Ti Press
SVIZZERA
05.08.2019 - 10:360

Il bio svizzero vale anche in Cile (e viceversa)

Grazie a un accordo sull'equivalenza, gli alimenti bio elvetici potranno essere immessi sul mercato del paese sudamericano senza ulteriori controlli

BERNA - Svizzera e Cile riconoscono a vicenda gli standard in materia di prodotti biologici: ciò significa che gli alimenti bio elvetici potranno essere immessi sul mercato del paese sudamericano senza ulteriori controlli, indica oggi l'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG). Lo stesso vale per la commercializzazione di prodotti cileni nella Confederazione.

L'accordo sull'equivalenza, negoziato dall'UFAG e dal Servicio Agrícola y Ganadero cileno, si applica ai prodotti biologici fabbricati, trasformati o imballati nei due paesi. Sono esclusi dall'accordo i prodotti biologici di origine animale provenienti dal Cile, fatta eccezione per quelli dell'apicoltura, come per esempio il miele.

Per la filiera biologica svizzera la convenzione crea condizioni per l'esportazione verso il Cile uguali a quelle di cui gode la concorrenza nell'Ue: Bruxelles aveva concluso un accordo analogo con il Cile già nel 2017, sottolinea l'UFAG.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-17 15:45:54 | 91.208.130.86