TiPress (archivio)
Marina Carobbio, PS.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FRIBURGO / APPENZELLO ESTERNO
16 ore
Liquami nei torrenti, maxi moria di pesci
FRIBURGO / VAUD
16 ore
La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva
VAUD
17 ore
La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti
GRIGIONI
17 ore
Violento scontro, conducenti feriti e furgoni distrutti
BERNA
18 ore
L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico
SVIZZERA
18 ore
UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato
SVIZZERA / STATI UNITI
18 ore
In vigore la convenzione contro le doppie imposizioni
NEUCHÂTEL
18 ore
Trovato un cadavere vicino ad una scuola
SOLETTA
19 ore
La maggioranza degli svizzeri si fida delle centrali nucleari
BASILEA CITTÀ
19 ore
L’autista dello scuolabus picchia il bambino di 9 anni
ZURIGO
21 ore
Scritte contro Erdogan, la giustizia svizzera sconfessa la Turchia
SVIZZERA
21 ore
Siamo sempre più spaventati, xenofobi e un po’ omofobi
SOLETTA
21 ore
Bimba cade da cavallo e perde la vita
SVIZZERA
22 ore
«Tassare al 90% i capitali oltre i 2 miliardi»
SAN GALLO
22 ore
Poliziotto si spara alla gamba durante un'esercitazione
SVIZZERA
10.09.2019 - 17:050
Aggiornamento : 18:48

Casse malati, si pagherà di meno? «I cittadini hanno diritto alla verità»

Un'interpellanza urgente del Gruppo socialista chiede al Consiglio federale di prendere posizione sull'operazione «di marketing» degli assicuratori malattia

BERNA - Come di consuetudine, a breve saranno annunciati i premi delle assicurazioni malattia per il prossimo anno. Secondo Santésuisse, per il 2020 si attendono un aumento dei costi della salute del 3% e quindi un aumento anche per i premi.

Cifre che il Gruppo socialista a Berna ha rievocato oggi, inoltrando un’interpellanza urgente in cui viene chiesto al Consiglio federale di «prendere posizione riguardo “all’operazione di comunicazione” delle casse malati». Gli assicuratori malattia «hanno elaborato una strategia marketing proprio prima dell’annuncio riguardo all’aumento dei premi di cassa malati» e promettono «delle prestazioni, dei rimborsi e la riduzione dei premi», scrive il PS. 

La questione ruota in particolare attorno alle eccedenze accumulate dagli assicuratori. «Da più anni ormai, le casse malati detengono miliardi di franchi che appartengono alle assicurate e agli assicurati. Esigiamo perciò una moratoria immediata sui premi. Finché le riserve in eccedenza non verranno ridotte, le casse malati non avranno più il diritto di aumentare i premi», ha affermato la consigliera nazionale Marina Carobbio.

Uno «schiaffo» agli assicurati - Una stoccata infine la deputata ticinese la riserva anche ai vertici delle assicurazione. «Mentre la popolazione è confrontata con il continuo aumento dei premi, i dirigenti delle assicurazioni malattia più importanti guadagnano tra 500'000 e 800'000 franchi all’anno» sottolinea Carobbio, parlando di un vero e proprio «schiaffo per tutte le persone assicurate».

Commenti
 
Litapeppino 1 sett fa su tio
Gli aumenti sempre ci saranno finche nei consigli di amministrazione ci saranno i politici che il cittadino Svizzero vota. Politici che dovrebbero fare gli interessi del popolo, invece tantissime promesse durante le votazioni, poi riescono a farsi eleggere, e le promesse vengono immediatamente cestinate. Avete gia visto, oppure qualche riduzione delle spese che dobbiamo sopportare da parte di qualche politico ? Io no ! Politici che vengono eletti, e sono dentro nei consigli di amministrazione ( come nelle Casse malati... ) di varie multinazionali, percepiscono stipendi, e premi, da oltre mezzo milione ogni anno. Come volete pretendere cari cittadini che diminuiscano i premi casse malati ?
Shion 1 sett fa su tio
Pharma Mafia.
KilBill65 1 sett fa su tio
Il problema e' sempre lo stesso….Fino a che la politica lo permette e tutti non si mettono d'accordo es. Medici, ospedali, case farmaceutiche, e casse malati, non avremo mai una fine….E la verita' ma nessuno la dice purtroppo!!…...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:30:31 | 91.208.130.86