Keystone
Fabio Regazzi, consigliere nazionale PPD.
CANTONE
20.09.2019 - 10:410

Canone radio-tv: «Le PMI siano esentate dal pagamento»

Lo chiede un'iniziativa inoltrata da Fabio Regazzi e sottoscritta da altri 50 parlamentari

BERNA - Esentare le aziende con meno di 250 dipendenti dal pagamento del canone radiotelevisivo. A chiederlo è un’iniziativa inoltrata al consiglio federale dal Consigliere nazionale ticinese Fabio Regazzi e sottoscritta da altri 50 parlamentari - tra i quali i deputati ticinesi di PPD, PLR, Lega e UDC e anche presidenti di partito Albert Rösti (UDC), Gerhard Pfister(PPD) e Jürg Grossen (VL).

La soluzione proposta da Regazzi vuole tutelare le PMI «che sono state pesantemente ed inguistamente chiamate alla Cassa con la nuova tassa radio-tv. Basti pensare che ci sono piccole imprese che nel regime precedente pagavano 200 franchi per lo stesso apparecchio radiofonico in officina e ora ne versano ben 5.750, vale a dire 26 volte di più».

Commenti
 
Thor61 4 sett fa su tio
Mi sbaglio se dico che il Consigliere nazionale ticinese Fabio Regazzi era tra le fila di quelli che hanno voluto il canone per TUTTI a 365 franchi? Adesso dopo essersi votato CONTRO vorrebbe esserne esentato!!! A personaggi come lui che ha votato contro se stesso, dovrebbero centuplicargli la fattura, agli altri invece gratis. ;o))))
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-19 19:56:26 | 91.208.130.86