Tipress (archivio)
Solo la sinistra non ha sottoscritto la proposta.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
39 min
«I genitori che lavorano e assistono i figli malati vanno sostenuti»
TURGOVIA
1 ora
Zimmermann condannato per atti sessuali su un 15enne
BERNA
2 ore
Fallimento Thomas Cook: una novantina gli svizzeri interessati
VAUD
3 ore
Pista di ghiaccio a Malley, dopo i lavori spazio all'hockey
SAN GALLO
3 ore
Duemila chilometri in tre giorni, fermato camionista-stacanovista
SVIZZERA / REGNO UNITO
3 ore
Thomas Cook, a Zermatt non piace il "piano Matterhorn"
SVIZZERA
3 ore
Credit Suisse ai dipendenti: «Concentratevi sui clienti, non su Khan»
TURGOVIA
4 ore
Tremila pazienti psichiatrici sottoposti a test con farmaci
ZURIGO
5 ore
Ora parla Swiss Life: «L'offerta di Manor era irrealistica»
SVIZZERA
5 ore
Meno morti e meno feriti sulle strade svizzere
VAUD
6 ore
Il Governo vodese sostiene l'iniziativa per una cassa malati cantonale
SVIZZERA
7 ore
Prima viaggi, poi paghi. Dall'anno prossimo lo si potrà fare
SVIZZERA / BRASILE
8 ore
Evase a Zugo nel 2010, riacciuffato in Brasile
URI
8 ore
Ubriaco, cerca di scappare dalla polizia. Nei guai un 33enne
SVIZZERA
8 ore
Il contenuto della valigia di Emeka Obi sarà trasmesso all'Italia
SVIZZERA
22.08.2019 - 17:440

I senatori contro l'aumento automatico delle imposte

Una mozione del consigliere agli Stati Andrea Caroni chiede una compensazione della progressione a livello federale. Il Governo però è contrario

BERNA - Le imposte non dovrebbero aumentare automaticamente più in fretta rispetto ai redditi reali. Una mozione del consigliere agli Stati Andrea Caroni (PLR/AR) chiede una compensazione della progressione a livello federale. Il Governo è contrario, ma oltre la metà dei "senatori" sostiene il testo.

Solo la sinistra non ha deputati che hanno sottoscritto la proposta. Si parla di progressione reale quando, in seguito alla crescita economica, i contribuenti passano gradualmente a uno scaglione di reddito tassato maggiormente.

Ciò ha due conseguenze: l'onere fiscale cresce in misura maggiore rispetto ai redditi reali e sempre più contribuenti finiscono nello scaglione più tassato.

Dal 2011 la Confederazione compensa la progressione a freddo (basata sull'inflazione), cosa che non avviene nel caso della progressione reale. La mozione chiede al governo di legiferare in questo senso.

Nella sua risposta pubblicata oggi, il Consiglio federale ricorda di essersi già occupato degli effetti della progressione reale. Fra i motivi che spingono l'esecutivo ad opporsi a una compensazione vi è il fatto che ciò limiterebbe il margine di manovra di politica finanziaria necessario per effettuare modifiche al sistema fiscale e ai compiti dello Stato.

Commenti
 
marco17 1 mese fa su tio
A che serve insegnare la civica nelle scuole se poi abbiamo giornalisti ignoranti e incompetenti che scrivono di "senatori". In Svizzera non esistono né il Senato né i senatori. Così come non ci sono "ministri" (tranne nel canton Giura).
Bayron 1 mese fa su tio
@marco17 Mai dare del proprio agli altri... hanno scritto “senatori” (virgolettato) e quindi ci sta...
Tato50 1 mese fa su tio
@marco17 Che problema ;-(
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 20:15:21 | 91.208.130.89