Tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FRIBURGO / APPENZELLO ESTERNO
16 ore
Liquami nei torrenti, maxi moria di pesci
FRIBURGO / VAUD
16 ore
La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva
VAUD
17 ore
La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti
GRIGIONI
18 ore
Violento scontro, conducenti feriti e furgoni distrutti
BERNA
18 ore
L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico
SVIZZERA
18 ore
UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato
SVIZZERA / STATI UNITI
18 ore
In vigore la convenzione contro le doppie imposizioni
NEUCHÂTEL
19 ore
Trovato un cadavere vicino ad una scuola
SOLETTA
19 ore
La maggioranza degli svizzeri si fida delle centrali nucleari
BASILEA CITTÀ
19 ore
L’autista dello scuolabus picchia il bambino di 9 anni
ZURIGO
21 ore
Scritte contro Erdogan, la giustizia svizzera sconfessa la Turchia
SVIZZERA
21 ore
Siamo sempre più spaventati, xenofobi e un po’ omofobi
SOLETTA
21 ore
Bimba cade da cavallo e perde la vita
SVIZZERA
22 ore
«Tassare al 90% i capitali oltre i 2 miliardi»
SAN GALLO
22 ore
Poliziotto si spara alla gamba durante un'esercitazione
BERNA
11.09.2019 - 11:270

Lavori in Svizzera annunciati sul portale EURES: «E la preferenza indigena?»

Un'interrogazione di Marco Chiesa chiede al Consiglio federale di fare chiarezza sulla pubblicazione delle offerte di lavoro

BERNA - Il tema della preferenza indigena è al centro di un’interrogazione presentata oggi al Consiglio federale da Marco Chiesa. In particolare, il consigliere nazionale UDC si sofferma in particolare sulla pubblicazione degli annunci di lavoro che tramite la Job-Room della Confederazione possono essere veicolati verso la piattaforma EURES.

«Una bella maniera di favorire l'assunzione di personale indigeno. Non è certo facilitando la pubblicazione di posti di lavoro in tutta l'UE che i lavoratori residenti aumenteranno la loro probabilità di essere assunti. E ciò, tra l'altro, in pochi click per di più finanziati dal contribuente svizzero che magari si vedrà sostituito da un lavoratore estero» scrive Chiesa, che chiede al Governo se tutti i posti di lavoro disponibili siano anche annunciati sul portale europeo.

«La Confederazione ritiene corretto mettere in concorrenza i lavoratori indigeni con quelli stranieri favorendoli sui portali di ricerca di lavoro europei?», scrive inoltre il deputato democentrista, chiedendo se tali pubblicazioni «sono rispettose del principio di preferenza indigena iscritto nella nostra Costituzione e voluto da Popolo e Cantoni».

Le domande dell'interrogazione

  • Tutti i posti disponibili nel nostro Paese sono annunciati sul portale europeo della mobilità professionale? Chi se ne occupa?  
  • È compito istituzionale della Confederazione pubblicare attivamente i posti di lavoro disponibili nel nostro Paese su portali europei? 
  • La Confederazione ritiene corretto mettere in concorrenza i lavoratori indigeni con quelli stranieri favorendoli sui portali di ricerca di lavoro europei?
  • Queste pubblicazioni sono rispettose del principio di preferenza indigena iscritto nella nostra Costituzione e voluto da Popolo e Cantoni?  
Commenti
 
Bandito976 1 sett fa su tio
Le tasse per gli scalda cadrega a Berna fatevele pagare dal lavoratore estero.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:46:31 | 91.208.130.86