sul menu» qualora avesse deciso di non «sedersi al tavolo». Una «palese intimidazione» secondo Chiesa, che avevi altresì chiesto al Consiglio federale se fosse lecito attendersi «nuove forme di pressione, intimidazioni e minacce da parte dell'UE» nel corso dei mesi successivi.

A tal proposito, i sette saggi scrivono che attualmente l’Unione Europea «fa dipendere i negoziati su vari dossier dai progressi nel campo dell'Accordo istituzionale e dalla conclusione di quest'ultimo». Si pensi al riconoscimento dell’equivalenza borsistica; all’accordo sull'abolizione degli ostacoli tecnici al commercio nel campo dei dispositivi medici, rimesso in discussione, e ai possibili problemi nel settore dei programmi di cooperazione. «Relazioni politiche che non prevedono altri legami risultano infondate e controproducenti. Il Consiglio federale lo ha del resto fatto presente in modo chiaro all'UE. Allo stesso tempo la Svizzera si prepara a tutte le eventualità ed è pronta a prendere misure appropriate al momento opportuno».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Marta 7 mesi fa su tio
meno male che qualcuno ci difende!
Zico 7 mesi fa su tio
e gli altri 3 candidati cosa hanno da dire? bravo Chiesa!
roma 7 mesi fa su tio
BRAVO MARCO
klich69 7 mesi fa su tio
Chi vivrà vedrà, comunque BRAVO CHIESA a dimostrazione di chi ha calzoni ben messi non come i fallimentari ppd e plr calabraghe.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-06 04:58:08 | 91.208.130.89