ULTIME NOTIZIE Svizzera
ITALIA
6 ore
Residente in Svizzera travolge e uccide un ciclista
Inutile l'intervento dei soccorsi. Le ferite riportate dal 33enne erano troppo gravi
ZURIGO
8 ore
Approvato il piano regolatore per un nuovo stadio
Incombe tuttavia la minaccia del referendum: secondo l'associazione IG Freiräume Zürich West il progetto dovrebbe meglio considerare gli aspetti ambientali e sociali
NEUCHÂTEL
8 ore
Condannato ex pastore per aver avuto una relazione con una minorenne
Il ragazzino si era presentato come maggiorenne. L'uomo è stato denunciato dalla madre dell'adolescente
SVIZZERA
11 ore
Via la cittadinanza ad una 30enne radicalizzata
La SEM ha avviato la procedura. La donna, attualmente si troverebbe in Siria, è sospettata di aver svolto attività legate al terrorismo nel Paese
BASILEA CITTÀ
12 ore
Il Parlamento cantonale chiede un congedo parentale di 24 settimane
Luce verde ad una mozione del Partito socialista. La misura andrebbe ad aggiungersi all'attuale congedo maternità
SVIZZERA
12 ore
Violentò donne e bambini, ora chiede il suicidio assistito
Negli anni '70 e '80 Peter Vogt ha violentato oltre una decina di donne e bambini. Ora vorrebbe farla finita, ma sul caso si stanno chinando le autorità
SVIZZERA / ITALIA
13 ore
«Mi hanno rapita e uno ha allungato le mani»
Un «racconto da brividi» quello fornito dalla svizzera, prima scomparsa e poi ritrovata ad Agrigento. Si sospetta la violenza sessuale, ma è da verificare l'attendibilità della giovane
ZURIGO
13 ore
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
BASILEA CITTÀ
14 ore
Cade dalla bici e viene travolto da un camion
La vittima è un anziano non ancora identificato. Stava procedendo sulla Austrasse fra i binari del tram e una serie di veicoli posteggiati sul lato destro della strada
SVIZZERA
14 ore
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
BASILEA CITTÀ
15 ore
Sì al taglio dell'imposizione dei dividendi
Il Gran consiglio di Basilea Città ha approvato una mozione che chiede di sottoporre a tassazione i redditi in questione solo nella misura del 60%, contro l'80% appena deciso
BERNA
15 ore
Pascal Strupler lascia la direzione dell'UFSP
Berset è ora alla ricerca di un nuovo capoufficio. Il posto sarà messo a concorso
SVIZZERA
16 ore
Vendemmia, poca uva in Romandia
Le quote di produzione fissate - inferiori a quelle dell'anno scorso, una misura volta a evitare un calo dei prezzi - non sono state raggiunte. La qualità però dovrebbe essere buona
VAUD / ZURIGO
16 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
17 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
04.09.2019 - 12:100

«100 milioni per Spazio Schengen»

Il Consiglio federale ha richiesto il credito al parlamento per una serie di progetti destinati a rafforzare i controlli alle frontiere esterne

BERNA - La Svizzera deve investire 100 milioni di franchi per una serie di progetti destinati a rafforzare i controlli alle frontiere esterne dello Spazio Schengen. Il Consiglio federale ha trasmesso oggi una richiesta in tal senso al Parlamento.

L'Unione europea intende stanziare diversi miliardi di euro nei prossimi anni per adeguare la collaborazione Schengen/Dublino alle nuove sfide. In particolare, Bruxelles vuole migliorare i controlli alle frontiere esterne e la collaborazione tra le diverse autorità nazionali preposte alla sicurezza e alla migrazione. Stando a una nota governativa odierna, anche la Confederazione ne trarrà beneficio sul piano di polizia, asilo e migrazioni.

I lavori di attuazione giuridica e organizzativa sono già in corso. Da una parte si intende modificare i sistemi esistenti, ovvero il SIS (Sistema d'informazione Schengen), il VIS (Sistema d'informazione sui visti), l'Eurodac (Banca dati europea delle impronte digitali) e l'APIS (Sistema di informazioni anticipate sui passeggeri).

D'altro canto verranno sviluppati nuovi sistemi, quali l'ETIAS (Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi) e l'EES (Sistema elettronico di ingresso e uscita), precisa il comunicato.

Visione d'insieme - Un altro obiettivo è di garantire l'interoperabilità dei programmi, ovvero collegandoli tra di loro in modo da facilitare la consultazione dei dati esistenti con maggiore efficienza e precisione. Le autorità di sicurezza dovrebbero potersi fare rapidamente un'idea precisa della situazione, disponendo di tutte le informazioni rilevanti.

Secondo i calcoli del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), i costi complessivi per l'attuazione di questi sviluppi del cosiddetto acquis di Schengen nel periodo 2020-2025 saranno pari a 121,7 milioni di franchi. Il DFGP fornirà prestazioni proprie sotto forma di risorse umane e contribuirà con mezzi propri ai costi (23 milioni). Nel suo messaggio, il Consiglio federale chiede pertanto al Parlamento un credito di impegno di 98,7 milioni di franchi, che sarà liberato in due tranche.

La gestione e la direzione di questi programmi sarà assunta dalla Segreteria generale del DFGP. La Svizzera potrà prendere parte anche alle decisioni. Beneficerà inoltre di diritti di partecipazione più estesi rispetto a quanto previsto nell'Accordo di associazione a Schengen. Il Consiglio degli Stati ha già accettato il progetto governativo, affinché Berna possa partecipare interamente all'Agenzia europea per gestione operativa delle banche dati Schengen/Dublino (eu-LISA).

Milioni di risparmi - Come detto, i lavori di natura legislativa e organizzativa sono già iniziati. Anche l'Amministrazione federale delle dogane, il Dipartimento federale degli affari esteri e i Cantoni vi partecipano. Il Consiglio federale dovrebbe trasmettere nei prossimi mesi al Parlamento tali adattamenti legislativi.

La Confederazione trae importanti vantaggi dall'acquis di Schengen e Dublino. Stando a un rapporto del 2018, la cooperazione consente di risparmiare circa 270 milioni di franchi annui, in particolare nel settore dell'asilo.

Commenti
 
Maxy70 1 mese fa su tio
Purchè vi sia un preciso riscontro di come i soldi vengono utilizzati e quale beneficio ne trae la Svizzera. Non che finiscano in qualche euro-calderone o in "sipendi" (tangenti) per gli euro-burocrati!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-24 04:51:48 | 91.208.130.86