Ti Press (archivio)
Il pacchetto include progetti pilota, prezzo dei medicinali generici e creazione di un'organizzazione tariffale nazionale.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
2 ore
Un furgone blindato assaltato anche a Berna: «Bottino da 4.5 milioni»
Il furto è avvenuto nel mese di luglio, ma è stato divulgato solo adesso. Il Tribunale Federale ha risposto picche alla richiesta di scarcerazione dell'autista, arrestato per complicità nel colpo
BERNA
5 ore
Ridurre alla fame la popolazione civile diventa un crimine di guerra
La novità, introdotta su iniziativa svizzera, è stata adottata dall'Assemblea degli Stati membri della CPI
SVIZZERA
7 ore
Depakin a donne incinte, 34 casi di malformazione dal 1990
L'ultima notifica risale allo scorso anno e riguarda una gravidanza nel 2014
SVIZZERA
8 ore
Sanità2030, tre parole chiave: digitale, lavoro e ambiente
Tra le sfide prioritarie restano anche quelle legate all'alta qualità dell'assistenza sanitaria e l'evoluzione demografica
SVIZZERA
9 ore
Caricatura sugli zingari, il Tribunale conferma: «È discriminazione»
I giudici hanno convalidato la condanna affibbiata ai due co-presidenti dei Giovani UDC Nils Fiechter e Adrian Spahr per una vignetta razzista pubblicata sui social
SVIZZERA
10 ore
Annullato il divieto di ingresso per un presunto jihadista
Per il Tribunale amministrativo federale è stato violato il diritto dell'interessato a consultare il dossier. Inoltre il presupposto del divieto è stato considerato insufficiente
SVIZZERA
10 ore
Perché due banane al muro arrivano a costare 120.000 franchi?
L’esposizione di Cattelan all’ Art Basel di Miami fa discutere. E dalla Svizzera arriva una critica illustre: «I prezzi nel mercato dell’arte sono folli».
SVIZZERA
10 ore
Festa federale di lotta, il primo bilancio sorride
Conti chiusi con un utile di 850mila franchi. Il festival ha attirato 420.000 spettatori
BERNA
11 ore
Terrorismo e lotta alle mafie: nuova strategia per il periodo 2020-2023
La risposta deve essere «globale, multidimensionale e poggiare sulla cooperazione e lo scambio di informazioni»
BERNA
11 ore
L'intervento sulle tariffe mediche è stato efficace: risparmiati 119 milioni
Sono calati i costi fatturati all'assicurazione obbligatoria delle cure medico sanitarie
ARGOVIA
11 ore
Ubriaco, ruba un'auto e si schianta contro un albero
Il giovane ha poi abbandonato la vettura e si è allontanato a piedi. La polizia però lo ha arrestato poco dopo
SVIZZERA
21.08.2019 - 13:410
Aggiornamento : 15:27

Nuove misure per ridurre i costi della salute

Il Consiglio federale ha trasmesso al parlamento un primo pacchetto di nove disposizioni

BERNA - Progetti pilota, prezzo dei medicinali generici e creazione di un'organizzazione tariffale nazionale. Il Consiglio federale ha trasmesso oggi al Parlamento un primo pacchetto di nove misure volte a frenare l'aumento dei costi della salute.

Tutti gli attori avranno così a disposizione strumenti per contribuire al contenimento dei costi nell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie, ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset in una conferenza stampa odierna.

Sono attesi risparmi a lungo termine di diverse centinaia di milioni di franchi annui, ma non ci sarà una drastica diminuzione dei costi, ha aggiunto il ministro della sanità.

Il progetto prevede la possibilità di testare progetti pilota innovativi che esplorerebbero delle piste per ridurre i costi anche se esulano dalla legge federale sull'assicurazione malattie. Ciò consentirebbe in particolare di sgravare gli assicurati che regolarmente vedono aumentare i premi delle casse malattie, ha ricordato Berset.

Il consigliere federale ha sottolineato che progetti pilota possono già oggi essere lanciati, ma questa possibilità è poco sfruttata.

Prezzo dei medicinali - Il Governo intende intervenire in particolare sul prezzo dei farmaci generici. Questi medicamenti sono due volte più cari in Svizzera rispetto ad altri Paesi europei che ci circondano, ha rilevato Berset.

Il Consiglio federale ha quindi deciso di introdurre un sistema di prezzo di riferimento applicabile ai medicinali, il cui il brevetto è scaduto. Almeno tre farmaci contenenti la stessa sostanza attiva dovranno coesistere sul mercato. E il prezzo sarà fissato in funzione di quelli praticati all'estero e del volume di mercato del preparato originale.

L'assicurazione obbligatoria rimborserà soltanto questo prezzo. Se verrà rilasciato un medicamento più caro, l'assicurato dovrà pagare la differenza. Nonostante le opposizioni sollevate durante la consultazione, il Consiglio federale non ha cambiato rotta. Il nuovo sistema dovrebbe permettere di realizzare risparmi tra i 300 e i 500 milioni di franchi all'anno.

Gli assicuratori avevano accolto favorevolmente questa misura. Per l'industria, i medici e gli ospedali, invece, questo provvedimento potrebbe occasionare problemi di approvvigionamento e metterebbe in pericolo la sicurezza dei pazienti.

Taluni ambienti temevano che solo il medicamento meno caro sarebbe stato rimborsato. «Non sarà il caso», ha assicurato il ministro della sanità. Anche la libertà di scelta verrà garantita e vi sarà sempre la possibilità di farsi prescrivere il farmaco originale.

Organizzazione tariffale nazionale - Nell'ambito delle cure ambulatoriali, il Consiglio federale vuole strutturare meglio i negoziati tariffali. Verrà così creata un'organizzazione delle tariffe nazionale, analoga a quella per le cure stazionarie, «al fine di rimediare alle situazioni di stallo sperimentate con il TARMED», ha precisato Berset.

Il Governo vorrebbe inoltre obbligare i fornitori di prestazioni e gli assicuratori a concludere convenzioni nazionali. Queste dovranno prevedere misure correttive per attenuare gli aumenti ingiustificati dei costi. Secondo il Consiglio federale, tali incrementi dovrebbero limitarsi a ciò che è giustificabile dal punto di vista medico.

Dal punto di vista giuridico, i fornitori di cure saranno tenuti a inviare copia della fattura dopo ogni trattamento. I pazienti potranno così meglio controllare se le prestazioni indicate corrispondono al trattamento ricevuto e potranno prendere atto dei costi.

Dal canto loro, gli assicuratori disporranno di un diritto di ricorso contro le decisioni dei Cantoni concernenti la lista degli ospedali, delle case per partorienti e di quelle di cura. Tale misura consentirà di evitare un'offerta eccedentaria e di sgravare gli assicurati che pagano i premi.

Secondo pacchetto - All'inizio del 2020 il Consiglio federale dovrebbe porre in consultazione un secondo pacchetto di misure. Queste dovrebbero mirare principalmente all'obiettivo di un contenimento dei costi della salute e al rafforzamento delle cure coordinate.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-06 23:47:43 | 91.208.130.86